Ghed.y ne ma myn?

Ghed.y ne ma myn?
Sen-nw.w byn, henmesw.w ny.w myn ne mer-ny!
Ghed.y ne ma myn?
Hawn.w yb.w se neb her yte.the.t sen-nw.fy!
Ghed.y ne ma myn?
Yw sef aq.w nhet-he ha.w ne bw neb.
Ghed.y ne ma myn?
Hetep.w her byn red.w yref bw-nefer re ta me set nebe.t!
Ghed.y ne ma  myn?
Sharw se me sp.ef byn sesbet.ef bw-neb me yw.f ghw.
Ghed.y ne ma myn?
Yw hagha.tw se neb her yt.et sen-nw.f!
Ghed.y ne ma myn?
Betw me aq-yb sen yrrw hena.f heper.w me hefry.
Ghed.y ne ma myn?
Ne sha.tw sef ne yr.et ne yr.w me ta-a.t.
Ghed.y ne ma myn?
Sen-nw.w byn ynn.tw me ghreghr.w re met.yt ny.t yb!
Ghed.y ne ma myn?
Her.w hetem se neb me her me herw re sen-nw.w.f.
Ghed.y ne ma myn?
Yb.w awn.w nen wn yb ny se rhen.tw he.f!
Ghed.y ne ma myn?
Nen maaty.w! Ta sp.w ne yr.w ysf.et!
Ghed.y ne ma myn?
Yw schw me aq.yb ynn.tw me hemmw re seh.t n.ef.
Ghed.y ne ma myn?
Nen her yb pefa schem hena.f nen sw wn!
Ghed.y ne ma myn?
Yw.y atep.ekw her may ne gaw aq-yb!
Ghed.y ne ma myn?
Nef hw ta nen wn ph.wy.fy.
Jw myt me her.y me myn.
 
(Le y e le i sono state traslitterate come Y).
 
A chi parlerò oggi? I fratelli sono maldisposti, coloro che dovrebbero essere gli amici di oggi non sono in grado di amare. A chi parlerò oggi? I cuori sono avidi e chiunque si impossessa dei beni del proprio fratello! A chi parlerò oggi? La pietà è sparita e l’insolente è calato in ogni uomo. A chi parlerò oggi? Uno è soddisfatto a causa del male, ed il bene è stato pertanto buttato a terra ovunque! A chi parlerò oggi? Colui che dovrebbe mandare in collera un uomo con la propria azione malvagia, essa fa ridere tutti con la sua ingiustizia e cattiveria. A chi potrò parlare oggi? Si deruba ogni uomo, rapinando anche il proprio fratello! A chi parlerò oggi? Il mascalzone è amico intimo ed il fratello, con il quale uno agiva, è diventato un avversario. A chi potrò parlare oggi? I fratelli sono maldisposti, ed è agli estranei che uno si rovolge per trovare la rettitudine! A chi parlerò oggi? I volti sono inespressivi e ogni uomo volge lo sguardo scoraggiato verso i propri fratelli. A chi parlerò oggi? I cuori sono avidi, e non c’è cuore di uomo  su cui fare affidamento! A chi parlerò oggi?  Non ci sono più uomini giusti! Il paese è abbandonato a coloro che hanno commesso il male! A chi potrò parlare oggi? Si è privi di un amico intimo, ed è a uno sconosciuto che si ricorre per farlo partecipe. A chi potrò parlare oggi? Non c’è più un uomo pacifico e quello con cui uno si accompagnava, non esiste più! A chi potrò parlare oggi? Io sono oppresso dalla disgrazia per la mancanza di un confidente! A chi potrò parlare oggi? L’ingiustizia che ha colpito il Paese non ha fine!
La morte è ai miei occhi.
Da: Dialogo di un uomo con il suo ba
1994-1781 a.C.
Egitto
versi 103-130
papiro 3024, Berlino 
Annunci

8 Responses to Ghed.y ne ma myn?

  1. MIMmo says:

    Prima della festa di Pasqua, Gesù, sapendo che era giunta la sua ora di passare da questo mondo al Padre, dopo aver amato i suoi che erano nel mondo, li amò sino alla fine.Mentre cenavano, quando già il diavolo aveva messo in cuore a Giuda Iscariota, figlio di Simone, di tradirlo, Gesù, sapendo che il Padre gli aveva dato tutto nelle mani e che era venuto da Dio e a Dio ritornava, si alzò da tavola, depose le vesti e, preso un asciugatoio, se lo cinse attorno alla vita. Poi versò dell’acqua nel catino e cominciò a lavare i piedi dei discepoli e ad asciugarli con l’asciugatoio di cui si era cinto.Venne dunque da Simon Pietro e questi gli disse: "Signore, tu lavi i piedi a me?". Rispose Gesù: "Quello che io faccio, tu ora non lo capisci, ma lo capirai dopo". Gli disse Simon Pietro: "Non mi laverai mai i piedi?". Gli rispose Gesù: "Se non ti laverò, non avrai parte con me". Gli disse Simon Pietro: "Signore, non solo i piedi, ma anche le mani e il capo!". Soggiunse Gesù: "Chi ha fatto il bagno, non ha bisogno di lavarsi se non i piedi ed è tutto mondo; e voi siete mondi, ma non tutti". Sapeva infatti chi lo tradiva; per questo disse: "Non tutti siete mondi".Quando dunque ebbe lavato loro i piedi e riprese le vesti, sedette di nuovo e disse loro: "Sapete ciò che vi ho fatto? Voi mi chiamate Maestro e Signore e dite bene, perché lo sono. Se dunque io, il Signore e il Maestro, ho lavato i vostri piedi, anche voi dovete lavarvi i piedi gli uni gli altri. Vi ho dato infatti l’esempio, perché come ho fatto io, facciate anche voi".

  2. Zel says:

    ..ehmm… e che c’entra con il testo che ho riportato?
    Potevi lasciae un commeto pertinente sulla poesia e sul fatto che 4000 anni fa la gente soffriva e si chiedeva le stesso cose che ancora oggi ci tormentano… 4000 anni e non è cambiato nulla!

  3. drago says:

    già non è cambaito nulla. Gli esseri umani non cambiano dentro…abbiamo gli stessi bisogni di 4000 anni fa.  Bisogno di confrontarci con i nostri simili. Di ricevere sostegno, di ridere e piangere insieme ad altri. Siamo animali sociali. E non il tempo, non la tecnologia, non la scienza, non la filosofia, cancella questo nostro essere.
    Ora come allora….che palle non avere uno sbocco al proprio fiume di emozioni!!

  4. Zel says:

    Inoltre in 4000 anni non è cambiato nulla nemmeno per lo Stato!  Il paese è abbandonato a coloro che hanno commesso il male… mi sembra di vedere in questo i nostri politici!
    4000 anni in cio abbiamo cambiato Stato e Religioni, in cui siamo progrediti con le scienze, le arti, le conoscenze, le tecnologie; in cui siamo andati avanti con la filosofia e la letteratura… e non è cambiato nulla!
    Ogni tanto è davvero demoralizzante essere Esseri Umani!
    "Impariamo dalla Storia che nulla impariamo da Essa"!!!
    Un circolo.

  5. Patrizia says:

    BELLO QUESTO TESTO, HAI RAGIONE è PROFONDAMENTE ATTUALE….
     
    PIUTTOSTO PERò, MI SCUSERAI, SONO AMMALIATA DAL PERTINENTE INTERVENTO DEL SAPIENTE PIù IN BASSO… AHHAHAAHAH
    MIMMOOOOOO SEI TUTTI NOI ahahahahahahahahah
    quest’uomo è incredibile…

  6. Patrizia says:

    zel tutto ok? che fine hai fatto?

  7. Zel says:

    giornata a zonzo per milano!

  8. Kukky says:

    Davvero interessante il tuo spazio…Complimenti!
    🙂
    Grazie di essere passata da me e di avel lasciato un tuo saluto…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: