Genesi 1,1-5: italiano, latino, greco, ebraico

Vorrei analizzare in maniera molto semplice l’inizio del libro della Genesi.

Siamo tutti abituati a leggere la Bibbia in traduzione, senza porci il problema del modo in cui il testo è stato tradotto. A differenza di testi “laici”, che già portano con se in traduzione il problema dell’interpretazione, i testi “sacri” offrono molti più problemi, perché ad oggi, con una tradizione religiosa ben radicata, si cerca nei testi antichi le conferme dei propri “pre-giudizi” teologici. Nel corso dei secoli i testi sono stati tradotti da una lingua all’altra, e durante questi passaggi ogni traduttore ha dato la propria personale interpretazione ai vocaboli, che spesso ci sono giunti tradotti in modi che si allontanano di molto dal senso originale che aveva oggettivamente il testo.

Genesi 1,1-5 già pone sfumature diverse che si legga in Bibbie cattoliche o in Bibbie evangeliche.

 

La versione CEI-Gerusalemme recita:

“1 In principio Dio creò il cielo e la terra. 2 La terra era informe e deserta e le tenebre ricoprivano l’abisso e lo spirito di Dio aleggiava sulle acque. 3 Dio disse: «Sia la luce!». E la luce fu. 4 Dio vide che la luce era cosa buona e separò la luce dalle tenebre 5 e chiamò la luce giorno e le tenebre notte. E fu sera e fu mattina: primo giorno”

 

La versione Nuova Diodati recita:

1 Nel principio DIO creò i cieli e la terra. 2 La terra era informe e vuota e le tenebre coprivano la faccia dell‘abisso; e lo Spirito di DIO aleggiava sulla superficie delle acque. 3 Poi DIO disse: "Sia la luce!". E la luce fu. 4 E DIO vide che la luce era buona; e DIO separò la luce dalle tenebre. 5 E DIO chiamò la luce "giorno" e chiamò le tenebre "notte". Così fu sera. Poi fu mattina: il primo giorno.”

 

La versione Diodati recita:

1 NEL principio Iddio creò il cielo e la terra. 2 E la terra era una cosa deserta e vacua; e tenebre erano sopra la faccia dell‘abisso. E lo Spirito di Dio si moveva sopra la faccia delle acque. 3 E Iddio disse: Sia la luce. E la luce fu. 4 E Iddio vide che la luce era buona. E Iddio separò la luce dalle tenebre. 5 E Iddio nominò la luce Giorno, e le tenebre Notte. Così fu sera, e poi fu mattina, che fu il primo giorno.

La versione Riveduta recita:

1 Nel principio Iddio creò i cieli e la terra. 2 E la terra era informe e vuota, e le tenebre coprivano la faccia dell’abisso, e lo spirito di Dio aleggiava sulla superficie delle acque. E Dio disse: 3 ‘Sia la luce!’ E la luce fu. 4 E Dio vide che la luce era buona; e Dio separò la luce dalle tenebre. 5 E Dio chiamò la luce ‘giorno’, e le tenebre ‘notte’. Così fu sera, poi fu mattina: e fu il primo giorno.”

 

Ho sottolineato in rosso tutte le parole che nella versione ebraica sono diverse o non ci sono proprio scritte.

Leggendo queste traduzioni si capisce subito che molte delle discordanze dal testo ebraico nascono perché queste non sono traduzioni dall’ebraico, ma dalla versione latina (la Vulgata) della Bibbia.

 

La Vulgata recita:

1 in principio creavit Deus caelum et terram 2 terra autem erat inanis et vacua et tenebrae super faciem abyssi et spiritus Dei ferebatur super aquas 3 dixitque Deus fiat lux et facta est lux 4 et vidit Deus lucem quod esset bona et divisit lucem ac tenebras 5 appellavitque lucem diem et tenebras noctem factumque est vespere et mane dies unus”

La traduzione letterale sarebbe:

“ In principio Dio creò il cielo e la terra. La terra era quindi inanimata e vuota e le tenebre (erano) sulla faccia dell’abisso e lo spirito di Dio si trasportava sulle acque. E disse Dio “Sia fatta la luce” e la luce fu fatta. E Dio vide la luce che era buona e divise la luce dalle tenebre. E chiamò la luce giorno e le tenebre notte e fu fatta (ci fu) la sera e presto il giorno uno.”

 

Ho messo tra parentesi i verbi sottintesi o con valore simile. Ho sottolineato le espressioni e le parole da cui dipendono le traduzioni in italiano sopra riportate, e ho evidenziato in rosso, invece, quelle parole che si discostano dalla versione più antica, in greco (la versione dei Settanta) che risale al III a.C. SI nota subito che gli errori della versione Vulgata sono passati tutti o quasi nella versione in italiano.

 

La versione dei Settanta recita:

1.  ἐν ἀρχῇ ἐποίησεν ὁ θεὸς τὸν οὐρανὸν καὶ τὴν γῆν
2.  ἡ δὲ γῆ ἦν ἀόρατος καὶ ἀκατασκεύαστος καὶ σκότος ἐπάνω τῆς ἀβύσσου καὶ πνεῦμα θεοῦ ἐπεφέρετο ἐπάνω τοῦ ὕδατος
3.  καὶ εἶπεν ὁ θεός γενηθήτω φῶς καὶ ἐγένετο φῶς
4.  καὶ εἶδεν ὁ θεὸς τὸ φῶς ὅτι καλόν καὶ διεχώρισεν ὁ θεὸς ἀνὰ μέσον τοῦ φωτὸς καὶ ἀνὰ μέσον τοῦ σκότους
5. 

καὶ ἐκάλεσεν ὁ θεὸς τὸ φῶς ἡμέραν καὶ τὸ σκότος ἐκάλεσεν νύκτα καὶ ἐγένετο ἑσπέρα καὶ ἐγένετο πρωί ἡμέρα μία

La traduzione letterale è:

“In principio Dio fece il cielo e la terra. La terra infatti era invisibile (non visibile allo sguardo) e informe (semplice, non modellata) e la tenebra (era) sopra l’abisso e lo spirito di Dio incombeva sopra l’acqua. E Dio disse “Che la luce sia fatta”  e la luce fu (nacque). E Dio vide la luce che (era) buona e Dio passò (attraversò, andrò attraverso) nel mezzo della luce e nel mezzo della tenebra. E Dio chiamò la luce giorno e chiamò la tenebra notte e ci fu la sera e presto ci fu il giorno uno.”

 

Ho messo tra parentesi la spiegazione del vocabolo originale a cui poi ho preferito un’altra traduzione. Ovviamente sono una classicista, e il greco per me non è opinabile. Un verbo come ἀόρατος non è traducibile in altro modo che “in-visibile”, in quanto è composto dall’alfa privativo che nega il verbo aggettivato a cui si lega ρα che significa “guardare, vedere”.  Ho di nuovo sottolineato in rosso le parole o le espressioni che si discostano dalla versione in ebraico.

 

In ebraico il passo recita:

 1 בְּרֵאשִׁ֖ית בָּרָ֣א אֱלֹהִ֑ים אֵ֥ת הַשָּׁמַ֖יִם וְאֵ֥ת הָאָֽרֶץ׃

 2 וְהָאָ֗רֶץ הָיְתָ֥ה תֹ֙הוּ֙ וָבֹ֔הוּ וְחֹ֖שֶׁךְ עַל־פְּנֵ֣י תְהֹ֑ום וְר֣וּחַ אֱלֹהִ֔ים מְרַחֶ֖פֶת עַל־פְּנֵ֥י הַמָּֽיִם׃

 3 וַיֹּ֥אמֶר אֱלֹהִ֖ים יְהִ֣י אֹ֑ור וַֽיְהִי־אֹֽור׃

 4 וַיַּ֧רְא אֱלֹהִ֛ים אֶת־הָאֹ֖ור כִּי־טֹ֑וב וַיַּבְדֵּ֣ל אֱלֹהִ֔ים בֵּ֥ין הָאֹ֖ור וּבֵ֥ין הַחֹֽשֶׁךְ׃

 5 וַיִּקְרָ֨א אֱלֹהִ֤ים ׀ לָאֹור֙ יֹ֔ום וְלַחֹ֖שֶׁךְ קָ֣רָא לָ֑יְלָה וַֽיְהִי־עֶ֥רֶב וַֽיְהִי־בֹ֖קֶר יֹ֥ום אֶחָֽד׃

La cui traduzione letterale è:

“In principio Dio creò il cielo e la terra. E la terra era caos e informità e l’oscurità (era) sopra l’abisso e lo spirito di Dio si trovava sopra l’acqua. E disse Dio: “Ci sia luce” e ci fu luce. E Dio guardò la luce perché buona e Dio pose divisione tra la luce e la tenebra. E Dio esclamò che alla luce appartenesse il giorno e alla notte, esclamò, che appartenesse l’oscurità. Fu sera e fu mattino. Giorno uno.”

 

Confrontando quindi questa versione che non ho in alcun modo abbellito o interpretato si notano subito le differenze con le varie traduzioni fatte nel corso dei millenni. Il “cielo”, nome singolare, in molte traduzioni è diventato plurale. I due termini simili “caos” e “informità” sono stati stravolti fino a diventare, nelle traduzioni più fantasiose, “invisibile” e “vacuo”. Il semplicissimo “l’oscurità era sopra l’abisso” è stato abbellito da una “faccia dell’abisso” che non trova alcuna giustificazione. Si è voluto stravolgere quel “perché” (“E Dio guardò la luce perché buona”), forse perché ci si è chiesti: “ma se non era buona, Dio non l’avrebbe guardata ma avrebbe fatto finta di niente girando lo sguardo altrove?”. L’enfasi di Dio, che esclama i nomi, non li “dice” e basta, è stata appiattita in un verbo più consone alla deità divina; e così via.

A me la versione originale ebraica piace molto (Dio sembra un bambino contento che batte le manine per il bel lavoro fatto!), ma apprezzo più la versione dei Settanta: trovo molto più logica la frase di Dio che passa tra la luce e la tenebra piuttosto che la versione che dice che le “divide”. E’ solo una questione di logica interna al passo: sappiamo dalla seconda riga della Genesi che prima della luce esiste la tenebra (che non si sa quando Dio l’abbia creata). Ad un certo punto Dio crea la luce e la guarda, il che significa che per forza di cosa, quando la crea, la crea ex novo e la si può identificare (la guarda, non è che la deve cercare): come può quindi era a tal punto mischiata con la tenebra da rendere necessario l’intervento divino di divisione delle due?!

A parte la mia personale visione del mito, metto in chiaro che tutte le traduzioni (latina, greca ed ebraica) le ho fatte io che non sono una biblista ma una classicista. Certo, per farle ho consultato i libri e dizionari di greco biblico ed ebraico biblico, ma ci vogliono anni di studi per comprendere appieno ogni singola sfumatura di ogni singolo termine, Le mie traduzioni sono semplicemente oggettive, prive di qual si voglia interpretazione o abbellimento. Nude e crude e, per questo motivo, stilisticamente abbastanza orribili (hihihi!).

Le fonti per i testi sono stati il sito www.laparola.net (per le traduzioni italiane), il sito http://www.unboundbible.org/ per il testo in greco e il sito http://www.biblegateway.com/passage/?search=Genesis%201;&version=81; per la versione in ebraico antico (anche se vocalizzato).

 

Annunci

52 Responses to Genesi 1,1-5: italiano, latino, greco, ebraico

  1. sabatino says:

    Una domanda: ma su quale acqua aleggiava lo spirito di Dio?? Boh!

  2. Miriam says:

    Probabilmente "su quella che è fuoriuscita alle origini dalla tua testa Sabatino"….perdonami ma me l’hai tirata con le pinze ;D!!Questo dimostra semplicemente che la teoria che postula l’esistenza di una prima e di una seconda creazione sia la più avvalabile….così si spiegherebbero dinosaui, fossili antichissimi , evoluzione ecc.ecc……. ecco sabatino da dove forse viene l’acqua!!

  3. sabatino says:

    Grandioso Miriam… sono io il creatore dell’acqua… esistevo già alle origini…. Ho una strana influenza su di te Miriam riesco a tirarti fuori le cose con le pinze con 12 semplicissime parole!!!

  4. Miriam says:

    Sarai un mago o un chirurgo? Ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha

  5. Zel says:

    Ovviamente la Creazione cosìcom’0è narrata nella bibbia non ha senso, in quanto, come fa notare sabatino, chi ha creato le acque? Dio? ma la bibbia non lo dice! Ovviamente, anche postulando una "creazione", non c’era nessun essere umano, quindi è possibile che chi l’ha poi scritta abbia toppato qualcosa hihi!

  6. Miriam says:

    Se prendi in considerazione che tra i versi di Genesi 1:1 e Genesi 1:2 possono essere passati svariati millenni il tutto ha senso e come."In principio Dio creò il cielo e la terra –> ( spazio di millenni – quindi la Bibbia lo dice che dio ha creato la terra)<– E la terra era caos e informità e l’oscurità (era) sopra l’abisso e lo spirito di Dio si trovava sopra l’acqua. E disse Dio: “Ci sia luce” e ci fu luce. E Dio guardò la luce perché buona e Dio pose divisione tra la luce e la tenebra. E Dio esclamò che alla luce appartenesse il giorno e alla notte, esclamò, che appartenesse l’oscurità. Fu sera e fu mattino. Giorno uno.” ecc. ecc. …. i conti tornano soprattutto quando prendiamo in considerazione il fatto che, secondo molte teorie, la vita ha avuto inizio nell’acqua…. ;DE’ un po’ come se nella 2° creazione Dio avesse messo in ordine ciò che millenni di "caos" avevano reso disordinato e poco bello ….( vedi le varie ere e i vari cataclismi che si suppongono essere avvenuti alle origini della terra)

  7. sabatino says:

    boh… io nn avevo in mente di creare una discussione ma mi state provocando… ghghgh :Dallora io leggo "In principio Dio creò il cielo e la terra" ok ci sto "E la terra era caos e informità" va bene anche qui! ( anche se mi viene da chiedere che caos ci poteva stare in una terra vuota!!! semmai era "tranquilla" ma non caotica!!!)" l’oscurità (era) sopra l’abisso " … che cosa è adesso quest’abisso?? che si intende?? cos’è? da dove esce?? nn capisco aiutatemi!"e lo spirito di Dio si trovava sopra l’acqua" chi ha dimenticato il rubinetto aperto??? da dove esce l’acqua!!! ( ah già dalla mia testa!!! dimenticavo!!!!):D

  8. Zel says:

    Quoto Sabatino! La questione è quella: mica si dice che c’era acqua o che dio l’abbia creata… quindi la bibbia non dice tutto!

  9. Miriam says:

    Anche io quoto sabatino…l’acqua esce proprio dlla sua testa ;DSkerzi a parte….il primo verso dice che DIO creò la terra quindi Zel creo acqua terra cielo ecc ec….o altrimenti non stiamo parlando del pianeta terra….Poi mi pare di aver letto nel settore di ANGEOLOGIA a ci hai dedicato un post nel tuo blog, Zel, che c’è stato un momento in cui gli angeli decatuti sono stati scaraventati sulla terra ( hai presente satana & company) e molte storie raccontano di enormi cataclismi che hanno accompagnato questo evento( il caos e l’abisso di cui per esempio si parla in questi versi)……poi scusate ma per TERRA non pensate si intenda il GLobo terrestre e non la terra del vaso che ho sul balcone?E allora l’emersione dei continenti dove la mettiamo? Non è un fenomeno che gli scenziati dicono sia avvenuto effettivamente? Vedi Sabatino, basta leggere un libro di scienze e troverai la risposta esatta alle tue domande….

  10. Zel says:

    Miriam… per terra la bibbia intende il suolo, non il pianeta Terra, nome attribuglitolo secoli e secoli dopoda un’altra cultura!!! Se avessimo chiamato il nostro pianeta Pinco Pallino, non potresti trovare tale parallelismo e dovresti ammettere che in principio dio crea solo il suolo e il cielo, ma non l’acqua che compare misteriosamente qualche verso dopo. C’è anche da chiedersi che senso hanno tutti versi dopo: dio crea il firmamento per dividere l’acqua che sta di sopra da quella che sta di sotto: ma il cielo allora prima del "firmamento" dove stava? E da quando in qua sopra il cielo c’è l’acqua?!?! E infatti, in piena crisi, Do in 1,8 dicwe che il firmamento dev’essere chiamato "cielo"… ma non lo aveva già creato il primo giorno?! Perchè lo ricrea anche il secodno?!?! E lo stesso vale per la terra, che compare il terzo giorno di nuovo. Poi, la chicca: il primo giorno Dio crea la Luce, il terzo giorno inizia a far crescere le piante, ma il sole lo crea solo il quarto giorno!!!! Quindi miriam tu stai dicendo che SCIENTIFICAMENTE è nato prima il globo terreste e le piante, e che il sole è venuto solo millenni dopo?!?! E la luce creata da dio da dove veniva?! Dal nulla?! E le piante senza i raggi solari (che non sono solo "luce") come facevano a vivere?!?!La creazione è un bel racconto di fantasia completamente assurdo!

  11. Giovy says:

    Be Zel io non ho studiato come te ma secondo il mio modestoe parere la scienza non smentisce la bibbia , la vera contraddizione e’tra la scienza e l’idea di molti fondamentalisti cristiani , non tra la scienza e la bibbia……tutta la creazione non e’ stata fatta in sei giorni come fondamentalmente si legge…..<<IN PRINCIPIO>> Dio creo’ i cieli e la terra (genesi 1:1)questo versetto mi ha sempre fatto pensare perche’ secondo me descrive un’azione distinta da quella dei giorni creativi di cui si parla dal versetto 3 in poi….Ora, che io sappia la parola non specifica l’eta’ effettiva dei cieli e della terra((principio)) per tanto,dove la scienza smentisce il testo biblico.?Vorrei dire solo una cosa e posso anche sbagliarmi : nel libro della genesi c’e’ scritto che l’universo ebbe un inizio e che la vita comparve per gradi nel corso di varie epoche …ora come facevano ad avere informazioni dal punto di vista scientifico cosi’ tanto tempo fa? Questo e’ cio’ che il mio padre spirituale mi disse:Colui che ebbe il potere e la sapienza necessaria per creare i cieli e la terra era certamente in grado di dare ai profeti una conoscenza cosi’ avanzata e questo avvalora la dichiarazione della bibbia quando in secondo timoteo 3:16 dice di essere ispirata da Dio.Dio va cercato nell’essenza della lettera e nelfondo del cuore …per il resto Leah nell’altro tuo post ha tanta ragione quando ricorda che il cuore della bibbia non e’ la dimostrazione scientifica…ma la venuta di Cristo!buona domenica ..

  12. Miriam says:

    Ovviamente sono in pieno accordo con Giovy, infatti Zel, il verso che abbiamo preso in questione parla dei CIELI intesi come sistema celeste e di terra intesa come pianeta TERRA con tutte le implicazioni e le varie teorie del caso….se leggi la bibbia come un libro di scienze ahimè , puoi arrivare a molte conclusioni sbagliate….prendi in esame la descrizione che ti ha fatto giovy e vedrai che troverai un senso ….

  13. Miriam says:

    P.S.: Ovviamente ti avevo già scritto nei comm. precedenti che la seconda creazione ( tutto ciò che c’è dopo genesi 1:2 ) non sarebbe stato altro che una messa in ordine ( nell’ordine che conosciamo noi oggi) di tutto il creato….quindi di nuovo in ordine il cielo, la terra, l’acqua le stelle….ecc ecc

  14. sabatino says:

    ma secondo la BIbbia è nata prima la Terra (intesa come pianeta) o il Sole????Illuminatemi che ho già versato troppa acquaaaaaaaaaa

  15. Zel says:

    "ora come facevano ad avere informazioni dal punto di vista scientifico cosi’ tanto tempo fa? "—> hahahahahaha!!!!!! Perchè sono "scientifici"?!?!?!? Hahahhahahahahah!!!!! Visto che per la Bibbia è nata prima la terra del sole, e prima le piante della luce solare, e prima gli uccelli dei rettili, all’affermazione che sono informazioni "scientifiche" mi sono ribaltata dal ridere dalla sedia!Ma dai, accendete il cervello prima di dire certe cose…. come ho detto, per terra la bibbia intente proprio "suolo", quindi la vostra interpretazione non è sostenuta dalle scritture ed è un volo pindarico: se vogliamo discuter, discutiamo su quello che è scritto, non su quello che voi vorreste ci fosse scritto: e la Bibbia è chiarissima. "In principio dio crea il cielo (inteso come cielo azzurro) e la terra (intesa come suolo e fango); la terra ruota attorno al nulla perchè il sole non esiste ancora; crea poi la luce senza creare il sole; poi crea le piante che riescono a vivere senza il sole; poi crea prima i volatili dei rettili dimenticandosi di dirlo ai fossili terrestri che sono chiarissimi e il tutto senza dire da dove fosse saltata fuori l’acqua su cui galleggiava lui e come mai sopra il nostro cielo c’è dell’altra acqua che noi non abbiamo però mai visto…"—> questo è quello che letteralmente dice la bibbia.Se voi, come i cattolici, volete interpretare a vostro piacimento quello che c’è scritto, però, è un altro discorso (cieli intesi a vostro piacere come sistema generico e non come c’è scritto in ebraico cielo inteso come quella cosa azzurra sopra la nostra testa che non esiste su nessun’altro pianeta).

  16. Giovy says:

    il cervello e’ acceso zel..almeno credo altrimenti non sarei viva:))cmq punti di vista, vedi per chi crede tutto e’ possibile , viceversa per chi non crede. Non e’ solo una questione di interpetrazione, dove per credere significa quando la mente e il cuore dicono la stessa cosa.potrei continuare ad esporre le mie idee ma penso che non ne usciremo mai a capo…cmq fondamentalmente cio’ che pensavo l’ho scritto , la possibilita’ che mi sbagli c’e’ e come, ma c’e’ anche la possibilita’ che non mi sbagli Zel.buona giornata e bentrovata!

  17. Angelo says:

    è bello essere di nuovo a casa!!!!! :-)))

  18. Zel says:

    Giovy: qui si viene per dialogare.Dirmi che una "cosa è così perchè è così" non è dialogare, quindi la prossima volta ti invito a non intervenire direttamente, perchè tutti sappiamo cosa scrive la genesi… peccato che non rispecchi in alcun modo la realtà. O ce ne vuoi parlare, o evita proprio." "In principio dio crea il cielo (inteso come cielo azzurro) e la terra (intesa come suolo e fango); la terra ruota attorno al nulla perchè il sole non esiste ancora; crea poi la luce senza creare il sole; poi crea le piante che riescono a vivere senza il sole; poi crea prima i volatili dei rettili dimenticandosi di dirlo ai fossili terrestri che sono chiarissimi e il tutto senza dire da dove fosse saltata fuori l’acqua su cui galleggiava lui e come mai sopra il nostro cielo c’è dell’altra acqua che noi non abbiamo però mai visto…"—> questo è quello che letteralmente dice la bibbia."

  19. Angelo says:

    ricordo una frase a napoli ai tempi dello scudetto…. Dio creò il calcio, poi mando il suo messia…. Diego Armando Maradona!!!!ahhhh bei tempi!!!!

  20. Giovy says:

    ok Zel come vuoi, mi astengo!cmq per me dialogare significa anche provare a lasciare le proprie idee , per scendere in quelle degli altri, forse cosi’ si prova a capire e magari quella "cosa e’ cosi’ perche’ e’ cosi’"ha un senso e non diventa una stupidaggine da far ribaltare dalla sedia dalle risate.ciao!

  21. Angelo says:

    wue ma tutti nervosi?

  22. sabatino says:

    Che significa "quella cosa è cosi perchè è cosi"??? Rinunciare a capire o rinunciare a farsi delle domande??

  23. Giovy says:

    be Sabatino hai sbagliato proprio persona…di domande me ne faccio un milione e non ho mai rinunciato a capire, infatti ho scritto "per chi crede tutto e’ possibile" non " e’ cosi’ perche’ e’ cosi’" forse c’e’ una sottile differnza no?

  24. Zel says:

    "In principio dio crea il cielo (inteso come cielo azzurro) e la terra (intesa come suolo e fango); la terra ruota attorno al nulla perchè il sole non esiste ancora; crea poi la luce senza creare il sole; poi crea le piante che riescono a vivere senza il sole; poi crea prima i volatili dei rettili dimenticandosi di dirlo ai fossili terrestri che sono chiarissimi e il tutto senza dire da dove fosse saltata fuori l’acqua su cui galleggiava lui e come mai sopra il nostro cielo c’è dell’altra acqua che noi non abbiamo però mai visto…"—> questo è quello che letteralmente dice la bibbia."Dialogare su questo vuol dire spiegare perchè la scienza, il mondo, i fatti e le PROVE dicono che le cose non sono andate così e perchè voi affermate invece che siano andate così.. e se la risposta è chel e cose sono andate come dice la genesi perchè è così e basta, allora non state dialogando, ma dicendo cazzate (e sì, stamattina sono nervosa: sono stufa di sentire cazzate su temi che invece potrebbero portare a discussioni di alti livelli ed estremamente interessanti).

  25. Miriam says:

    No Zel….la Bibbia non dice letteralmente quello che hai scritto, altrimenti ti pregherei di indicarmi le parole ebraiche che esprimono tale concetto così controlliamo insieme!Il primo verso dice che la DIO creò I CIELI ( Universo e sistemi satellitari) E LA TERRA ( pianeta terra per l’appunto) questa è stata la CREAZIONE COMPLETA…..( quindi sabatino il sole è stato creato in questo momento non preoccuparti) ……inoltre ,come ho già scritto + volte, dal verso 2 in poi sembra esserci stata una seconda creazione ( questa è la tesi + avvalorata) che ha posto ordine nel caos che si era venuto a creare nei millenni in cui il sistema intero era stato sconvolto dalla caduta degli angeli ribelli e da tutti i vari cataclismi che ne sono seguiti e che scientficamente e storicamente sono stati confermati….. tutto qua!Se poi volete a tutti costi affermare che non è scritto così….a mio avviso SCRIPTA MANENT….. il resto è tutta VERBA VOLANT!!

  26. Zel says:

    Miriam! Ma tu interpreti!!!Le parole ebraiche dicono CHIARAMENTE "il CIELO" singolare inteso come quella COSA AZZURRA CHE ABBIAMO SOPRA LA TESTA FORMATO DA ARIA CHE A CAUSA DELL’INCLINAZIONE DEI RAGGI SOLARI ACQUOSTA IL SUO TIPICO COLORE AZZURRO e "la TERRA" che NON vuol dire IL PIANETA DEL SISTEMA SOLARE CHE NOI UOMINI NEL MEDIOEVO ABBIAMO CHIAMATO TERRA INTESO COME NOME PROPRIO.E non hai spiegato come mai dio crea il sole il quarto giorno ma la luce il primo, come mai crea le piante il TERZO ma il sole il QUARTO.. sopratutto se pensi che siano passati millenni tra il TERZO giorno e il QUARTO! Di che vivevano le piante?!?! E la creazione dei volatili PRIMA dei rettili?!?!?! Anche questa me la devi spiegare.Visto che mi sono fatto lo sbattimento di studiare ebraico e di proporre qui sopra la traduzione dall’ebraico più LETTERALE possibile (al che, evitiamo di dirmi "CIELI" al plurale perchè in EBRAICO è SINGOLARE e INDICA UNA COSA SOLA), gradirei che non si interpretasse come meglio si crede, ma si restasse FEDELI al testo biblico senza voli pindarici.

  27. Miriam says:

    Ehmmm Zel….che tu voglia per forza dire che è come dici tu….ci può pure stare….. ma perdonami: il significato della parola CIELO al sing o al plur etimologicamente non cambia e dato che parliamo di testi antichi guardati un po’ ( per esempio…ma le possibilità sono tante) il significato etimologico e poi dimmi se la mia interpretazione non è valida rispetto alla tua : http://www.etimo.it/?term=cieloSe vuoi continuare a forzare la parola cielo dandole un unico significato, fa pure ma non sto sbagliando io in questo caso!P.s. : Credevo conoscessi l’esistenza della LUCE COSMICA ce giustifica la creazione della luce prima e poi del sole –> http://www.galileonet.it/news/11588/caccia-alla-luce-cosmica?zem_contact_send_article=yes–Non ho detto che siano passati millenni tra il 3° e 4° giorno , ho detto che sono passati millenni tra la 1° e la 2° creazione–Stando nell’ottica del riordino della 2° creazione poi….non ti pare che non abbia alcun senso la tua obiezione sulla precedenza presunta dei rettili sui volatili?? Se Dio avesse solo messo ordine nella loro esistenza ordinando loro di volare e moltiplicarsi e riempire in maniera ordinata la terra ( gli uccelli in cielo e i rettili a sul suolo) , non ti pare che è indifferente a chi lo dicesse prima?????

  28. sabatino says:

    miriamc’è qualcosa che tocca… asserisci che " DIO creò I CIELI ( Universo e sistemi satellitari)" quindi anche il sole… altrimenti nn si capisce intorno a che i sistemi satellitari "satillino"…. ed allora se il sole è stato creato c’era anche la luce…. perchè ricrearla??? ( e non te ne uscire con la luce cosmica che mi rifai scompisciare dalle risate!!!)

  29. Miriam says:

    Sabatino : Che la cultura ti diverta non è una novità…. quindi continua a ridere che fa bene al sangue e all’ignoranza!!

  30. sabatino says:

    ed ecco parte la prima serie di dribbling…. palla a terra e vai Miriam, dimostra a tutti che quando nn sai che rispondere eludi le domandi… vaiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii sotto col primo tunnel passiamo al secondo!!!

  31. Miriam says:

    E tu dimostri che non leggi i miei commenti !!! Vaiiiii!!!

  32. Miriam says:

    Ma io ho pazienza e ti copio e incollo quello che ti avevo scritto 2 o 3 commenti fa –> Il primo verso dice che la DIO creò I CIELI ( Universo e sistemi satellitari) E LA TERRA ( pianeta terra per l’appunto) questa è stata la CREAZIONE COMPLETA…..( quindi sabatino il sole è stato creato in questo momento non preoccuparti) ……inoltre ,come ho già scritto + volte, dal verso 2 in poi sembra esserci stata una seconda creazione ( questa è la tesi + avvalorata) che ha posto ordine nel caos che si era venuto a creare nei millenni <– CAPITOOOOO?????

  33. sabatino says:

    allora nn ci capiamo… anch’io ho pazienza e ti ribadisco la domanda"quindi anche il sole… altrimenti nn si capisce intorno a che i sistemi satellitari "satillino"…. ed allora se il sole è stato creato c’era anche la luce…. perchè ricrearla??? nel versetto 3 se nel 2 è stato creato il sole????

  34. Miriam says:

    Infatti Dio non disse "RICREO LA LUCE"….disse CI SIA LUCE…..il ke significa ( in italiano) che in quel momento la luce non c’era!!E non mi chidere come mai, xkè io non c’ero ( e visto che tu sei sicuro di com’è andata spiegami tu piuttosto) e perchè pure quello è scritto ( genesi 1:1–>In principio Dio creò il cielo e la terra. E la terra era caos e informità e l’oscurità (era) sopra l’abisso )….ma scusa non ti è + facile leggere bene i post e i commenti invece di fare queste domande intelligenti??

  35. sabatino says:

    allora se in quel momento creò la luce significa che accese in qualche modo il sole ( già esistente ma non illuminante)… e le stelle….e tutto il resto…. teoria interessante ma contradditoria!!! perchè la massa del sole ( e quindi la sua presenza che garantisce ai pianeti di gravitargli intorno) illumina! … il sole non è una lampadina che si crea spenta e dopo la si accende!!!!Io mi sforzo di leggere bene i post e laddove non arriva la mia intelligenza subentra la vostra pazienza; Ovviamente esistono le domande sarcastiche e quelle provocatorie per aiutare le persone ( non sentirti chiamata in causa… non mi riferisco a te!) a porsi delle domande.Miriam mi spiace dirtelo che se contiamo gli sfottò personali stai vincendo per 4,5 ad 1 ( l’unico mio è quello relativo al tuo stile da dribblatrice degna di Lavezzi).Io credo che il racconto della Genesi relativamente alla creazione debba essere preso per quello che è: "un racconto" che di vero ha pochissimo se non, per chi ci crede, che tutto ciò che esiste è stato creato da Dio in un qualche modo!!!

  36. Miriam says:

    Se ti do la sensazione della driblatrice…mi dispiace. Non è mai mia intenzione driblare le domande, divento ironica e sarcastica quando , dopo aver ripetuto tante volte la stessa cosa, mi ritrovo a dover rispondere sempre alle stesse domande.Che quello biblico sia un racconto antico e di difficile interpretazione, non ci sono dubbi, ma che si cerchino certezze scientifiche di fronte ad ipotesi possibili o per lo meno plausibili ( le mie) mi sembra a dir poco ridicolo. Quindi cerchiamo di farci domande e trovare possibili risposte ma senza dare tutto per assoluta certezza…xkè come dico sempre "io all’epoca dei fatti non c’ero!!"

  37. Zel says:

    Miriam: tutte belle cose quelle che dici, ma sono INTERPRETAZIONI: la bibbia non ne parla.QUINDI: per mettere chiarezza in quello che la bibbia racconta (tra l’altro, ampiamente sbugiardata dalal scienza) DOVETE PER FORZA DI COSE interpretare, applicare concetti estranei a chi la bibbia l’ha scritta (sistemi galattici, universi e sistemi solari!) e lavorare sodo per fare tornare i conti.Se TU prendessi alla LETTERA la bibbia, la penseresti esattamente come me: dio crea il cielo e la terra, poi la luce, poi crea un secondo cielo (firmamento), poi piazza dell’acqua sopra il cielo, ecc…. QUESTO è il testo preso alla LETTERA SENZA interpretazioni.(tra l’altro, se ti leggi il tuo stesso link dell’etimo, si specifica che la parola ebraica per cielo in realtà non è una ma sono TRE: una indica lo spazio dove volano gli uccelli, una lo spazio dove sono gli astri, e una per lo spazio dove sta dio… indovina un po’ שָּׁמַ֖יִם a quale dei tre cieli si riferisce?! hehe)

  38. Miriam says:

    E no Zel…. devo correggerti….il solo fatto che tu stia leggendo e stia capendo dei concetti è interpretazione( questa è una regola filologica di base)…. figurati a voler essere sicuri del significato delle parole……per esemio CIELO –> sta parlando del cielo azzurro, quello stellato , il primo cielo , il secondo cielo , il terzo o fino al decimo? Il fatto che tu dia LETTERALMENTE per scontato che sia il cielo azzurro a te visibile è un errore filologico oltre che semantico…infatti la parola che mi hai sottoposto è traslitterabile con "ššāmayim" che in ebraico vuol dire PARADISO….. quindi dal 3° cielo al 10°insieme, non ci credi? Eccoti una traduzione on line –> http://translate.google.it/translate?hl=it&sl=en&u=http://lex.qwirx.com/lex/clause.jsp&ei=9jmcSsyCJ5Oe_gbi3oDIBQ&sa=X&oi=translate&resnum=2&ct=result&prev=/search%3Fq%3D%25D7%25A9%25D7%2581%25D6%25BC%25D6%25B8%25D7%259E%25D6%25B7%25D6%2596%25D7%2599%25D6%25B4%25D7%259D%26hl%3Dit%26sa%3DG P.S.: Nel link dell’etimo si parla di concezioni antiche del cielo ke son almeno 10 e e si da la descrizione appunto del fatto che gli ebrei stessi definivano cielo tutte e 3 le dimensioni descritte; quindi la tua asserzione è comunque errata rispetto a quallo che vuoi affermare mantenendo il significato "letterale primario" del termine.

  39. Leah says:

    Questa è la traduzione di Genesi 1; 1,5La traduzione è tratta dalla Tanach,Bibbia ebraica,Fatta da Alfredo Sabato ToaffIn principio Dio creò il cielo e la terra.La terra era sterminata e vuota,le tenebre erano sulla faccia dell’abisso(L’abisso,ebraico tehom,è la massa informe costituita dall’elemento solido e da quello liquido insieme) e lo Spirito di Dio si librava(E’ la prima manifestazione della potenza creatrice,il primo contatto di Dio con la materia informe.La radice ebraica che si trova nel testo indica propriamente il volo leggerissimo della madre che sfiora appena i suoi piccoli nel nido) sulla superfice delle acque.Dio disse:<sia luce>(Si tratta qui di luce indipendente da quella solare).E luce fu.Dio vide che la luce era cosa buona e separò la luce dalle tenebre.Dio chiamò la luce giorno e chiamò notte le tenebre;così fu sera e fu mattino,un giorno.tra le parentesi ho messo le note del traduttore….nessun commento per il resto;ognuno è libero di pensarla come vuole

  40. Zel says:

    Miriam: sul dizionario on line tynderlearchive (oggi ho problemi al pc e non riesco ad accedere al sito) mostrava come l’usp di "cielo" cambi con i diversi tempi in cui la bibbia è stata scritta e cambi in base che ci si trovi nella tradizione J o E… appena risolvo l’impallamento del pc ti cerco il loink, ma in generale quel sito ha 2 vocabolari di ebraico biblico, uno di aramaico e uno di copto.

  41. Alberto says:

    Per amor di precisione, le piante non crescono con la "luce cosmica", che fra l’altro non è luce in senso stretto come la intendevano gli antichi, ma comprende tutto lo spettro delle radiazioni elettromagnatiche (e non venitemi a dire che l’autore biblico sapeva dell’esistenza dell’infrarosso e lo chiamava comunque "luce").

  42. Miriam says:

    Leah….ma è ovvio che Alfredo Sabato Toaff è uno "stupidino" rispetto a noi grandissimi luminari linguisti e scenziati di fama mondiale!! ;D

  43. Alberto says:

    Va be’, l’opinione di UN solo studioso, per quanto bravo, non è sufficiente per trarre conclusioni su questioni molto delicate.

  44. Zel says:

    Per carità… ma vorrei le spiegazioni di Toaff.. sapete che non CREDO PER FEDE A NIENTE.

  45. Leah says:

    vuoi che ti invio la pagina?non ti ho dato la mia traduzione perchè sto studiando relativamente da poco l’ebraico biblico che è diverso dall’ebraico moderno,e ho scritto la traduzione di un rabbino che studia da tempo…e se tu conoscessi gli ebrei e il loo zelo nella traduzione biblica,specialmente del pentateuco,appunto perchè vi sono delle sottigliezze che si acquisiscono col tempo,ma se vuoi sto pubblicando nel mio blog la pagina in questione.

  46. Zel says:

    Leah: ti consiglio di leggere allora Come La Bibbia Divenne Un Libro, scritto dai massimi rabbini ebraici, che spiegano la STORIA della Bibbia (scritta non da mosè nel deserto ma per fini politici dop il 655 a.C. e via dicendo)… Mentre la pagina mi interessa moltissimo ma a patto che abbia l’analisi linguistica e le fonti.

  47. Leah says:

    certo l’opinione di uno studioso ebreo che per anni studia l’ebraico non è di certo paragonabile alla tua altissima cultura e conoscenza dell’ebraico e di studi scientifici e teologici e storici….certo non vale a niente….giusto,poi su questioni come lo studio della Torah….certo non è paragonabile alla tua conoscenza.Ogni tanto perchè non ti calpesti il tuo orgoglio sotto i piedi eh Alberto?

  48. Leah says:

    ho pubblicato la pagina in questione….puoi leggerla,la puoi stampare,la puoi ingrandire e tutto il restomi dispiace ma l’analisi linguistica non c’è vi sono le note che avevi richiesto…per il resto non mi interessa

  49. Leah says:

    zel:la pagina in questione è tratta da Tanach,Bibbia ebraica Pentateuco e haftaroth edito dalla Giuntina E’ l’Antico testamento scritto con caratteri ebraici con la traduzione italiana a fronte,mi dispiace niente analisi linguistica…ho diversi libri di grammatica ebraica biblica e moderna e l’analisi,per poter imparare la faccio da me aiutata appunto da queste grammatiche.

  50. Zel says:

    La traduzione che ho fatto io è basata sui dizionari e sulal grammatica di ebraico biblico ed è per questo che vorrei le analsi linguistiche laddove vi siano differenze, per comprendere perchè io ho tradotto in un modo e un altro ha tradotto in altro modo… L’ironia del primo commento è fuori luogo, perchè mi attacchi in base al nulla. Ho chiesto la pagina e sottolineato che vista la mia cultura per poter affrontare un discorso vorrei le spiegazioni, perchè per fede non credo a niente. Non ero nè ironica nè saccente, mi spiace per te.

  51. Zel says:

    Te l’ho scritto sotto il post: il testo scannerizzato è illeggibile in quanto minuscolo… non puoi zoomarlo?

  52. Leah says:

    l’ironia non era riferita a te,ma ad Alberto.in quanto alla pagina è il massimo che ho potuto fare.mi spiace.proverò in un altro modo ma non prometto nulla

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: