Revisione Cronologica di tutta la Storia per i Creazionisti

Revisionismo Storico per la Bibbia

E’ estremamente complesso per me parlare in modo serio e oggettivo delle revisioni creazionistiche alla Storia, in quanto sono talmente lontane dalla realtà descritta da documenti, fonti, resti, reperti, scavi, studi archeologici e via dicendo da risultare, mi spiace dirlo, semplicemente ridicoli.

Girando per il web però mi sono imbattuta in un sito creazionista ( http://www.answersingenesis.org ) che tenta (con enormi e incolmabili lacune) di dare un senso alla Storia Egizia in relazione a quanto descritto dalla Bibbia, tanto da arrivare a stravolgere completamente 2000 anni di conoscenze storiche pur di trovare un appiglio alle strampalate e astoriche teorie che ha la pretesa di sostenere. Ci ho lavorato per un paio di settimane, tentando di colmare le lacune che il sito faceva finta di non vedere e tentando di comprendere come potessero arrivare a dire certe cose. Mi spiace ammetterlo, ma non sono riuscita nell’impresa, per la palese mancanza di fonti e dati a sostegno delle loro idee. Ho comunque deciso di riportare quello che il sito dice e confrontarlo con quello che la Storia ci narra.

Essendo il sito in Inglese riporto solo la mia traduzione del testo che tratto, ma metto nelle note a fondo articolo il passo in lingua originale, nel caso in cui voleste leggere l’originale.

Introduzione

Innanzi tutto serve una panoramica per inquadrare le credenze “storiche” dei creazionisti.

Il mondo, per loro, è stato creato in 6 giorni di 24 ore l’uno da Dio. L’anno della creazione è il 4004 a.C., calcolato sommando gli anni dei patriarchi ebraici partendo dal Regno di Salomone, storicamente databile al 970 a.C. Il Diluvio Universale si riversò su tutta la terra nel 2348 a.C. o nel 2308 a.C. (dipende dalla scuola creazionista che si segue) e distrusse tutte le civiltà precedenti, di cui non rimase niente (né testimonianze archeologiche né discendenti). Noè sbarcò con la famiglia e si instaurò nella zona dell’Eufrate, dove costruì la Torre di Babele, che fu distrutta da Dio nel 2248 a.C. A seguito della maledizione di Dio, i figli di Noè si sparsero per il mondo colonizzandolo tutto e dando vita a tutte le Civiltà Mondiali (Egizi, Maya, ecc). La Civiltà Egizia inizia quindi nel 2242 a.C. (http://www.answersingenesis.org/home/area/feedback/2006/0630.asp)

 

Storicamente parlando, il Diluvio Universale è databile attorno al 3000 a.C. e fu circoscritto alla Mezzaluna Fertile. La Torre di Babele dovrebbe essere stata una Zigurat a più piani (quelle a piano singolo sono databili attorno al 2000 a.C.), la cui comparsa è attestata nel 1100 a.C. sotto il regno di Nabucodonosor I. La Civiltà Egizia inizia col periodo proto-dinastico databile al 5500 a.C. Il periodo Dinastico inizia, invece, con la I Dinastia, nel 3100 a.C.

(http://afuocolacuria.spaces.live.com/blog/cns!F9B14DBCCD750386!4706.entry?_c=BlogPart)

 

Il Problema delle Piramidi

 

I Critici usano le piramidi per sostenere che la Bibbia non può essere corretta. Dicono che le piramidi furono costruite molto prima del Diluvio di Noè (…)” (1)

 

Per noi “critici” infatti la prima piramide risale al faraone Gioser (2680-2660 a.C.), della III Dinastia (2700-2530 a.C.), quindi ben 428 anni prima della Torre di Babele (uso la data della Torre perché unica, a differenza di quella del Diluvio).

Come risolvere il problema?

Proponendo una revisione dell’intera cronologia Egizia.

La base per tale stravolgimento della storia sono i controversi “studi” (non condivisi da nessun accademico né egittologo) di D. Rohl (creazionista moderato, http://en.wikipedia.org/wiki/David_Rohl ) che fa slittare la cronologia di 350 anni in avanti circa (http://en.wikipedia.org/wiki/New_Chronology_(Glasgow) ). Purtroppo, nemmeno questo slittamento di 3 secoli e mezzo aiuta i creazionisti a far combaciare le date. Vengono quindi arbitrariamente eliminate 5 dinastie, quelle comprese nel Primo Periodo Intermedio egizio (2), che andava dal 2195 al 2064 a.C. e comprendeva le dinastie dalla VII alla XI Tebana. Non esiste alcuna fonte, testo o studio che giustifichi questa arbitraria cancellazione di dinastie, quindi non so come i creazionisti possano giustificarla. Abbiamo quindi un ulteriore compressione di 131 anni della storia egizia che, sommati ai 350 di Rohl, fanno 461 anni di slittamento della storia egizia.

Tornando alla prima piramide di Gioser, costruita nel 2670 a.C. circa e sottraendo i 461 anni inventati dai creazionisti, si ottiene una data (2209 a.C.) perfettamente compatibile con la cronologia creazionista della Torre di Babele (2248 a.C.) e quella del fantomatico inizio della civiltà Egizia (2241 a.C.).

Ovviamente, uno slittamento di 461 anni crea ben altri problemi alla cronologia non solo egizia ma mondiale, ma li vedremo più avanti.

 

Mosè e la XII Dinastia

 

Lo slittamento cronologico messo in atto dai Creazionisti stravolge, per il loro compiacimento, quello che di storico conosciamo dell’Esodo. La Storia e il confronto con le fonti, anche ebree, ci suggeriscono che Mosè nacque sotto Seti I (1290-1279 a.C.), padre di Ramesse II (1279-1212 a.C.), sotto il cui regno avvenne l’Esodo. Come da me già scritto ( http://afuocolacuria.spaces.live.com/blog/cns!F9B14DBCCD750386!4531.entry ) non esistono prove reali di piaghe e di eserciti sotto il Mar Rosso. Il problema è riscontrato dagli stessi creazionisti che ammettono “(…) se Ramesse fu il Faraone dell’Esodo, il suo corpo dovrebbe trovarsi sul fondo del Mar Rosso, non nel Museo del Cairo dove si trova oggi (…)” (3). Il termine Ramesse contenuto nella Bibbia viene liquidato come errore di traduzione (4) e i riferimenti geografici alle città di Pitom e Piramses (Gen 1,11) sono semplicemente ignorati. Distrutto quindi ogni riferimento intelligente alla Storia, i creazionisti espongono la loro teoria su quando avvenne l’Esodo.

La data dell’evento è calcolata con precisione impressionante al 1446 a.C., utilizzando il conteggio degli anni dei patriarchi già sopra-citato. Data per loro confermata dalla presa di Gerico, che fanno risalire al 1400 a.C. (5), dimenticandosi che Gerico in quel periodo era abbandonata perché distrutta nel 1500 a.C. da un incendio e ricostruita solo nel 1370 a.C. (Gerico comunque fu sistematicamente distrutta ogni 100 anni circa, quindi si adatta a qualsiasi tipo di datazione le si voglia dare).

Nel 1446 a.C., storicamente parlando, ci troviamo sotto la XVIII Dinastia (1543-1292 a.C.), e più precisamente sotto il Faraone Thutmosi III (1479-1424 a.C.), di cui, disgraziatamente, possediamo la mummia. Nemmeno lui quindi si trova sotto il Mar Rosso! Come risolvere?

I creazionisti cercano quindi arbitrariamente una dinastia che potrebbe avere punti in comune con la leggenda di Mosè, trovandola nella XII Dinastia (6), che però data 1994-1797 a.C. Qui entra in ballo la revisione cronologica vista prima: sottraendo i 461 anni inventati da questi “studiosi” (vedi il paragrafo precedente) otteniamo una datazione che fa più o meno  coincidere l’Esodo alla fine di questa dinastia, ora data 1533- 1336 a.C. Sono calcoli a spanne che zoppicano ad adattarsi alle date da loro stessi proposte, ma bisogna accettarle per Fede, presumo. Fatto sta, che il Faraone sotto cui nacque Mosè viene identificato con Amenemete III (che regnò, storicamente, tra il 1861 e il 1813 a.C.). Alla sua morte, il nipote adottivo Mosè (figlio adottivo della figlia del Faraone) prese il nome di Amenemete IV (1813-1803 a.C.) e regnò su tutto l’Egitto per 10 anni circa, prima di scomparire, per gli storici, “misteriosamente” (7): per i creazionisti invece fuggì nel deserto come descritto da Es 2,11-12. Tornò poi in Egitto una volta estinta la XII Dinastia (1797 a.C.), guidata ormai solo dalla madre adottiva Sobeknefru (1803-1797 a.C.) che, in realtà, era la moglie-sorella di Amenemete IV alla cui morte (1803 a.C.) successe al trono.

Il problema (uno dei molti, a dire il vero) sorge quando i creazionisti identificano come Faraone dell’Esodo Neferhotep I (8). Egli fu il quarto faraone della XIII Dinastia (1797-1650 a.C.) e visse, presumibilmente, attorno al 1680 a.C. Significa quindi che tra la morte di Sobeknefru (1797 a.C.) e Neferhotep I (1670 a.C.) sono passati 120 anni. Un po’ troppi per un essere umano! Per i biblisti Mosè visse circa 150 anni, ma è comunque incompatibile con gli anni trascorsi dal suo regno al suo rimpatrio. Ovviamente, i creazionisti fanno finta di nulla e proseguono con il loro sproloquio.

Dopo essere rientrato in Egitto, scatena le piaghe sul povero Faraone Neferhotep I e, non pago, gli fa fuori l’esercito nel Mar Rosso sul cui fondale, per queste persone, giacciono ancora i corpi delle armate oltre a quello del Faraone stesso (motivo che spiega perché di Neferhotep I non abbiamo la mummia). A riprova di questo fu l’ascesa al trono d’Egitto delle due Dinastie Hiksos, popolo del Mare che invase l’Egitto nel 1650 a.C. facendo fuori l’ultimo erede della XIII Dinastia (Sobekhotel IV, 1670-1650 a.C.). Questi invasori non incontrarono alcuna resistenza né alcuna opposizione militare alla loro avanzata (9). Purtroppo per i creazionisti, non abbiamo alcuna prova che alcun esercito si frappose tra l’Egitto e gli invasori, ma, anzi, proprio a quel periodo risale il Muro di Fortificazione che gli Egizi eressero per difendersi da invasori provenienti dal nord ( http://it.wikipedia.org/wiki/Hyksos ).

 

Problemi

 

Oltre alla miriade di problemi a cui abbiamo accennato, vorrei sottolineare tre particolari episodi che trovo significativi al fine di mostrare quanto tutto questo sia assurdo e anti-storico.

 

Giuseppe

Come dovremmo sapere un po’ tutti, il popolo di Israele per la Bibbia giunse in Egitto con Giuseppe, venduto come schiavo al Faraone dai suoi fratelli e poi riscattatosi grazie alla sua capacità di interpretare i sogni (da Gen 37,1 a Gen 49,33). Storicamente parlando, si colloca questa piccola migrazione di alcune tribù nomadi ebree tra il 1650 e il 1550 a.C., vale a dire durante l’occupazione degli Hiksos del territorio Egizio. Questa migrazione sarebbe giustificata  a seguito della prima occupazione Babilonese del territorio Israelita (1700 a.C. circa).

Che cosa avviene però con la revisione attuata dai Creazionisti della Storia?

Che Giuseppe sarebbe dovuto giungere in Egitto nel 1840 a.C. circa, cioè 400 anni prima dell’arrivo di Mosè (così racconta la Bibbia, infatti; Es 1,4 che datano al 1446 a.C.). Peccato che nel 1800 a.C. fossero gli Egizi a controllare l’area Siro-Palestinese e tale occupazione risale al 1900 a.C. Perché dunque improvvisamente, dopo 100 anni di occupazione, alcune tribù presero e s’inoltrarono nel territorio egizio? Temo non ci sia dato sapere.

 

La costruzione delle Piramidi

Abbiamo già parlato precedentemente del problema della cronologia delle grandi piramidi. Qui vorrei invece affrontare un altro problema connesso alla presenza degli Ebrei in Egitto durante la XII Dinastia post-datata al XV sec a.C. Tale dinastia è famosa per la costruzione delle Piramidi a Mattoni, vale a dire, immense costruzioni fatte in mattoni come imitazioni di quelle in pietra dei predecessori famosi (Keope, Kefren e Micerino). Gli Ebrei, stando alla Bibbia, lavoravano effettivamente come costruttori di mattoni (Es 1,14). I creazionisti quindi, affermano che gli Ebrei costruivano le Piramidi della XII Dinastia (10). Il passaggio sarebbe quasi intelligente se nessuno andasse a cercare dove sorgono le Piramidi della suddetta dinastia. Esse furono erette nella regione di Fayyum, che si trova ad ovest del Nilo (fig 1) e a diversi kilometri dal Mar Rosso. Fin troppi kilometri se si pensa che gli Ebrei in fuga dall’esercito del Faraone raggiunsero il Mar Rosso in tempo record. Ovviamente, l’identificazione della residenza egizia degli Ebrei con Piramses è molto più logica (e, soprattutto, suggerita dalla Bibbia stessa in Es 1,11; fig 2). Ma anche qui, i creazionisti glissano facendo finta di nulla.

 fig. 1                       fig. 2        

(Piramesse è al punto 2 della cartina riportata in fig. 2)

 

Lo Slittamento di Tutta la Storia   

Questo è l’ultimo punto che vorrei affrontare. Abbiamo visto che, pur di far combaciare le loro credenze, i creazionisti sono pronti a stravolgere completamente e senza alcun criterio la cronologia egizia proponendo uno slittamento in avanti di 461 anni. Questo slittamento, ovviamente, si ripercuote su tutta la storia del mondo con conseguenze inimmaginabili.  

Ecco un semplice esempio: Ramesse III.

Ramesse III, che storicamente regnò tra il 1185 e il 1153 a.C, Verso dovette affrontare una lunga serie di invasioni dei Popoli del Mare (1170 a.C.). Questi popoli calavano dal nord europeo verso il sud, colpendo duramente anche i regni di Hittiti, Babilonesi e via dicendo. In Grecia, queste invasioni sono conosciute come l’Invasione Dorica che cambiò radicalmente la cultura e la civiltà greca trasformandola in quella che noi tutti conosciamo. Identificati infatti con i Popoli del Mare sono l’etnia Achea e Danaa, che presero il posto della civiltà Micenea che fino ad allora aveva governato la Grecia (http://it.wikipedia.org/wiki/Popoli_del_mare).

Stando però ai creazionisti e alle loro cronologie, Ramesse III visse non prima del 750 a.C. e, quindi, anche l’invasione dei Popoli del Mare è da post-datare a questa data. Il che significa che i Dori non arrivarono in Grecia prima del 800 a.C., vale a dire, circa 100 anni dopo la Guerra di Troia che, storicamente, si data XI sec a.C. Essendo stata però combattuta dagli Achei, quindi da una delle etnie giunte in Grecia con le Invasioni dei Popoli del Mare, non può che essere post-datata anche lei al 650 a.C., post-datando quindi tutta l’opera poetica di Omero al 550 a.C. (in realtà è del VIII sec a.C.). Tutto questo slittamento ci porta poi a un preoccupante effetto Domino che fa slittare tutta la storia greca in avanti di circa 200 anni. Alessandro Magno quindi fu del 113 a.C. e non del 313 a.C. e via dicendo, fino ad arrivare ai giorni nostri con una nuova Storia Mondiale incompatibile con quello che è la realtà. L’impero Romano sarebbe finito alla fine del 900 d.C., l’America sarebbe stata scoperta alla fine del 1600 d.C. e l’Attentato alle Torri Gemelle risale al 11 Settembre 2003.

Si scade nel ridicolo.

 

Conclusioni

Francamente, non so cosa possiamo evincere da tutto questo articolo.

Forse, che certi tipi di fondamentalismi minano la storia umana stessa con falsi dati e false credenze, che distruggono il nostro passato e tutto ciò che l’umanità è riuscita a studiare in tutti questi secoli.

La cosa preoccupante è la quantità di persone che sono disposte, senza alcun tipo di senso critico e senza metterci nemmeno una briciola d’intelligenza, ad accettare tutte queste assurdità pur di sostenere idee che non hanno oggettivamente riscontro. Quali altre distruzioni sono disposte ad attuare pur di credere ciecamente a dei libri scritti 3000 anni fa?

 

 

Bibliografia:

      http://www.answersingenesis.org/tj/v15/i1/moses.asp

      http://www.answersingenesis.org/creation/v26/i4/pyramids.asp

      http://www.answersingenesis.org/articles/am/v1/n1/world-born-4004-bc

      http://www.answersingenesis.org/home/area/feedback/2006/0630.asp

      La Bibbia di Gerusalemme, EDB, 1971

      Grande Enciclopedia Illustrata dell’Antico Egitto, De Agostini, 2005

      Dizionario Enciclopedico della Bibbia e del Mondo Biblico, Massimo, 1994

      Storia dei Greci, Carocci, 2003

      Grande Atlantico Geografico del Mondo, De Agostini, 1995

      Atlante Touring Storia Antica e Medievale, TCI, 1989

      Archeologia e Bibbia, Ed Paoline, 1988

      Atlante Storico Garzanti, Garzanti, 1994

      Le Antiche Civiltà Antidiluviane, Newton, 2004

 

Annunci

72 Responses to Revisione Cronologica di tutta la Storia per i Creazionisti

  1. Zel says:

    Chi volesse leggere le note, che non ho potuto pubblicare per l’eccessiva lunghezza, chieda a me che gliele passo.

  2. sabatino says:

    La cosa comica è che se parli con coloro che leggono la Bibbia col vocabolario intendono "giorno" della creazione un tempo non meglio definito perchè i tempi di Dio non sono i nostri tempi…. allora mi spiegate perchè  regolarizziamo  la nostra esistenza con la "settimana" con tanto di giorno di riposo ???
    Sono più propenso che la settimana è nata da un naturale e regolare ciclo lunare che alterna piena, primo quarto, nuova ed ultimo quarto ogni 7 giorni piuttosto che dalla creazione dell’universo ( esseri viventi inclusi) in 6 gg da 24 h l’uno +1 di riposo!!

  3. Stefano says:

    Credo che la Bibbia sia un testo pieno di simbologia (anche astrologica) interpretabile solo da taluni "Iniziati" ai Grandi Misteri che in essa simbologia sappiano "leggere".
    Inutile perdere tempo con chi nega la storia o la scienza perchè (ignorando la chiave di lettura) prende alla lettera il testo.
     
    Con Stima

  4. Zel says:

    QUesta idea di un’interpretazione astrologica nota solo agli Iniziati mi sembra un po’ tirata, sopratutto pensando al periodo di composizione dei testi, dagli autori e dagli ambieni in cui il pensiero filosofico e teologico ha preso vita… mi vengono in mente quelli che pensano di poter trovare tutte le predizioni del mondo nel testo ebraico prendendo delle lettere dai testi con regole e cadenze precise… ho letto un libro che ne parlava ma l’ho trovato abbastanza ridicolo, perchè con lo stesso metodo posso usare pure il topolino per predire tutto!
    Il concetto di una Conoscenza nota solo agli iniziati fa molto Gnosi, ma tale filosofia si sviluppò solo nel III a.C.! E’ impensabile di applicare tale categoria a scritti più antichi no?
     

  5. Stefano says:

    Penso che tale filosofia esista, insita nell’Uomo, sin dalla notte dei tempi non "solo dal III a.C."  E’ solo che tale filosofia non ama farsi pubblicità ma la rintraccio facilmente (ad es.) nell’Egitto del Faraone Akenathon.
    Ovviamente nell’essere cosciente di non possedere l’ortodossia dello scibile umano, mi riservo di trattare il tutto come una mia semplice opinione. (E di tanti altri ……..)
     
    Sempre con stima… 
    P.S. Lo scambio intellettuale con te è sempre stimolante!!!

  6. Zel says:

    Akenaton?! In che senso?
     

  7. Daniela says:

    Zel ,post ben scritto,sò ke ci hai messo tanto..peccato ke con le date sono 1 frana!Lo sai come la penso e ke io non mi ci ritrovo in questi studi nè da un lato nè dall’altro,perkè infondo non è questo quello ke mi porta a DIO,ribadisco so ke il tuo post è uno studio e non è buttato sul personale come i commenti di qualcun’altro…kiss @sabatino ke dire..ora fai anke l’oracolo del sud??parli di me e di Miriam a tutto tondo,e bhè si vede ke restiamo impresse nella tua mente in maniera indelebile…non è necessaria la replica.

  8. Zel says:

    Spero bene che non siano queste cose a portarti a Dio perchè saresti atea!!!
    E’ il professarsi creazionista e non sapere o non voler sapere cosa significhi che mi lascia basita… un creazionista potrebbe anche accettare il Big Bang (basta pensarlo progettato da Dio). Un creazionista che invece professa il 4004 a.c. come data dell’inizio del mondo deve per forza sapere che effetto domino sul mondo e sulla storia causa.
    Ho messo apposta esempi moderni a cui conduce il creazionismo: la scoperta dell’America sarebbe spostata al 1694 e l’attentato alle torri gemele al 2003… come la metti?!

  9. Alberto says:

    Una volta ho beccato questo sito che sproloquiava sul C14 e sulla datazione radiometrica in generale. C’è solo da chiedersi perché questa gente si ostini a negare l’evidenza, e profonda in questa opera tanta forza. Viviamo in un mondo strano.

  10. MIMmo says:

    oddio! la ZEL si e rimessa in moto…con i suoi post da capogiro…quest’anno dovremmo far uso di tanta novalgina e aspirina…ha parte gli scherzi benvenuta tra i comuni mortali , hai terminato le statuete di DASS-(plastilina).   le con il dass e capace di costruire le piramidi e distrugerle in tre giorni…un saluto affettuoso dal tuo mimmo… ciao

  11. Zel says:

    La cosa che mi scoccia molto è l’impossibilità di trovare articoli o siti che parlino della storia che deriva dalla credenza creazionista.. come ho mostraro, con lo slittamento delle date, tutta la storia si stravolge… pechè non esiste nessun sito creazionista che spieghi come prosegue la storia? Tutti fanno finta di niente e glissano, ignorano o semplicemente non sanno che dire al riguardo, quindi oscurano il cervello di chiunque cerchi delle informazioni intelligenti. E’ moooolto irritante tutto questo, perchè se ci arrivo io che spostando la storia di 400 anni in avanti si creano grossi problemi, com’è possibile che la gente non si ponga nemmeno una vaga domanda al riguardo?!?!!?

  12. Zel says:

    MIMMO!!!!
    MA ciao cuore mio!!!
    Sei finalmente tornato ad allietarci?!
    Sarai mica un creazionista pure tu?!

  13. sabatino says:

    io mi chiedo: perchè esiste l’incoerenza?
    Forse perchè esiste l’ignoranza?
    ………..

  14. Zel says:

    Diciamo che essere perfettamente coerenti è un lavoraccio di volontà che fa impressione. Non è facile, ma apprezzo molto chi ci lavora. E’ forse l’accettazione passiva dell’incoerenza che trovo deprecabile.

  15. Miriam says:

    Vero Zel…..concordo perfettamente, meno mle che abbiamo tutti gli strumenti per conoscere e capire e per fare in modo che la nostra opinione non sia una banale accettazione di credenze e superstizioni altrui……….
    Credo che chi assolutizza il creazionismo compie l’errore di analizzare un testo sacro e  antico, quale è la Bibbia, solo superficialmente! Un’attenta analisi filologica dei testi che hai richiamato ed una corretta esegesi del tutto , porta senza dubbio a conclusioni meno ridicole e, pur se  sempre teoriche almeno LOGICHE!
    Sentirsi ignoranti ogni giorno , credo sia la condizione ideale per comprendere che si impara sempre, da tutti e da tutto!! 

  16. giuseppe says:

    il confronto si sposta in territorio amico. miriam, quali sarebbero le conclusioni logiche che prospetti nel tuo commento?
     
    zel, sono arrivato qui tramite il link al tuo commento sullo space "l’alternativa", che ho trovato estremamente stimolante, oltre che perfettamente allineato alle critiche che, ormai da qualche mese, muovo ai frequentatori del blog cristiano. ti faccio i miei complimenti.

  17. Zel says:

    Grazie Peppe! 🙂

  18. Warrior says:

    Estremamente “Impressionato” dai contenuti del tuo Spaces (chiaramente nel senso più positivo del termine): uno Spaces ricco ed interessantissimo che mi prefiggo di “studiare” con molta attenzione e “cautela”  J.
     
    Una “battuta” J, però, me la devi consentire: per essere una persona che non crede a Dio, a Dei, a Dee, ad Angeli, a Spiriti, a Fantasmi, a Divinità, ecc. scrivi “troppo” su DIO … JJJJJJJJJJJJJJJJJJ
     
    Un saluto affettuosissimo.
    Carmine.

  19. Zel says:

    Il solito discorso: perchè un atea convinta e irriducibile si appassiona alla religione tanto da fare domanda (si spera!) per essere ammessa all’Istituto Pontificio di Studi Biblici (novità qui svelata dopo 3 settimane di ponderazione)?!
    Rigiro la domanda: perchè uno incapace di dipingere si laurea in storia dell’arte?
    Perchè uno sterile prende il dottorato in ginecologia?
    Perchè uno incapace di scrivere un romanzo legge 5 libri al mese?!
    E’ un’osservazione superficiale quindi, carmine.

  20. Miriam says:

    Scusami peppe ( se è vero che ti chiami così) ma non mi fido delle opinioni di chi rimane invisibile……..istinto o educazione……fa tu!

  21. giuseppe says:

    faccio io? ok: stupidità. per la cronaca, ho già risposto a questa domanda sullo space di quegli invasati.

  22. Miriam says:

    Nessuno di noi commentanto in questi blog in maniera visibile ha mai preso degli spam……….io non ho nulla da nascondere! Sarò stupida per questo ?………..bhe lascio valutare ai lettori ki lo sia realmente ;)!
     Beato te che hai le idee così chiare e che puoi permetterti così lucidamente di giudicare il tuo prossimo nascondendoti dietro ad un dito! Io non ho  l’età per giocare a nascondino con gli adulti e non mi va di confrontarmi con chi si fa insegnante e non ha il coraggio di dire con quali diritti!

  23. giuseppe says:

    curioso il fatto che, per te, il diritto morale alla parola si conquisti mediante una firma digitale… è una teoria quantomeno innovativa.
    io non pretendo di insegnare, mi limito a controbattere secondo le mie opinioni. qualcuno, però, dovrebbe imparare qualcosa da quello che scrivo, pur senza mettere in discussione la propria superstizione. in altre parole, se faccio riferimenti storici, alla filologia (ne abbiamo parlato per giorni, e tu non ne sai niente: la mia non è un’illazione, ma una deduzione dovuta alle tue affermazioni sbagliate), alle svariate interpretazioni dei testi sacri, lo faccio con cognizione di causa. se ne sai di meno, limitati ad imparare invece che controbattere scrivendo sciocchezze.
     
    per la croncaca, il tuo non fidarti delle opinioni invisibili è stupido, a giudizio mio e, probabilmente, di tutti: infatti, se è vero che, perchè un’opinione sia autorevole, non basta che chi la esprime sia una persona nota, deve essere valida anche la proposizione opposta.

  24. Miriam says:

    Hai ragione………nasconditi pure e quando ti fanno TANA ci rivediamo!
    Il fatto che tu conosca l filologia non significa che  sia l’unico al mondo! Anke altri studi prevedono l’uso di questa disciplina che va studiata ed inserita con altre discipline in un ambito di analisi dei testi sacri che tu invece ignori.
    La filologia presa da sola per analizzare la Bibbia serve a poco o meglio E’ UN APPROCCIO SUPERFICIALE, bisogna assolutamente integrarla in un’analisi esegetica e se ci vuoi ricavare un insegnamento personale, c’è anche un’altra "disciplina" che devi applicare e si chiama ERMENEUTICA.
    Se sono cose di cui non hai mai sentito parlare xkè magari studi linguistica classica e basta, informati!! Io ti posso solo comunicare che nell’analisi dei testi sacri in teologia usare un’analisi solo linguistica dei testi, è come fare un problema di aritmentica a metà e fermarsi senza avere mai in mano ne’ la soluzione, ne’ la possibilità di arrivarci.

  25. giuseppe says:

    miriam, ti prego: c’è tanto di discussione dall’altra parte, e chiunque la legga potrà rendersi conto di chi abbia ragione. quanto ai miei studi, non sono cosa che ti riguardi; come ho già detto, mi sembri una pettegola di paese, che perde il suo tempo ficcando il naso in cose che la riguardano molto poco.
     
    ribadisco che l’esegesi è una branca della filologia, e che l’ermeneutica non è altro che l’esegesi applicata ai testi sacri. queste sono definizioni che puoi trovare anche sui libri di filologia destinati a chi ha la licenza media: quindi sono verità incontestabili. chiunque si discosti da queste verità è in errore, quindi, come dicevo nel commento precedente, dovrebbe imparare qualcosa dalle discussioni a cui partecipa, invece che belare continuamente. chiudo qui la polemica, e mi scuso con la proprietaria dello space: più sono invasati, più pretendono ragione.

  26. giuseppe says:

    signori miei, dopo una discussione in cui ha fatto una serie di figure meschine di quel livello, pretendi di insegnare qualcosa…

  27. sabatino says:

    Qual’è il link "l’alternativa" al quale fate riferimento?
     
     
     

  28. Miriam says:

    Caro peppe, non mi va di insistere con te……….non ho tempo da perdere.
    Divertitevi ma senza di me………..informati, non pretendo che tu mi dia ragione ma ke x lo meno ammetta di non sapere un tubo di ESEGESI e di ERMENEUTICA!….poi, se è vero qullo che dici, mi passi  il testo con i numeri di pagine e paragrafi in cui avresti trovato scritte le cose che affermi, vediamo se i miei prof la pensano come te, grazie!
     

  29. Miriam says:

    Rettifico, non avevo ancora letto il cortese commento di peppe nel blog dell’alternativa.
    Credo che l’educazione sia una cosa che va oltre ogni opinione personale o  tecnica o provocazione dialettica. Con le persone irrispettose e maleducate non dialogo.
    Zel mi dispiace ma credo non sia + il caso di continuare questa discussione che per alcuni è solo uno modo per inviare di insulti gratuiti ed uno sfogo personale. Buona vita!!

  30. giuseppe says:

    per la cronaca, miriam ha avuto già settimane fa il titolo di un testo universitario che attesta la sua ignoranza. le è stato pure detto di fare riferimento alla prima parte di questo testo. ripeto il concetto: gli integralisti sono tutti uguali. e qui si chiude il discorso. zel, ti
    chiedo ancora scusa per l’invasione.
     
    PS, chi si fa gli affari altrui è un impiccione. i miei dati personali sono affari miei. lascio a miriam l’onere di chiudere il sillogismo.

  31. giuseppe says:

    zel, ti correggo: ho discusso con miriam nel guestbook de "L’alternativa". una precedente discussione con i proprietari dello space, relativa ad un loro post di aprile, è stata invece cancellata (o almeno, non riesco più a trovarla).

  32. Danilo says:

    Ridicoli Allo stato puro. Si presentano ridicoli di per sè tutti quegli individui convinti di saperne più di altri e si gonfiano come dei palloni capaci di autoconvincersi di essere migliori rispetto a chi la pensa diversamente da loro —–>stupidità. per la cronaca, ho già risposto a questa domanda sullo space di quegli invasati. qualcuno, però, dovrebbe imparare qualcosa da quello che scrivo pur senza mettere in discussione la propria superstizione. Per la cronaca, miriam ha avuto già settimane fa il titolo di un testo universitario che attesta la sua ignoranza. Se ne sai di meno, limitati ad imparare invece che controbattere scrivendo sciocchezze.MUHAHAHAHAHAHAHAHAHA!!!mi fanno morire sti scienziatucci. Sono come quei medici che operano pazienti senza nemmeno essere affermati nel loro campo.La cosa curiosa è la loro determinzazione nel cercare di smontare ogni opinione o ricerca biblica tanto da far passare per mito qualcosa che per loro di per sè già lo è; curioso vero? Il loro accanimento contro Dio è evidente ed è nascosto dietro ogni falsà affermazione, esempio: Zel scrive (spiegando i motivi del suo accanimento): <<perchè un atea convinta e irriducibile si appassiona alla religione tanto da fare domanda (si spera!) per essere ammessa all’Istituto Pontificio di Studi Biblici (novità qui svelata dopo 3 settimane di ponderazione)?! Rigiro la domanda: perchè uno incapace di dipingere si laurea in storia dell’arte? Perchè uno sterile prende il dottorato in ginecologia? Perchè uno incapace di scrivere un romanzo legge 5 libri al mese?! E’ un’osservazione superficiale quindi, carmine.Posso pure crederci… mmhhmhm… devo crederci? vabè sorvoliamo, faccio finta di crederci.Miriam è una persona molto intelligente, eppure è stata insultata solo per aver sostenuto delle tesi che vanno contro quelle affermazioni di questo fantomatico "mister punto interrogativo" (peppe e company). Come si può ben notare queste persone cercano il credente, leggono ciò che scrive e poi cominciano ad insultare la sua persona, ad insultare le sue afermazioni e scadono nella rabbia repressa che hanno e che covano dentro contro Dio e chi lo segue per amore di fede; ma qual’è il motivo scatenante di questi curiosi insulti? Semplice, il motivo è il fatto che loro non vogliono ascoltare nulla di ciò che dice il credente, ma il credente dovrebbe ascoltare e gioire delle loro ricerche (avute per mano di siti web) e delle loro affermazioni; intanto però lo cercano sto benedetto credente per cercare a loro volta non solo di ridicolizzarlo, sminuirlo ecc.. ma di mettere sopratutto in evidenza la loro alta cultura così da potersi cullare nella loro mera vanagloria.Arrivati a questo punto io dico questo: "Voi che vi credete più di tutti, anche più degli stessi scienziati o degli idoli che studiate e seguite, seguite pure la vostra logica e il vostro sapere o il vostro pensiero che tanto noi seguiamo le nostre stupidaggini e le nostre superstizioni. Gesù che vi piaccia oppure no, con i vostri siti e i vostri insulti o meno sta trasformando e continua a trasformare persone ancora oggi nel 2009 e ancora ne trasformerà. Gesù porterà (come ha fatto fino ad oggi) tante anime a salvezza. Sapete perchè? Perchè Egli è il RE di re è il Signore dei signori, ma sopratutto perchè ancora oggi la gente semplice vive!!!!! Coloro che hanno un cuore semplice vivono, coloro che sono stati chiamati alla fede in Gesù vivono e non ci sarà ne sito ateo, ne pulpito, ne mera cattiveria nel cuore di coloro che perseguitano Dio capace di portare queste anime a diventare quello che molti sono (materialisti, privi di spiritualità, donne che sembrano uomini, uomini che sembrano donne e nel carattere e nel vestire e nel pensiero ecc ecc). Io non invidio per nulla la vostra intelligenza, tenetevela pure!! A me basta Dio!! Un Dio vivente e non un Dio come voi avete cercato o creduto di trasformare raccontando di lui tante assurdità!Mia mamma è credente, mia nonna è credente, mio fratello è credente, altre mamme e altre nonne, o fratelli o zie e cugine sono credenti e loro non sono certo come voi crete che siano, ovvero meno intelligenti di voialtri o stupidi o chi più ne ha più ne metta. Siete convinti del contrario? Auguri allora. Saluti 😉

  33. Zel says:

    Discorso incomprensibile quanto inutile: le prove che le date del mio articolo sono false sei in grado di darle (o di chiederle al tuo dio hahahaha!)?

  34. Daniela says:

    Ahahah.. mo una risata me la faccio io!Siamo salvati per grazia mediante la fede , non mediante date storiche… ^^

  35. Danilo says:

    ehehehehehehe.

  36. Alberto says:

    Fingo di non aver cliccato su questa discussione pochi minuti fa.

  37. Zel says:

    Qeusto post nemmeno accenna a dio, quindi lasciatelo fuori che qui non c’entra un beneamato cazzo.Qui si parla di storia: nuda e pura.Quello che ho scritto qui sopra è STORIA, sostenuta da fonti, fatta da studiosi, confermata dall’archeologia.

  38. Daniela says:

    Vero, citi la storia, lo so, ma il discorso cade sempre sulla solita cosa, siccome è così DIO non esiste e la bibbia è una bella favola.Ma io ribadivo che noi delle date non c’è nè facciamo nnt , io apro la bibbia e non leggo date a questo livello.Tutto qua, hai chiesto di smontare il post, ma non è proprio mia intenzione-P.S.Non ti arrabbiareeeeeeeeeeee!

  39. Alberto says:

    Più che altro credo che post come questo mostrino le aberrazioni dei fondamentalismi religiosi. Se a te tutto ciò non interessa, perché tanto non condividi le opinioni di questi tipi strani o perché hai altro da fare, allora non sei obbligata ad intervenire; dalla tua assenza dedurremo che non ti interessi di storia. Non è che io commenti tutti i post che non mi interessano scrivendo "tanto queste non sono cose che mi interessano"; se non mi interessano non commento. Se invece vuoi intervenire, magari sarebbe meglio parlare di storia, così ci facciamo un’idea di come la pensi e capiamo meglio che tipo sei. Prendi Ciro, abbiamo imparato qualcosa di lui dai suoi interventi: che parla quattro lingue ma fra di queste non c’è l’Italiano, e che inventa storie implausibili a cui forse crede anche lui. Prendi Danilo: di lui ormai sappiamo che è in grado di schiacciare i tasti Ctrl+v anche ad occhi chiusi e con le mani legate dietro la schiena, sappiamo che apprezza sostanzialmente alcuni aspetti dell’operato di Rudolph Hoss, e abbiamo anche finalmente dalle sue labbra la conferma del fatto che non è intelligente. C’è sempre da imparare.Cosa scopriremo oggi di Daniela?

  40. Daniela says:

    Di me non scoprirai un bel nnt, a parte il fatto che leggendo le tue arringhe il mio spirito di sopportazione è migliorato nel tempo.Grazie Alberto sei un mito *_*

  41. Danilo says:

    Alberto e di te cosa sapiamo ??? ahahahahahaha!! ciao, ciao sapientino clementino.

  42. Danilo says:

    o era clementoni? XD

  43. Danilo says:

    ups mi sono mangiato una p, meglio correre subito ai ripari. SAPPIAMO! XD

  44. ciro says:

    alberto sai come si dice a napoli . si comma a mill lir nun te puort chiu. ( sei come la mille lire non si porta piu’ , )e dite qualcosa di nuovo vi siete fatti antichi come i carri del faraone . con osservanza vostro ciro

  45. Danilo says:

    ahahahahahaha grande XD

  46. Alberto says:

    Danilo, guarda che per me non è un problema se ti mangi le lettere. Anzi, secondo me dovresti mangiartene molte ma molte di più.Ciro, posso assicurarti che quello che IO dico non ha più di quindici anni. Alcune ripetizioni sono inevitabili, ma cosa possiamo dire? Sono… be’… dei classici.

  47. Zel says:

    Daniela: questo post non dimostra che dio non esiste, ma mostra che la lettura fondamentalistica della bibbia è assurda perchè STORICAMENTE si DIMOSTRA che ALCUNI passi biblici sono imprecisi, ommutati da altre leggende ecc. LA bibbi è stata scritta SECOLI dopo i fatti narrati e quindi è perfettamente normale che le informazioni tramandate oralmente si siano modificate, alterate e abbiano perso di verosimilianza.Dici: non è vero! I libri della bibbia sono stati scritti in contgemporanea ai fatti che narrano La genesi& co l’ha scritta Mosè nel deserto. Allora piegami: se per VOI (E, ribadisco, SOLO VOI) mosè visse nel 1446, quindi 200 anni PRIMA di Ramesse, come ha potuto scrivere il nome di due cità (Pithom e Piramesse) che all’epoca sua non esistevano?!?! I tuoi stessi libri evangelici ammettono che o avete sbagliato la datazione e mosè visse sotto ramesse o che "qualcuno" ha modificato, riscritto o adulterato la bibbia in epoche successive cambiando nomi, eventi ecc….E’ solo logica.

  48. Daniela says:

    No Zel, forse non hai capito, noi quando visse mosè non c’è lo chiediamo proprio.Tu sei un appassionata del campo e te lo chiedi, noi la bibbia la leggiamo in un altro modo, che è spirituale.

  49. Zel says:

    Ok, allora se è spirituale non va letta dal punto di vista storico.Quindi spiritualmente è coerente, storicamente parlando racconta un sacco di palle.

  50. Daniela says:

    Questo è il tuo pensiero, io non l’ho detto. Ciao Zel

  51. Giovy says:

    Io mi sono sempre chiesta se il tutto corrispondesse a verita’ storica o se la storia di mose’ poteva essere letta e interpretata con una modalita’ diversa.Il personaggio di Mose’ mi affascina, forte, coraggioso, pronto a dare la sua vita , un uomo di grande fede eppure qualcosa nella sua storia non riesco a capire…La strage degli innocenti nel nuovo testamento l’accetto perche’ opera della cattiveria umana, ma sinceramente pensare che Dio abbia steso la morte sui primogeniti dell’egitto di sua mano questo prorpio non mi va giu’.Tra i primogeniti ci saranno stati bambini , ragazzi o anche adulti senza colpa, tra i carri dell’egitto ci saranno stati cavalieri costretti a farlo per ordine…come ha potuto massacrare innocenti ?Se quello che dice Zel e’ vero, se i carri non sono stati travolti ma magari solo fermati in un qualsiasi altro modo allora in cuor mio spero che la storia in qualche modo abbia ragione; posso sembrare eretica ma preferisco pensarla cosi’, credo nella storia di Mose, nel roveto ardente sul monte sinai, su cio’ che Dio ci ha scritto per aiutarci a scegliere la strada del bene ma il mio cuore non vuole accettare un Dio cosi’ crudele che non tiene conto dell’innocenza anche solo di uno dei suoi figli.

  52. Zel says:

    Giovy: posso assicurarti che di morie di primogeniti in egitto non ce ne sono state. Una cultura come uqella egizxia ossessionata dalla morte ne avrebbe registrato la moria e avremmo fior fiore di prove (per lo meno, avremmo circa duecento mila tombe in più o necropoli o tombe reali). Sopratutto se pensi che il Faraone aveva deciso fin dall’inizio di lasciar libero Mosè, ma che fu DIO a "idurirgli il cuore" in modo da poterlo massacrare: vedi il mio post http://afuocolacuria.spaces.live.com/default.aspx?_c01_BlogPart=blogentry&_c=BlogPart&handle=cns!F9B14DBCCD750386!4531 I carri si sono ovviamente fermati alle paludi, in quanto un carro non può addentrarsi nel Mare delle Canne. Questo è un fatto verosimile e abbastanza logico. Pensa che il primogenito di Ramesse II (di cui abbiamo la mummia) è morto per un colpo alla testa durante una scaramuccia con dei ribelli nei pressi del Mare delle Canne… e se fosse stato mosè e i suoi (tutti armati, come si legge nella bibbia) a ucciderlo? E’ molto verosimile e da quell’0evento sarebbe poi naa la "leggenda" della piaga dei primogeniti (ricorda che l’esodo è stato scritto 700 anni dopo che era avvenuto!!!).Daniela: allora spiega le date.

  53. Giovy says:

    Zel io di storia non ne capisco molto ma mi fido dei tuoi studi ; Io credo in un Dio misericordioso che ha portato fuori dalla schiavitu’ un popolo che ha creduto in lui, che si e’ fidato di lui, che ha sperato in lui, questo e’ il messaggio della storia di mose’ in cui credo, un Dio che non ha agito come un Killer massacrando chi non ha scelto la strada della luce ma ha lasciato che questi perissero della loro stessa morte del cuore, travolti dal mare dell’odio.Io credo nel Dio che nel mistero della fede lo percepisci quando vivi il suo roveto ardente, che quando ha scritto non uccidere si riferiva soprattutto a quando uccidiamo con la lingua e con l’egoismo i nostri fratelli.Per il resto sono troppo piccola per comprendere date, fatti, e reperti, e sinceramente non mi interessa neanche, se la storia ci dice che i carri non sono stati travolti allora ben venga il mio cuore e’ piu’ felice e magari le rivelazioni sono volute proprio da Dio per aiutarci a comprendere il vero significato della fede dei nostri padri.

  54. Zel says:

    Dicesi la tua "Fede ragionata"… non posso che rispettare ^_^

  55. Giovy says:

    Grazie Zel e io rispetto te per cio’ che studi e per cio’ in cui credi e non ti nascondo che paradossalmente in questi mesi mi hai aiutato a ragionare di piu’ e a rafforzare quella piccola fede che ho e che nonostante i mille dubbi rimane salda .Grazie di esserci!

  56. Zel says:

    Hehe… i fatti e la storia non dovrebbero mettere in crisi la fede, a meno che si basi ciecamente su cose raccontate da uomini anche millenni fa!Se qualcuno pur di non far vacillare la propria fede nega la storia, ha una fede che non è troppo salda nè intima.

  57. Miriam says:

    Concordo Zel…. e concordo pure con Daniela quando parla di una lettura spirituale della Bibbia!Mentre poi l’attegiamento di Giovy rispetto alla fede mi pare molto composto e ragionevole… Giovy però fidati: C’è di +!!!!! ;D

  58. Giovy says:

    Miriam c’e’ di piu’ nella storia o nel mio cuore?

  59. Miriam says:

    Nel rapporto con Dio!Nella fede … ;D

  60. Giovy says:

    Parli in generale o ti riferisci a me?

  61. Miriam says:

    Sto parlando a te Giovy…. xkè non si capisce dei commenti?Quando dici che "non ti nascondo che paradossalmente in questi mesi mi hai aiutato a ragionare di piu’ e a rafforzare quella piccola fede che ho e che nonostante i mille dubbi rimane salda ." stai parlando della tua fede giusto?Bene, per esperienza personale posso garantirti che nella tua FEDE e nel tuo rapporto con Dio puoi avere molto di + di ciò che racconti in queste righe … mi sempri una persona che parla con il cuore, quindi se vuoi di + dal tuo rapporto con Dio chiedigli con il cuore in mano di darti di + e Lui lo farà …. io l’ho provato …tutto qua!

  62. Zel says:

    Sempre pensato che la Fede fosse una cosa e la Storia un’altra… l’invasione di campo che fa la fede nella storia è intollerabile, sopratutto quando porta a mentire sulla storia.

  63. Giovy says:

    Miriam io chiedo sempre prima di dare una risposta per esserne sicura…..,ora se tu sei riuscita a leggere in queste riga il rapporto che ho con Dio io non posso fare altrettanto con te ..Posso solo dirti che dico la verita’, la mia fede e’ piccola ma sincera, che ho aperto il cuore ma non ho chiesto nulla perche’ lui gia sa di cosa ho bisogno , che la vita con me e’ stata dura , per questo se ti sembro molto composta e’ solo perche’ ho i piedi ben saldi al suolo e che cio’ pero’ non mi impedisce di desiderare di conoscere Dio perche’ per me questa e’ la fede, e il desiderio non ha un punto di arrivo, e forse non riesci a comprendere neanche quello di partenza .Se ne avessi la possibilita’ ti farei entrare nel mio cuore allora capiresti che ognuno ha la sua storia, unica, e che il "piu’" per te puo’ essere diverso dal "piu’" mio…

  64. Danilo says:

    Terzo monarca della XIX dinastia egizia, regnò in Egitto dal 1278 a.C. al 1213 a.C. Figlio di Seti I e sua moglie Tuya salì al trono dopo la scomparsa del fratello. Celebre l’incredibile prole (quasi 100 figli) e il numero di mogli, fra le quali figura la famosissima regina Nefertari. Combatté contro l’impero ittita, in quel tempo governato dal re Muwatalli II, nella celebre battaglia di Kadesh, uno degli scontri meglio documentati nel mondo antico. Infaticabile costruttore, diede forma a giganteschi monumenti, quali il tempio di Abu Simbel e il Ramesseum. Secondo alcune interpretazioni del racconto biblico è contro di lui che Mosè avrebbe scagliato le dieci piaghe d’Egitto al fine di liberare il proprio popolo dalla schiavitù. (Vedi: Wikipedia.)Povero Faraone, in un’attimo di follia ha pensato di battere un’intero popolo tutto da solo, anzi deve ringraziare di aver ricevuto solo una botta alla testa, pensa se lo avessero maciullato per bene, a quest’ora ovevamo cercarlo pezzo per pezzo. O.o

  65. Danilo says:

    L’unica spiegazione teorica (se fosse così come tu e alcuni storici credete) è che il Faraone con i suoi cavalieri e i suoi carri siano stati presi di sorpresa durante un’imboscata organizzata dal capo guida di Israele "Mosè"; quindi Israele doveva conoscere bene quei luoghi, mentre l’egitto diversamente non conosceva bene la zona (dato il fatto che fu in quelle zone che il faraone trovò la sua morte). La morale della favola (sempre stando ai fatti storici e alle teorie) è che li ci fu una grande battaglia, poichè l’esercito egiziano non avrebbe lasciato che un faraone combattesse da solo contro un intero popolo di ebrei e fosse sconfitto, ma molto probabilmente lo avrebbe seguito fino alla morte (penso almeno gran parte di loro da buoni soldati valorosi e fedeli all’egitto e al loro re avrebbe fatto la scelta di seguire il faraone). Oggi abbiamo la mummia di Ramesse con il cranio sfondato, ma io non mi sono informato, abbiamo anche i carri e i resti dei cavalieri, gli abiti, le spade e oggetti simili ritorvati in quelle paludi benedette? chiedo così mi aggiorno.

  66. Miriam says:

    Giovy il mio era solo un’invito ad osare con Dio….vedi Gesù stesso nella bibbia ci dice " Chiedete e vi sarà dato, bussate e vi sarà aperto" … è una possibilità e da figli di un Padre così generoso e amorevole, non vedo perchè non dovremmo obbedirGli chiedendogli a cuore aperto ciò di cui abbiamo bisogno…E’ successo anke a me per timidezza o per non so che, di aver paura di parlare con Dio di tutto ciò che avevo in cuore ,pensando che Egli non poteva interessarsi alle piccolezze della mia vta…invece ho sperimentato che Dio non solo vuole che parliamo con Lui di tutto, ma ci chiama AMICI, ed io con i iei amici non ho alcun timore nell’esprimere me stessa! Figuriamoci se ne posso avere con il mio CREATORE che mi conosce meglio di me!! ;D

  67. Zel says:

    Danilo: stia facendo una confusione alluciante… Ramesse II morì di vecchiaia felicemente nel suo letto alla tada età di 90 anni e passa, dopo anni e anni che lo sparuto gruppetto di ebrei se ne era andato dalle sue terre (mica erano tutto il popolo ebraico! Altrimenti come spieghi che negli stessi anni c’erano grandi comunità di ebrei a babilonia, in palestina ecc?!?!?!).Quello con la testa rotta è il figlio primogenito di Ramesse II, di cui abbiamo la mummia….Ma puoi leggere le cose prima di dire scempiaggini?!?!?!

  68. Danilo says:

    ah XD ok

  69. Giovy says:

    Miriam credimi ho fatto tanti errori nella mia vita, tutto possono dire di me tranne che l’ho evitato….la timidezza non e’ nella mia indole , non sei la prima che mi dice queste cose e so’ che non sarai neanche l’ultima.Mi hanno sentita pregare, cantare, lavorare per lui e come te mi hanno detto : osa e vedrai che Dio operera’ meraviglie nella tua vita…Lui sa gia tutto, del mio passato, del mio presente, e’ il mio cuore che parla non c’e’ bisogno di parole ; sa del mio tormento, dei conflitti con la parola , con la chiesa, con la mia stessa storia , ma sa che senza di lui non ci so’ stare …Cmq ringrazio te , Ciro e tutti gli altri che mi invitano ad aprirmi…l’ho fatto e mi ha risposto regalandomi bellissimi voli…!

  70. Miriam says:

    Bene….ne sono felice Giovy e prego per te che questa meravigliosa esperienza continui in maniera sempre + profonda 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: