Lo specchio nello specchio

…Non era affatto proibito lasciare la città-labirinto. Al contrario, chi vi riusciva

veniva considerato un eroe, un uomo di grande talento, e della sua leggenda si

continuava a parlare a lungo. Ma ciò era consentito solo alle persone felici. Le leggi

cui sottostavano gli abitanti del labirinto erano paradossali, ma immutabili. Una

delle più importanti diceva: Soltanto chi lascia il labirinto può essere felice, ma

soltanto chi è felice può uscirne.

Però le persone felici erano rare nei millenni…

M. Ende

Annunci

Monologo da la 25a Ora

“Si, vaffanculo anche tu..Vaffanculo io?
Vacci tu e tutta questa merda di città e di chi ci abita!
In culo ai mendicanti che mi chiedono soldi e che mi ridono alle spalle, In culo ai lavavetri che mi sporcano il vetro pulito della macchina, In culo ai Sikh e ai Pachistani che vanno per le strade a palla con i loro taxi decrepiti, puzzano di curry da tutti i pori, mi mandano in paranoia le narici! Aspiranti terroristi, e rallentate CAZZO!
In culo ai ragazzi di Chelsea con il torace depilato e i bicipiti pompati, che se lo succhiano a vicenda nei miei parchi e te lo sbattono in faccia sul gay channel!
In culo ai bottegai coreani con le loro piramidi di frutta troppo cara, con i loro fiori avvolti nella plastica, sono qui da 10 anni e non sanno ancora mettere due parole insieme.
In culo ai russi di Brighton Beach, mafiosi e violenti, seduti nei bar a sorseggiare il loro thè con una zolletta di zucchero tra i denti; rubano, imbrogliano e cospirano, tornate da dove CAZZO siete venuti!
In culo agli ebrei ortodossi che vanno su e giu per la 47° nei loro soprabiti imbiancati di forfora a vendere diamanti del Sudafrica dell’Apartheid.
In culo agli agenti di borsa di Wall Street che pensano di essere i padroni dell’Universo; quei figli di puttana si sentono come Michael Douglas, Gordon Jack e pensano a nuovi modi per derubare la povera gente che lavora!
Sbattete dentro quegli stronzi della ENRON a marcire per tutta la vita!
E Bush e Chaneay non sapevano niente di quel casino? Ma fatemi il CAZZO di piacere!
In culo ai portoricani, 20 in una macchina e fanno crescere le spese dell’assistenza sociale e non fatemi parlare di quei pipponi dei dominicani, a loro confronto i portoricani sono proprio dei fenomeni!
In culo agli italiani di Benson Hurst con i loro capelli impomatati, le loro tute di nailon, le loro medagliette di Sant’Antonio, che agitano la loro mazza da baseball firmata Jason Giambi sperando in un’audizione per i Soprano.
In culo alle signore dell’Upper-ESide, con i loro foulard di Hernesse e i loro carciofi di Balducci da 50 dollari, con le loro faccie pompate di silicone, truccate, laccate e liftate, non riuscite ad ingannare nessuno VECCHIE BEFANE!
In culo ai negri di Harlem, non passano mai la palla, non vogliono giocare in difesa, fanno 5 passi per arrivare sotto canestro, poi si girano e danno la colpa al razzismo dei bianchi. La schiavitù è finita 137 anni fa!E muovete le chiappe!
In culo ai poliziotti corrotti che impalano i poveri cristi e li crivellano con 41 proiettili nascosti dietro il loro muro di omertà! Avete tradito la nostra fiducia!
In culo ai preti che mettono le mani nei pantaloni di bambini innocenti, in culo alla chiesa che li protegge non liberandoci dal MALE, visto che ci siamo ci metto anche Gesù Cristo: se l’è cavata con poco, un giorno sulla croce, un week-end all’inferno e poi gli alleluia degli angeli per il resto dell’eternità! Provi a passare 7 anni nel carcere di OthiSville.
In culo a Osama Bin Laden, a Al Qaeda e quei cavernicoli retogradi dei fondamentalisti di tutto il mondo. In nome delle migliaia di innocenti assassinati, gli auguro di passare il resto dell’eternità con le vostre 72 puttane ad arrostire a fuoco lento all’INFERNO! Stronzi cammellieri con l’asciugamano in testa, baciate le mie nobili palle irlandesi!
In culo a Jakob Elinsky lamentoso e scontento, in culo a Francis Slotery, il mio migliore amico che mi giudica con gli occhi incollati sulle chiappe della mia ragazza.
In culo a Naturelle Riviera, le ho dato la mia fiducia e mi ha pugnalato alla schiena. Mi ha venduto alla polizia!Maledetta Puttana!
In culo a mio padre, con il suo insanabile dolore, che beve acqua minerale dietro il banco del suo bar, vendendo whisky ai pompieri, inneggiando ai Broks Bombers.
In culo a questa città e a chi ci abita, dalle casetta a schiera di Astoria, agli attici di Park Avenue, dalle case popolari del bronx ai loft di Soho, dai palazzoni di Alfabeth City alle case di pietra di Park Slow e a quelli a due piani di State Island. Che un terremoto la faccia crollare, che gli incendi la distruggano che bruci fino a diventare cenere e che le acque si sollevino e sommergano questa fogna infestata dai topi.
No, no… In culo a te, Montgomery Brogan, avevi tutto e l’hai buttato via, brutta testa di CAZZO!”

 
 

Mimmo: intervista bis

A tutte le centinaia di appassionati della saga Mimmo (ogni volta che metto un post su di lui ricevo tra i 170 e i 340 contatti!!!!), rimando al blog di Patatrak, dove il nostro beniamino sfoggia tutta la sua Saggezza e Onniscienza in un’intervista che rasenta l’assurdo e il drammatico.
In un connubio di luoghi comuni, definizioni copiate da internet, e ragionamenti frutto, si spera, di una botta in testa, Mimmo si intrica in discorsi senza senso alcuno su Dio che infonde nelle cose infuse per collaudarle; sui noti studi che dimostrano che le donne, in quanto donne, non fumano solo sigarette e sul paragone tra i sentimenti di un Ateo con quelli di una Begonia.
Non perdetevela!!!
…e buon divertimento!
 
 
 

Ateismo=Criminalità?!

La strage in un villaggio nella zona occidentale del paese

Caccia alle streghe in Kenia:
11 bruciati vivi

La folla inferocita lincia 8 donne e 3 uomini: «Sono muganga, devono morire»

Penso: assurdo, ma del resto, il Kenya è un posto "barbaro", saranno tutti animisti… mi informo: ebbene, il 60 % della popolazione è Caristiana, a fronte del solo 25 % di animisti, concentrati nell’estremo ovest del paese. L’articolo poi fa proprio riferimento all’invocazione del Maligno da parte di queste donne….

 

Il discorso si ricollega a una ricerca che ho fatto in questi giorni… Sentiamo il Papa tuonare che, con la perdita dei valori cristiani c’è, nel mondo, l’aumento della disgregazione sociale, l’aumento dei crimini, perchè, senza una morale (evidentemente prerogativa del Dio Cristiano), la gente può lasciarsi imbestialire senza freni. La perdita dei valori, come sppiamo bene, coincide con l’aumento di atei e agnostici e la messa in relazione dell’ateismo con la criminalità non mi piace molto.

Così ho fatto un po’ di ricerche, ed ecco i risultati.

Classifica dei 20 paesi con più crimini rispetto alla popolazione e relativa % di atei-agnostici (di cui esprimo anche la posiziono che lo stato occupa nella classifica dei paesi più atei del mondo)e Cristiani.

1) Nuova Zelandia: 10,69 % crimini; 20-22 % atei ( non classificato); 60% cristiani.

2) Finlandia: 10, 16 % crimini; 28-60% atei (); 37-70% cristiani.

3) Danimarca: 9,31% crimini; 43-80% atei (); 30-80% cristiani.

4) Cile: 9,26 % crimini; 9,5 % atei (non classificato); 90-100 % cristiani.

5) Regno Unito: 8,57 % crimini; 31-44 % atei (15°); 50% cristiani.

6) Stati Uniti: 8,08 % crimini; 3-9% atei (non classificato); 80 % cristiani.

7) Olanda: 8 % crimini; 39-44% atei (14°); 40% cristiani.

8) Canada: 7,61 % crimini; 19-30% atei (20°); 70% cristiani.

9) Germania: 7,6% crimini; 41-49% atei (11°); 60% cristiani.

10) Norvegia: 7,21% crimini; 72% atei (); 20% cristiani.

11) Sud Africa: 7,05% crimini; non esistono atei; 68% cristiani.

12) Francia: 6,24% crimini; 43-54% atei (); 30-50% cristiani.

13) Ungheria: 4,48% crimini; 32-46 % atei (13°); 60% cristiani.

14) Estonia: 4,3 % crimini; 49% atei (10°); 26% cristiani.

15) Rep. Ceca: 3,82% crimini; 54-61% atei (); 50% cristiani.

16) Italia: 3,79% crimini; 6-15% atei (non classificato); 80% cristiani.

17) Svizzera: 3,6% crimini; 17-27% atei (non classificato); 79% cristiani.

18) Portogallo: 3,45% crimini; 4-9% atei (non classificato); 80% cristiani.

19) Slovenia: 3,35% crimini; 35-38% atei (18°); 59% cristiani.

20) Polonia: 3,27% crimini; non esistono atei; 90% cristiani.

Ebbene, visti gli anatemi papali scatenati contro la Spagna mi sarei aspettata di vedere la Spagna al primo posto per lo meno!!! Si nota dallo schema che, a parte per il caso Estonia, in tutti gli altri stati i Cristiani superano gli Atei, che spesso sono completamente assenti. Si nota anche che le roccaforti della Cristianità Universale (Italia, Portogallo, Polonia) sono in classifica.

Cosa manca invece?!

Mancano gli stati che occupano i primissimi posti per numero di atei in tutto il mondo. Infatti la classifica per Ateismo e Agnosticismo è (tra parentesi il posto che occupano nella classifica dei Crimini):

1) Svezia: 85% atei (non classificato).

2) Vietnam: 81% atei (non classificato)

3) Danimarca: 43-80% atei ().

4) Norvegia: 31-72% atei (10°).

5) Giappone: 64-65% atei (non classificato).

6) Rep. Ceca: 54-61% atei (15°).

7) Finlandia: 28-60% atei ().

8) Francia: 43-54% atei (12°).

9) Sud Corea: 30-52% atei (non classificato).

10) Estonia: 49% atei (14°).

11) Germania: 41-49% atei ().

12) Russia: 24-48% atei (non classificato).

13) Ungheria: 32-46% atei (13°).

14) Olanda: 39-44% atei ().

15) Regno Unito: 31-44% atei ().

16) Belgio: 42-43% atei (non classificato).

17) Bulgaria: 34-40% atei (non classificato).

18) Slovenia: 35-38% atei (19°).

19) Israele: 15-37% atei (non classificato).

20) Canada: 19-30% atei ().

A parte il caso della Danimarca, non c’è alcuna corrispondenza tra le classifiche degli stati con le più alte % di atei e quelle dei crimini.

Per me, quindi, il connubio: perdita dei Valori Cristiani=aumento criminalità non ha senso. Forse si può mettere in relazione alla società, ma non all’ateismo o all’agnosticismo, perchè altrimenti la SVEZIA sarebbe un’immenso calderone di criminali, e la POLONIA sarebbe l’Eden in terra.

Fonti e siti:

http://www.adherents.com/largecom/index.html

http://blog.360.yahoo.com/blog-3iO0uDo9bq9cRbKPrCwiy45TRxY-?cq=1&p=33

http://www.nationmaster.com/cat/cri-crime

 

-Pino Luca Trombetta: Sincretismo e mercato religioso (in rete)

-Criminalità in Italia, bollettino a cura del Dipartimento Amministrazione Penitenziaria del Ministeo della Giustizia. (in rete)

-Rapporto sulla Criminalità in Italia 2007, Ministero degli interni. (in rete)

 

Ringrazio mio fratello per avermi fatto i calcoli delle %!!!

Mimmo 2: il ritorno

Per la serie "a volta ritornano", Mimmo mi ha chiesto di fargli un’intervista (dopo che me ne ha fatta una lui), pobabilmente su di giri per la prossima apparizione della sua sul blog di Patatrak.
Ecco il risultato:
(io in azzurro e lui in nero)

Nome

Mimmo

Età

43

Profressione

Gpg

Titolo di studio

Licenza inferiore

Credi in Dio?

Lui crede in me ed io mi faccio trovare come figlio

Crede in te in quanto suo figlio (come tutto il resto del mondo) o in quanto Te Stesso?

Come il resto del mondo compresa te

Quindi è un dato scontato e non voluto, cosa c’entra con la tua credenza in lui?

Per conversione, prima non credevo

Cosa ti ha fatto cambiare idea?

Il momento di una preghiera carismatica, e successo qualcosa di indescrivibile

Scusa, ma se non credevi perché ti sei messo a pregare?

E successo come un brivido forte e poi uscendo dalla celebrazione parlavo del vangelo come se fosse da anni poi sono diventato un pastore del rinnovamento carismatico

La tua educazione aveva compreso anche un educazione religiosa o i vangeli si sono auto-formati nella tua mente?

Si sono auto formati

Quindi non li avevi mai sentiti prima né avevi mai avuto contatti con il mondo cattolico prima?

No assolutamente

Quindi ti si può paragonare agli apostoli che ricevettero il dono delle lingue dallo spirito Santo, mentre tu hai ricevuto la conoscenza biblica?

Credo che lo spirito santo abbia voluto questo: lui soffia dove vuole e quando vuole

Ti riconosci in qualche chiesa o, avendo ricevuto la parola direttamente da dio, non ti ci ritrovi?

Credo che Cristo abbia fondato una sola chiesa. quella fondata sulla tradizione e l’imposizioni delle mani: la chiesa cattolica usa questi riti insieme con l’unzione

Come giudichi le altre fedi?

Credo che ognuno cerchi la propria spiritualità indipendentemente dalla religione

Quindi le religioni non hanno alcun ruolo?

Sono solo delle guide

Come giudichi l’assenza di fede invece?

Credo sia un disastro: vedi il bullismo, educazione famigliare assente… ognuno vuole vivere il suo momento come gli pare in attesa di un  qualcosa: dove non ce moralità vi sono queste cose

Quindi la moralità appartiene solo a coloro che hanno fede in dio.. come giustifichi i crimini commessi proprio in nome di dio allora?

Non giustifico non sappiamo il momento come era vissuto

Quindi il legame tra degradazione sociale e assenza di fede in cosa si concretizza?

Si concretizza facendo omissione vedere e non fare nulla

La soluzione quindi quale sarebbe?

Impegnarsi per i ragazzi più giovani fin dalle elementari: un po più di severità

Educazione civile o religiosa?

Civile, la religione viene dopo

Come vedi le ingerenze religiose nella società?

Molto blande non ci sono più prof e professorese che non si siano fatte raccomandare in religione

E la chiami blanda una cosa del genere?!

Si ne conosco alcuni amici

Quindi ogni prof è stato raccomandato "in religione"… come garantire il diritto e le pari opportunità a professori di altri credi, atei o agnostici allora?

Parlo del cattolicesimo: molti di questi sono presentati dai sacerdoti all’istituto di scienze religiose dopo aver fatto simonia per anni nelle parrocchie, garantito

Mimmo, io la chiudo qui, non sai rispondere in maniera coerente nè leggi le domande che faccio

Se te mi fai domande solo su queste cose io non sono un tibetano.. passa ad altro

Intervista pilotata! non vale

 

 

E qui si interrompre per la mia satuazione.. ovviamente, non sono stata un’intervistatrice seria nè imparziale.

 

 

Can she excuse my wrongs

Can she excuse my wrongs

Can she excuse my wrongs with virtue’s cloak?
shall I call her good when she proves unkind?
Are those clear fires which vanish into smoke?
must I praise the leaves where no fruit I find?
No, no: where shadows do for bodies stand,
thou may’st be abused if thy sight be dim.
Cold love is like to words written on sand,
or to bubbles which on the water swim.
Wilt thou be thus abused still,
seeing that she will right thee never?
if thou canst not overcome her will,
thy love will be thus fruitless ever.
Was I so base, that I might not aspire
Unto those high joys which she holds from me?
As they are high, so high is my desire:
If she this deny what can granted be?
If she will yield to that which reason is,
It is reasons will that love should be just.
Dear make me happy still by granting this,
Or cut off delays if that I die must.
Better a thousand times to die,
then for to live thus still tormented:
Dear but remember it was I
Who for thy sake did die contented.

Potrà mai perdonare i miei errori con la maschera della Virtù?/ Come potrei io chiamarla Buona, quando prova solo crudeltà?/ Che fuochi luminosi sono questi che svaniscono in fumo?/Dovrei forse pregare le foglie se non trovo frutti?// No,no: ove si creano ombre da corpi ritti/ tu potresti essere maltrattata, se solo la tua vita fosse persa./ Un gelido amore non è altro che parole scritte sulla sabbia/ o come bolle che sull’acqua nuotano.// Ti lascerai ancora maltrattare/ vedendo che lei non ti renderà mai giustizia?/ Se non puoi vincere la sua volontà /il tuo amore non sarà che infruttuoso.// Ero così vile da non poter aspirare/a quelle gioie sublimi che lei mi nega?/ Come loro sono alte, così alto è il mio desiderio:/ se lei questo mi nega/ cos’altro mi può essere concesso?// Se lei si piegherà alla Ragione/ perchè è volontà della Ragione che Amore debba trionfare.// Cara: fammi dunque felice, concedendomi questo,/o taglia via l’indugio e decidi se io debbo morire.// Meglio morire mille volte/che vivere così tormentato:/Cara, ma ricorda che ero io/ che per amor tuo ha lottato ed è morto.

Composizione dei Libri dell’Antico Testamento

Composizione dei libri dell’Antico Testamento

Ricordo, prima di iniziare ad analizzare libro per libro, che la rivoluzione letteraria coinvolse tutto il bacino del Mediterraneo agli inizi del VII a.C.. In tale secolo Omero scrisse l’Iliade e l’Odissea e fu steso il primo nucleo di alcuni libri del Deuteronomio (soprattutto quello sulle mitiche origini del popolo di Israele).

Detto questo, vediamo libro per libro quando è stato effettivamente composto e di che anni invece parla.

GENESI: libro sulla cosmogonia e sulle origini mitiche di Israele (?-1700 a.C.). Composto forse sotto il regno di Ezechia (716-687 a.C.), ma noto dal nel 622 a.C.

ESODO: libro di Mosè (1250-1210 a.C.). Composto forse sotto il regno di Ezechia ( 716- 687 a.C.), ma noto dal 622 a.C.

LEVITICO: libro sulle Leggi di Mosè. Composto dopo il 586 a.C.

NUMERI: Mosè a Canaan (1200 a.C.). Composto dopo il 586 a.C.

DEUTERONOMIO: Leggi di Mosè e Giosuè (1220-1200 a.C.). Composto forse sotto il regno di Ezechia (716-687 a.C.), ma noto dal 622 a.C.

GIOSUE’: occupazione della Palestina (1250-1200 a.C.). Composto dopo il 622 a.C.

GIUDICI: libro sulle guerre del 1200-1050 a.C.. Composto dopo il 622 a.C.

RUT: libro sulla bisnonna di Davide (1100 a.C.). Composto nel 445-433 a.C. sotto Neemia o nel 425 a.C.

SAMUELE: libro su Samuele, Saul, Davide (1040-970 a.C.). Composto dopo il 622 a.C.

RE: libri su Salomone, Giuda, Ezechia, Giosa, ecc (970-609 a.C.). Composto tra il 609 a.C. e il 562 a.C.

CRONACHE: libri su Davide, Ezechia, Giosa (1100-609 a.C.). Composto tra il 335 a.C. e il 300 a.C.

ESDRA: libro sula storia di Israele sotto Ciro (538-400 a.C.). Composto tra il 335 a.C. e il 300 a.C.

NEEMIA: libro su Neemia (445-433 a.C.). Composto tra 335 a.C. e il 300 a.C.

TOBIA: libro sulla Rovina di Ninive (630-612 a.C.). Composto tra il 333 a.C. e il 250 a.C.

GIUDITTA: libro sulle gesta di Nabucodonosor (605-562 a.C.). Composto tra il 150 a.C. e il 50 a.C.

ESTER: libro su Mardocheo (580-550 a.C.). Composto tra 246 a.C. e il 160 a.C.

MACCABEI: periodo dell’Ellenismo e rivolta dei Maccabei (300-134 a.C.). Composto tra il 124 a.C. e il 100 a.C.

GIOBBE: leggenda popolare orale. Scritto nel III a.C.

SALMI: attribuiti a Salomone (950 a.C.), furono composti tra il 425 a.C. e il 50 a.C. da diversi autori.

PROVERBI: fatti risalire al periodo tra 970 a.C. e 700 a.C., sono stati  scritti  dopo il 425 a.C. da diversi autori.

CANTICO DEI CANTICI: attribuito a Salomone (950 a.C.), è stato scritto tra il 425 a.C. e il 300 a.C.

SAPIENZA: attribuito a Salomone (950 a.C.), è stato scritto attorno al 50 a.C.

SIRACIDE (o ECCLESIASTE): composto tra il 246 a.C. e il 180 a.C.

ISAIA: vissuto tra il 765 a.C. e il 700 a.C.. Il libro è la summa di tre profeti ( Isaia, Isaia Secondo e Isaia Terzo) e composto tra il 550 a.C. e il 100 a.C.

GEREMIA: vissuto tra il 650 a.C. e il 587 a.C.. Composto dopo il 500 a.C.

LAMENTAZIONI: composto dopo il 587 a.C.

BARUC: vissuto sotto Geremia (650-587 a.C.). Composto nel 50 a.C.

EZECHIELE: vissuto tra il 593 a.C. e il 571 a.C.. Composto dopo il 580 a.C.

DANIELE: vissuto sotto Nabucodonosor (605-561 a.C.). Composto tra il 167 a.C. e il 164 a.C.

OSEA: vissuto tra il 783 a.C. e il 743 a.C.. Composto attorno al 160 a.C.

GIOELE: vissuto dopo il 550 a.C.. Composto alla fine del 400 a.C.

AMOS: vissuto tra il 783 a.C. e il 743 a.C.. Composto attorno al 160 a.C.

ADBIA: vissuto intono al IX a.C.. Composto attorno al 160 a.C.

GIONA: vissuto attorno al V a.C.. Composto attorno al 160 a.C.

MICHEA: vissuto tra il 721 a.C. e il 701 a.C.. Composto attorno al 160 a.C.

NAUM: vissuto attorno al 612 a.C.. Composto attorno al 160 a.C.

ABACUC: vissuto tra il 612 a.C. e il 597 a.C.. Composto attorno al 160 a.C.

SOFONIA: vissuto tra il 640 a.C. e il 609 a.C.. Composto attorno al 160 a.C.

AGGEO: vissuto attorno al 520 a.C.. Composto attorno al 160 a.C.

ZACCARIA: vissuto attorno al 519 a.C.. Composto alla fine del 300 a.C.

MALACHIA: vissuto tra il 525 a.C. e il 445 a.C.. Composto attorno al 160 a.C.

 

Detto questo, si noti che la composizione dell’Antico Testamento va dal 622 a.C. al 50 a.C. Quasi mai i libri sono contemporanei ai fatti che narrano, né gli autori sono i personaggi protagonisti di tali fatti. Ricordo poi che, anche se sono stati SCRITTI dopo il 622 a.C., la tradizione ORALE era di gran lunga precedente.

BIBLIOGRAFIA:

          La Bibbia di Gerusalemme, EDB, 1971

          La Bibbia di Gerusalemme, EDB, 1980

          La Bibbia. Una Biografia, di K. Armstrong, Newton Editori, 2007

          Apocrifi dell’Antico Testamento, vol. 1 e 2, UTET, 2006

          Atlante Storico, Garzanti, 2000