Elezioni Europee 2009

Senza far rumore alcuno siamo arrivati al week end per le Provinciali e le Europee….
Domanda: qualcuno sa i programmi? qualcuno li ha sentiti in Tv?
Io, lo ammetto, so tutto di Noemi e Berlusconi, e so che Franceschini parla di Berlusconi in ogni intervista che ha rilasciato, ma non ho la più pallida idea di quali siano i programmi.
So che il Pd non sopporta il Pdl, e che il Pdl ce l’ha con i magistrati che hanno condannato Mills reo-confesso dei crimini per cui è stato condannato.
Ma i programmi?
So che si volevano accorpare le elezioni con il referendum e so che si vuole ricostruire l’Aquila in tempi record.
Ma cosa stiamo proponendo all’Europa?
 
Oggi mi sono fatta un giro sui siti dei vari partiti per leggere almeno i nomi dei candidati, e ho scoperto che molti dei capo-lista sono pregiudicati, condannati, indagati ecc… Lo sapevate, almeno questo?
 
Il Pdl come capo-lista ha Berlusconi, che non pago di essere presidente del consiglio, proprietario del 70% dei mezzi di informazione italia, vuole anche un seggio in Europa (lasciare il posto a qualcuno under 40 no?!). Berlusconi è difensore della famiglia tradizionale prestu con DUE divorzi alle spalle e, una su tutte, si candida per entrare nel parlamento europeo dopo che per anni e anni e anni ha sputato in faccia a noi e a una sentenza della Corte di Giustizia Europea che gli intimava di lasciar libere le frequenze di Rete4 regolarmente vinte da Europa7. Con che coraggio lo vogliamo mandare in Europa a rappresentarci?!?!
E, come se non bastasse, ecco una carrellata delal sua fedina penale:
– Condannato per tangenti (Guardia di Finanza, Sme-Ariosto;
– Condannato per finanziamenti illeciti (All Iberian);
– Condannato per falso in bilancio (All Iberian, Terreni di Macherio, Fininvest, Telecinco in Spagna, Mediaset);
– Condannato per fondi neri (Medusa Cinema, caso Lentini);
– Condannato per corruzione giudiziaria (Mondadori);
– Prescritto (altrimenti condannato) per mafia;
– Prescritto (altrimenti condannato) per reciclaggio di denaro sporco;
– Prescritto (altrimenti condannato) per concorso in strage (Capaci, d’Amelio e le bombe di Firenze, Milano e Roma)
Per non parlare delle inchieste in corso, tra cui quelle per corruzione (Mills, Saccà, senatori vari ecc).
 
Il Pd ha cadidato De Castro indagato su “spiata” di Callisto Tanzi per il caso Nomisma, salvata non si sa con che fondi da un crac e con l’intento di usarla per facilitare il controllo di Tanzi stesso sulle questioni di economia agricola nella Comunità Europea…vogliamo votare qualcuno che ha tentato di fregare l’Europa?!
 
La Lega Nord candida Bossi, che è stato condannato in via definitiva per finanziamenti illeciti e maxitangenti  per istigazione a delinquere… tra l’altro, noto per il razzismo, vogliamo averlo in parlamento a rappresentarci?
 
La Destra candida Storace pluri-indagato (in 3 procure diverse) per concorso in accesso abusivo a sistemi informatici, per erogazioni indebite di di fondi, per offesa all’onore e al prestigio del presidente della Repubblica, per atti illeciti a Roma e, infine, per associazione a delinquere.
 
L’UDC , oltre a quell’ipocrita di Casini che pretende di difendere “i valori della famiglia tradizionale contro gli atticchi in atto sferrati da omosessuali e conviventi” per poi essere un divorziato rispostato e quindi concubinante, è candidato anche De Mita, condannato (e poi soggetto ad amnistia) per finanziamenti illeciti; fu poi imputato per corruzione e condannato (ma prescritto); di nuovo, almeno altre 3 prescrizioni a Napoli per corruzione e illeciti vari. Ad oggi è indagato per tangenti con Tanzi.
 
Questo per parlare solo dei partiti maggiori in Italia, terra di criminali che invece di andare in galera sono eletti da un branco di imbecilli a presidenti del consiglio.
 
Francamente, ho deciso di votare non i programm nè le persone, ma votare per l’UNICO partito italiano che NON ha condannati tra le sue liste, perchè che sia di destra o di sinistra resta comunque un partito (l’unico partito) di onesti, che vanno quindi premiati e rispettati.

Annunci

63 Responses to Elezioni Europee 2009

  1. Angelo says:

    e chi sarebbe?

  2. Zel says:

    Al massimo quale…. hihie poi il voto è segreto"

  3. Alex says:

    Di programmi se n’è parlato poco è niente, è vero… forse perchè di idee nuove e buone tra i nostri politici ne girano poche. Gira molta più cocaina, in compenso. Tuttavia, per allietare le giornate ho deciso di passare in rassegna i manifesti elettorali, ma senza sorprese: l’italia è il paese del "trallalero", viene censurato l’uaar ma non le frasi razziste ed indecenti della lega nord, spiattellate sui muri di mezz’italia e sui siti più frequentati del paese. D’altronde si sa: meglio razzisti che atei 😉 un saluto

  4. Zel says:

    La frase "meglio razzisti che atei" mi ricorda tanto n’altra sentita qualche anno fa (detto in senso provocatorio): "meglio un figlio mafioso che gay"… Ma io non so… sarebbe così semplice non avere criminali al governo, basterebbe una legge (che, tra l’altro, hanno tutti i paesi europei): "Un condannato non può essere rappresentante del popolo", fine… che ci vuole?!

  5. Tadd says:

    Votare per l’UNICO partito italiano che NON ha condannati tra le sue liste?In bocca al lupo!!!

  6. Mariac says:

    be se fossi maggiorenne sicuramente voterei i comunisti e sinistra arcobaleno

  7. Mariac says:

    *Sinistra e Libertà scusate non sono molto afferrata con i nomi di partiti politici XDpenso che il programma sia questo almeno credo: http://www.sinistrarcobalenoroma.it/adon.pl?act=src&sid=2

  8. Angelo says:

    ahahahaha hai ragione … ma io mi riferivo all’uomo politico, da qui il chi…… 🙂

  9. Angelo says:

    X mariacqualcuno ha detto…. se non voti comunista a 20 anni sei senza cuore, ma se li voti ancora a 50 sei senza cervello… Ciao

  10. Alex says:

    Chi l’ha detto? Berlusconi? XD

  11. Giovy says:

    be Alex magari lo dice proprio Angelo che avra’ fatto cosi’….cmq per me ormai non e’ più importante lo schieramento (le diversita’ sostanziali non esistono piu’e tanto meno gli "ideali")personalmente credo nella correttezza e l’onestà del singolo politico, che nello schifo della massa ancora esistono…

  12. Alex says:

    Infatti l’attuale governo è il frutto di acume ed intelligenza da parte degli elettori… sisi, non c’è che dire.Se non esistono più sostanziali differenze negli ideali e nella politica, speriamo che la lega arrivi in europa. Così potremmo dimostrare quanto contano le dimensioni del nostro cervello. saluti

  13. Giovy says:

    morale Alex????’

  14. Alex says:

    Hai bisogno di una morale?

  15. Giovy says:

    puo’ essere:)) ma forse hai bisogno tu di farla…

  16. Alex says:

    Se servisse a qualcosa la farei anche.

  17. Giovy says:

    ma come non esistono gli ideali?….dai su Alex prova a farla!

  18. Alex says:

    Certo che gli ideali esistono, ed io sono un fervente sostenitore dei miei. Non averne sarebbe molto triste, a qualsiasi età.La morale della favola che ho letto poco più sotto, alternandomi tra te e Angelo, è molto semplice:- A cinquant’anni se voti per i comunisti sei un deficiente. – Oggi non esistono ideali, votare lega nord, socialisti, forza nuova o comunisti non fa alcuna differenza. – Bisogna credere per fede nella correttezza del singolo politico. E quindi, mi chiedo, se un politico è un "pulito" razzista neo-fascista, devo votarlo e buttare nel cesso ciò in cui credo?Contenta?

  19. Giovy says:

    ma sei leggermente arrabbiato?….l’esempio del "pulito razzista neo_fascista" non calza con cio’ che ho detto nel commento, mi dispiace…Personalmente non vedo un sano confronto politico_sociale ma solo conflitti, che mortificano le potenzialita’ dei singoli e di tutta la collettivita’, mi dispiace Alex ma io non vedo piu’ nessun modello condivisibile, tutti i partiti hanno in comune solo una cosa: il denaro!Governo di destra , di sinistra di centro…mi dici cosa e’ cambiato per esempio sulla giustizia? tutti dicono che la legge è uguale per tutti! ma chissa perchè questa macchina in Italia è sempre molto molto lenta!a prescindere da ogni "fede" politica…cmq in una realta’ come quella in cui vivo difficilmente credero’ ad un ideale politico!e sono anche consapevole che sia triste….non per questo sono priva di ideali…!

  20. Mariac says:

    se non voti comunista a 20 anni sei senza cuore, ma se li voti ancora a 50 sei senza cervello.chi sarebbe questo qualcuno?non so perche ma mi sembra una frase troppo di destra….non è che sei del pdl anche tu?

  21. Alex says:

    Tanta curiosità e poi non ti è piaciuta la mia morale?Il "pulito razzista neo-fascista" calza a pennello, invece… perchè seguendo le tue direttive potrebbe essere una figura politica perfettamente centrata nei parametri per te essenziali nella scelta di un candidato. (CITO: "per me ormai non e’ più importante lo schieramento (le diversita’ sostanziali non esistono piu’e tanto meno gli "ideali")personalmente credo nella correttezza e l’onestà del singolo politico")In bocca al lupo!

  22. Giovy says:

    Infatti Alex hai detto bene "potrebbe"ma non e’ cosi’…quelle da te enunciate non sono le mie direttive…per il resto la mia non si limitava ad una semplice curiosita’, mi interessava davvero come la pensavi e se non la condivido non significa che non la rispetto…Accolgo il tuo"in bocca al lupo" con la speranza che crepi e che soprattutto il forte ideale che ti spinge a crederci ancora arrivi fino ai miei 35 anni e oltre…magari divenendo anche tu un politico vero com’e’ nei miei pensieri: con cuore e cervello!

  23. Alex says:

    E quindi ti contraddici… perchè, di fatto, dai peso a "diversità sostanziali" che prima affermavi essere inesistenti, altrimenti la tua obiezione ("potrebbe") non avrebbe senso.Comunque non sono arrabbiato (figuriamoci!), la mia è solo una provocazione che dovrebbe far riflettere sul fatto che relegare tutto alla presunta (perchè a meno di conoscenze personali non sappiamo niente di una persona) pulizia morale di un candidato non è una garanzia abbastanza forte da essere adottata. Ecco perchè gli ideali dovrebbero sempre governare certe questioni, magari associati ad un pò di sana informazione…Non è ancora chiaro che io credo nei miei ideali, non nella politica in genere. In quello che io so essere giusto crederò sempre, a prescindere dai vessilli. Populismo? No, buon senso.Grazie dell’augurio.

  24. Giovy says:

    Alex non sono contraddittoria, di che e’ quasi impossibile trovare politici che nel mio pensiero sono solo utopie…lo sai dove la vedo la vera contraddizione?che da una parte c’e’l’Italia del potere, con le sue auto blu e gli aerei di Stato, l’Italia degli stipendi da capogiro, degli sprechi e dello sperpero di denaro pubblico, dei favoritismi e dei disonesti, e non c’e’ partito che regga, se c’e’ me lo indichi perfavore!!!!! e dall’altra l’Italia della gente “normale”, che lavora onestamente per arrivare alla fine del mese, sommersa da tasse assurde, da canoni e da bollettini; l’Italia di cittadini che come me sono disillusi che, sempre più arrabbiati, rimangono nauseati e perplessi di fronte alla disonestà e incapacità crescente di politici senza cuore e senza cervello.L’augurio e’ sincero ….io mi auguro veramente di cuore che tu possa divenirlo e non perdere per strada cio’ in cui credi!, un politico preparato e competente e che magari col suo animo da architetto possa guardare con professionalita’ e "arte" all’interesse di tutti.

  25. Jole says:

    io stasera vado a votare e zel non mi ha detto quale è l’unico partito che non ha condannati nelle sue liste, per giunta è partita col moroso……….qualcuno mi può aiutare a capire quale è?

  26. Alberto says:

    Sarà l’Italia dei Valori…

  27. Jole says:

    sarà o è?

  28. Angelo says:

    non è che 50 anni se voti comunista sei deficiente… sei deficiente se a 50 anni credi che la politica sia una cosa pura.

  29. Angelo says:

    X mariacSono di destra, come idea, come partito finiano

  30. Angelo says:

    x jolesarà….. hanno anche loro gli scheletri nell’armadio stanne certa.

  31. Alex says:

    E quindi per far capire agli altri che hai capito (a cinquant’anni) che la politica non è una cosa pura, è necessario non votare i comunisti. E’ una specie di messaggio subliminale che si vuole lanciare alla società, per caso? ;-)La verità è che ad essere d’accordo non noi stessi non ci vuole molto. Ma certo non possiamo andare d’accordo con gli altri se pensiamo che non abbiano cervello in base a cosa votano. Penso ci siano parametri più adeguati per valutare una persona. E comunque, c’è una bella differenza tra il bancario ed il banchiere. Saluti

  32. Alex says:

    A me non interessa cosa tu pensi dei comunisti. Ma la frase che adesso spacci per tua è qualunquista a prescindere dalle tue osservazioni discutibili sula psico-dottrina comunista, e non si scappa. E’ una generalizzazione banale che non può essere presa in considerazione in un discorso serio. Andare d’accordo con gli altri è necessario se vuoi vivere in una società civile, altrimenti la strada dell’eremita non la si nega a nessuno. Peccato, quindi, che tu te ne fotta di mandare messaggi alla società… perchè con tutta questa esperienza di vita ci sarebbe da banchettare. Quindi tutti i bancari implicati nel crack parmalat votavano per i comunisti. Certo! Si vede che non ho cinquant’anni!saluti

  33. Alex says:

    Altra lezione di vita, dunque: le persone serie fanno discorsi qualunquisti. Le persone qualunquiste fanno, invece, discorsi seri. Dovrò ricordarmi di queste elucubrazioni mentali d’ora in avanti… se non altro per evitare di dialogare con persone con le quali, al contrario, non ho nulla da discutere.Quanta saggezza.

  34. Alberto says:

    @Jole: non lo so, ma quasi sicuramente lo è. L’IdV fa della legalità il proprio cavallo di battaglia.

  35. Alex says:

    No, io in cosa "credi" non lo so affatto. E nemmeno mi interessa, devo dire…Come non mi interessano le lezioni di vita di chi ammette di non prenderla sul serio. Non ho nulla da imparare da questo tipo di interlocutori, ed io COME BEN SAI, di imparare ho sempre voglia. P.s.Mai confuso niente con nient’altro. Io sono sempre lo stesso, questa è l’unica cosa contro la quale, se vuoi, puoi sbattere il muso.Buona serata.

  36. Zel says:

    Wow, il dibattito si è infiammato… intato aspettiamo i risultati.

  37. ...Là... says:

    I risultati purtroppo erano ovvi… Berlusconi ha perso molto poco rispetto all’anno scorso (circa un 3-4%) e i suoi voti se li è presi la lega. Quelli della mia parte (la sinistra) non hanno capito nemmeno stavolta che mettendosi insieme (unendo sinistra e sinistra e libertà) avrebbero preso un 6-7%, spero che ci arrivino per le prossime elezioni… Mi fa piacere per Di Pietro, ma alla fine i voti in più che ha preso li ha tolti al pd, non a berlusconi…Direi che il risultato è questo: viva il razzismo e i delinquenti… che paese…

  38. Alex says:

    Eh già… viva il razzismo, i delinquenti e… le canzonette. Ormai vanno di moda 😉

  39. Giovy says:

    Be tutto sommato E.Bennato non aveva tutti i torti….

  40. sabatino says:

    Se l’architetto nigeriano offre il mio stesso prodotto ad un prezzo più competitivo vuol dire che è meno esoso di me e quindi è giusto che il mercato lo premi; questa è la regola del mercato globale non ci si può fare niente. Il razzismo è una vergogna che spero non tocchi mai le persone che stimo perchè non abbiamo alcun merito di essere nati in Italia con la pelle bianca e perchè penso che nessuno si sottragga con piacere ai luoghi dove è nato, cresciuto e formato se non è costretto da una serie contingenti di motivi.Auguro al mondo intero di permettersi il "lusso" di non essere razzista… perchè le sfide della vita non si vincono abbattendo o eliminando i concorrenti ma sapendo migliorarsi sempre.

  41. Alex says:

    Angelo: trent’anni fa come adesso il razzismo è sempre stato uno pseudo-ideale in bocca a persone molto ignoranti. Ci si può permettere un bene, oppure ci si può permettere di valutare una persona in base alle cose che dice… ma non ci si può permettere di essere razzisti senza sputarci in faccia nello specchio ogni santo giorno. E’ un compromesso che qualcuno potrà accettare, io no. Progetto, per il mio futuro, di continuare a aver stima di me stesso, prima ancora di trovare lavoro. Ho molti compagni di corso stranieri all’università. Con uno di questi, Elie, ho legato molto. E’ un ragazzo (uomo, direi… ha più di trent’anni) molto preparato, ha lasciato la sua terra, il Camerun, per venire a studiare architettura in Italia. Non mi meraviglierei se domani dovesse farmi concorrenza, sono le regole del gioco. Ma in base al ragionamento di Angelo, sembrerebbe quasi che domani il caffè che quotidianamente mi offre fossi costretto a ripagarglielo con una bella frase del tipo "negro di merda tornatene a casa tua". E di questi tempi nessuno griderebbe allo scandalo.A questo punto, a fanculo le pretese. A fanculo l’architettura. A fanculo i razzisti.Cambia le tue fonti.

  42. Giovy says:

    Alex io mi auguro che continuerai ad avere stima di te stesso anche quando non troverai piu’ il piatto a tavola e il letto pronto ma ti ritroverai a sbattere la testa contro il muro perche’ magari hai perso il lavoro e non puoi piu’ pagare il mutuo, perche’ magari lavori come un ciuccio e il salario e’ talmente basso da non poter permettere uno sport ai tuoi figli, perche’ magari fai un concorso e vieni messo fuori dalla raccomandazione che la fa da padrona, perche’ magari esponi un progetto e ti costringono a "cedere" la tua firma, potrei continuare……Io capisco tutto il tuo discorso e lo apprezzo stimandoti, ma non credo che Angelo volesse intendere con le sue parole che domani <<il caffè che quotidianamente mi offre fossi costretto a ripagarglielo con una bella frase del tipo "negro di merda tornatene a casa tua">>poi magari mi sbaglio! Sara’ stato duro nelle parole tanto da poter far pensare a discriminazioni razziali ma personalmente credo che lui si riferisse proprio al fatto che dopo enormi sacrifici di studio spesso ti ritrovi a combattere non con la "la diversita"o la meritocrazia ma con una concorrenza dettata da criteri non sempre puliti e giusti.Sai quanto ci tenga per una multiculturalita’ e per l’apertura verso l’altro ma si attraversano momenti bui che solo da genitore puoi capire, e in cuor tuo pur non essendo razzista ti ritrovi a prendertela con l’altro , poi magari a fine giornata la risonanza interiore ti portera’ a "sputarti in faccia "ma intanto dentro te qualcosa e’ scattato.P.S:i tuoi valori non sono innati maturano da un vissuto familiare e personale ….

  43. Alex says:

    Trovo che nessuno qui abbia ben chiaro cosa significhi razzismo, tranne me e Sabatino ovviamente.Ma questo non per una chissà quale pecca di presunzione, ma perchè si stanno facendo discorsi diversi.Pur ringraziando Giovy per la predica materna ed un pò demagocica, vorrei ricordarle che quello che Angelo vuole intendere lo so almeno un centinaio di volte meglio di lei. Non penso, comunque, che abbia bisogno di interpreti. La concorrenza dettata da criteri non sempre giusti è alla base dello sviluppo della società moderna, purtroppo. Non è il caso, quindi, nè che tu, nè che lui, ribadiate ovvietà per "sviare" un fatto bello e buono: qui c’è gente che afferma che non ci si può permettere di NON essere razzisti. Altro che interpretazioni… Per quanto mi riguarda, quello che avevo da dire al riguardo già l’ho detto. Il razzismo è frutto di ignoranza. Un’ignoranza che non permette di capire che affondare un paio di barconi risolve meno di una mazza. Un paio di cose, giusto per la cronaca, devo proprio dirle:- La concorrenza sleale in un sistema economico fatto di regole ben precise è un ovvio focolaio di collasso, nessuno può negarlo. Ma tutto questo col razzismo non c’entra assolutamente niente. Visto che la concorrenza sleale, prima che dall’Asia, arrivava dal sud italia per motivazioni che non mi pare il caso elencare. Pare quasi, invece, che per attuare una sorta di protezionismo occorra diffidare dalle persone che non fanno parte del nostro paese, dimenticando che una buona percentuale del nostro pil è prodotto da immigrati che se ne sbattono delle collusioni politiche tra industriali avvoltoi… perchè pensano solo a vivere serenamente. E questo mi pare sia un sacrosanto diritto di tutti! Dobbiamo sbattere fuori dall’Italia a calci tutti i cinesi che qui vivono perchè gli industriali del nostro paese hanno speculato per anni sull’economia Italiana (a vantaggio proprio e delle industrie cinesi e prevedendo una distruzione totale dell’economia italiana) senza che nessuno facesse niente? Dobbiamo buttare fuori tutti i cinesi che vivono in Italia perchè la Cina è una potenza economica in crescita che sta stracciando la nostra apparente quiete? Se la risposta è "si", signori miei qui non si cerca una risposta, ma un capro espiatorio. Il razzismo non fa distinzioni individuali, ma spersonalizza i popoli in un vortice di insofferenza che rende le persone delle bestie. – Se mio padre dovesse perdere il lavoro a causa di un governo menefreghista che obbliga le persone a rubare per vivere, me ne farei una ragione. Con molta probabilità lascerei l’università e mi metterei a lavorare, come hanno fatto migliaia di persone prima di me, e come ne faranno altrettante in futuro. Certamente avrei la lucidità per comprendere la situazione, me la prenderei col corrotto di turno (per quel che ne potrebbe valere), al massimo con gli illusi che continuano a fare certe sclete politiche, ma non andrei certo in giro a prendere a randellate tutti i cinesi che mi capitano a tiro. Oltre tutto perchè sono più sfruttati di noi, sono meno pagati di noi, non hanno sogni come noi. Loro, la dignità l’hanno persa da un pezzo, decisamente molto prima di noi. Insomma piangersi addosso non è mai una soluzione a niente.

  44. Giovy says:

    Alex io credo che tu non abbia ben capito come la pensa Giovy e al di la della presunta predica materna demogocica che hai insinuato io come donna e come madre non ti permetto di sentenziare e trasformare un mio pensiero palesemente non razzista in tale..Mi dispiace Alex ma non stai assolutamente nella condizione di dire che non ho ben chiaro di cosa significhi razzismo, anzi ti ricordo che io provengo da quella parte del sud italia ,da cui, come dici tu arriva la prima concorrenza sleale per motivi che forse il tuo "essere avanti" manco si sogna.E il razzismo da parte dell’italia nobile lo vivo in prima persona, quando pur avendo le "palle" per dimostrare la mia professionalita’ devo "faticare" quattro volte tanto per far riconoscere i miei meriti, e questo certamente non perche’ ci sono stranieri che ostacolano, ma connazionali razzisti.No !!!! tu sei proprio presuntuoso, perche’ hai esasperato una frase che nulla aveva a che fare col razzismo che intendi tu, la situazione degli immigrati la conosco fin troppo bene ma non mi elevo su nessun piedistallo per farti comprendere il lavoro che svolgo in favore della loro integrazione..Allora mi puoi dire che Angelo lo conosci mille volte piu’ di me, assodato!!! ma una mia lettura su cio’ che egli voleva intendere non ti da il diritto di farmi passare per quella che discrimina, perche’ a questo punto l’illuso diventi tu che alla tua eta’ pretendi di entrare nella testa della gente, giudicare , per poi fare il paladino dei deboli e degli sfruttati.Mi auguro che tuo padre continui a darti la possibilita’ di studiare perche’ ti posso assicurare che chi questa possibilita’ come me non l’ha avuta, apprezza quei genitori che si fanno in quattro per il futuro dei loro figli…Dopo il liceo artistico era il mio piu’ grande sogno quello della facolta’ di architettura, ma sai… l’universita’ costa e senza un padre le porte economiche si sono chiuse…..avrei potuto lavorare ? lo sto facendo da quando avevo diciassette anni ma il sistema scolastico italiano "da schifo" mi ha portato per anni a lavorare per quattro soldi e per otto ore al giorno , negandomi la possibilita’ e di studiare e di pagarmi le tasse..Non mi sto piangendo addosto solo solo incazzata , pensavo che mi conoscessi quel tanto da portarti a non violentare la mia coscienza con parole che pur non corrispondendo alla verita’ feriscono…Fa nulla , la mia stima per te c’e’ sempre ma mi e’ chiaro che siamo su due binari completamente diversi.

  45. Alex says:

    Giovy, tu hai seri problemi di comprensione. Ti ho dato del razzista? Potresti specificare dove e quando? Grazie.Non ho insinuato un bel niente, ho solo osservato che "Giovy" non ha affermato nessun pensiero originale, se non una reinterpretazione di un paio di frasi di Angelo, cominciando ogni volta con un "forse Angelo intendeva questo o quello"Sono nella condizione di dire quello che voglio, soprattutto quando si parla di temi dove l’esperienza di vita non conta niente. E’ questa la generazione con i problemi più grandi, è questa la generazione che non avrà futuro, è questa la generazione che vivrà in un mondo multietnico dove non esisteranno frontiere. E poi, ho tutto il diritto di dire la mia in ogni caso, tu puoi sempre evitare di leggermi.Da dove provieni tu non me ne frega niente, perchè è lo stesso posto da dove vengo io. E nemmeno mi interessa cosa fai nella tua vita se proprio vuoi saperlo, perchè ho vissuto sulla mia pelle il razzismo dei "connazionali" in una fase dell’adolescenza delicata. Ma come vedi, io non mi piango addoso, e non voglio la commiserazione di nessuno, come invece mi pare che voglia tu. L’argomento che si trattava era un altro, sintetizzato poco più in basso. C’è una differenza tra l’essere razzisti e l’essere corrotti. Sono anch’io dell’opinione che bisogna combattere assieme alla nostra anche la criminalità che ci invade con i barconi provenienti dall’Africa. Sono anch’io dell’opinione che occorrono delle regole per proteggere la nostra economia. Ma non me la prendo con gli architetti nigeriani… E’ questa la differenza.Io non pretendo di entrare nella testa di nessuno, non sono io ad avere la pretesa di capire quello vogliono dire gli altri, carissima Giovy. E nemmeno voglio fare il paladino di qualcuno, mai avute queste aspirazioni… e tu che di me sai meno di niente sei giustificata in questo. Un mio pregio è quello di dare poca importanza alle persone che sputano sentenze dopo aver letto un paio d righe (che non hanno capito) su un blog in rete.Grazie per la stima. Ale

  46. Giovy says:

    Io avro’ pure seri problemi di comprensione ma tu sei molto abile nel voler capovolgere una frittata che hai palesemente cotta…Sei nella condizione di dire quello che vuoi nel momento in cui descrivi con obiettivita’ il pensiero altrui, ma dalla tua frase "quando si parla di temi dove l’esperienza di vita non conta niente." mi fa ben capire come la pensi…anche se questo non mi portera’ ad evitare di leggerti , che ti piaccia o no come te diro’ sempre e comunque come la penso.<<Da dove provieni tu non me ne frega niente>> be peccato perche’ le esperienze degli altri positive o negative che siano aiutano a comprendere spazi…e situazioni che ti portano ad entrare con giudizio e criterio nella testa altrui…<<Un mio pregio è quello di dare poca importanza alle persone che sputano sentenze dopo aver letto un paio d righe (che non hanno capito) su un blog in rete.>>Be lo hai ampiamente fatto e non te ne sei reso neanche conto.Mi piango addosso? puo’ essere ma lo faccio con dignita’ e stima di me stessa se questo puo’ servirmi a guardare in faccia una realta’ da cui sei ben lontano.Una cosa l’hai detta giusta Alex non ti conosco o almeno pensavo di conoscerti.

  47. Alex says:

    Certo, adesso capovolgo anche le frittate… ;-)"quando si parla di temi dove l’esperienza di vita non conta niente" –> significa che siamo tutti nella condizione di dire la nostra, senza legittimare la veridicità di alcune posizioni su altre in base ad una presunta esperienza di vita. Pertanto la mia frase è ben lontana dai complicati nodi che tu vuoi attribuile. L’esperienza di vita è implicita in ogni cosa che facciamo, sempre."le esperienze degli altri positive o negative che siano aiutano a comprendere spazi" –> le esperienze degli altri, come suggeriva Angelo, non servono a niente. Ognuno ha le sue e ragiona in base alle proprie. Io non ho mai giudicato nessuno. Ho giudicato le idee delle persone, non le persone. Tu evidentemente non ne sei in grado. Problemi tuoi.Saluti

  48. Giovy says:

    <<le esperienze degli altri, come suggeriva Angelo, non servono a niente. Ognuno ha le sue e ragiona in base alle proprie.>> E’ un vero peccato, tutti abbiamo qualcosa da dare e il tuo amico Elie col suo bagaglio di vussuto potrebbe darti tanto o forse lo fa e quindi ti riferisci alle esperienze di noi altri che probabilmente non abbiamo nulla da darti.Le idee delle persone sono il frutto di cio’ che sono e se le giudichi , giudichi la persona stessa per come la pensa e per cio’ che e’.Saluti anche a te!P.S: non sono in grado di fare molte cose…

  49. Alex says:

    Giudichiamo continuamente le idee degli altri. E’ la base del civile dialogo.Il mio amico Elie mi aiuta a crescere giorno dopo giorno, perchè io a quello che dice Angelo do poco peso.Saluti

  50. Giovy says:

    Ti facevo piu’ sensibile su certe affermazioni Alex , mi auguro solo che non lo pensi davvero!

  51. Alex says:

    Giovy, se non giudicassi le idee degli altri accetterei per accademia qualsiasi cosa. Invece, per esempio, giudico idiote le idee delle persone che dalla bibbia traggono che l’omosessualità è una deviazione mentale, oppure le idee secondo le quali gli atei sono dei disgraziati senza morale e senza personalità.Ed invece non è così, ognuno ha una sua etica con la quale filtrare le idee degli altri. Ma questa non è una scoperta, è una cosa abbastanza intuitiva, la sensibilità non c’entra niente.Mi auguro che tu possa rifletterci.

  52. Giovy says:

    Su tutto cio’ che hai detto mi trovi ampiamente daccordo pur essendo cristiana, ma tu questo lo sai Alex..Mi riferivo ad altro e spero che tu possa rifletterci.

  53. Alex says:

    Si, vabbè… io gioco dell’oca.

  54. Giovy says:

    Ma perche’ non mi comprendi….Ok Alex ho sbagliato , non dovevo neanche intromettermi tra te e Angelo , ma vabbene cosi’ vale come esperienza!un abbraccio sincero!

  55. Angelo says:

    no giovy non hai sbagliato… non ti sei intromessa in niente che non ti competesse, questo è un blog pubblico e hai tuto il diritto di parlare anche se ti scontri con persone che confondono come sempre un blog per un’arena. >>perchè io a quello che dice Angelo do poco peso.>>soprattutto quando non sei in grado di comprender l’essenza dei discorsi.. un pò meno di boria ti aiuterebbe. (magari anche un pò di educazione in più ma quella è colpa mia) ciao

  56. Alex says:

    In problema di Giovy non è che si è intromessa, figuriamoci… E’ che per me ha detto cose inutili, oltre che sbagliate. E poi, Angelo, non te la prendere se non do peso a quello che dici… magari sono entrato talmente nell’essenza del discorso da scartarti di netto. Quando non si sa che dire, si comincia a sputare addosso alle persone, eh?Adesso poi sono anche maleducato… e me lo dice chi gira per la rete a mandare a quel paese le persone ahahahahahahaha Non sono io a dare del cretino a chi non la pensa come me 😉 Ti consiglio una bella dose di umiltà ed informazione.

  57. Angelo says:

    io invece ti consiglio un pò di camomilla.. aiuta e distende i nervi. Come sai l’umiltà non si confà al mio carattere e l’informazione ha il brutto difetto di essere facilmente manipolabile e strumentalizzabile. Il farmi restare senza parole non è alla tua portata e figurati se me la prendo per cosi poco. Non credo tu sia entrato nell’essenza del discorso… secondo me non lo hai capito proprio, ma va bene lo stesso.ciao

  58. Alex says:

    Continui a voler propinare calmanti a destra e a manca… così come i consigli. Peccato che nessuno abbia bisogno nè degli uni nè degli altri.Certo, lo so che l’umiltà non si adatta alla tua persona… è per questo che le tue parole ed i tuoi discorsi non suscitano in me alcun interesse. Quello si che non è davvero alla tua portata ;-)Farti restare senza parole, poi, non è mai stato il mio obiettivo. L’informaizione, è vero, è strumentalizzabile. Ma se non si ha nemmeno quella, allora veramente non si ha niente da dire. Ed i discorsi si trasformano in una ricerca di "essenze" che sono solo parvenze di pensieri seri… oh… che sbatato. Tu i discorsi seri li odi ;-)Va bene lo stesso.

  59. Angelo says:

    ti sbagli, a me i discorsi seri piacciono ma a farli devono essere quelli in grado, per questo non mi interessano i tuoi discorsi seri, quellli falli con gli intellettuali tuoi pari… ci vuole la carne nelle salsicce.. come sai.

  60. Alex says:

    Ma guada che è già da un pezzo che intendevo dialogare solo con persone intellettualmente stimolanti, stai tranquillo ;-)Questa è solo una chiacchierata per continuare a leggere le tue eterne contraddizioni e frasi fatte…

  61. Angelo says:

    parliamo tutti con frasi fatte e comportamenti standard… il tuo mi ricorda qualcosa.

  62. Alex says:

    Le generalizzazioni sono il "comportamento standard" che mi aspetto come conclusione di questa chiacchierata. Continui a non sorprendermi 😉

  63. Angelo says:

    :-))) nessuna voglia di sorprenderti infatti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: