La Stella del Diavolo

In onore alla notte delle streghe e del male, vi presento la Stella del Diavolo, sede del male e del demonio per gran parte delle culture prescientifiche del mondo. La nostra stella, dagli astronomi chiamata HD 19356, era dagli arabi indicata come Ras Al Ghul, la Testa del Diavolo, e dagli ebrei come Rosh ha Satan, la Testa di Satana. La stella si trova nella costellazione di Perseo, e al suo originario nome arabo si è sostituito l’occidentalizzato Algol.

 La collocazione della stella nella volta celeste.

 

La sua rappresentazione nelle immagini arabe: Ras Al Ghul è quella testa barbuta e demoniaca in mano al paladino saraceno.

Perseo, in questa costellazione, è rappresentato con la spada in alto, mentre ha appena finito di decapitare la testa della mostruosa Medea, che tiene ancora stretta nella mano sinistra, che, manco a dirlo, è la mano del male. Sinistro è un altro termine coniato anticamente dopo che i Druidi Celtici si accorsero che il lato sinistro del cielo (quello a sinistra dell’Est, il punto cardinale dove ha sede il sole e la vita), era la sede delle potenze infernali e maligne, in quanto non era mai attraversato dal sole.

Manco a farlo apposta, la Stella del Diavolo anche nell’iconografia occidentale della costellazione si trova proprio in corrispondenza con l’occhio sinistro di Medusa, occhio che pietrificava chiunque ne incrociasse la vista.

 

Vedete Algol nell’occhio sinistro, spalancato e fisso verso di voi.

Ma perché, da tutte le culture antiche tale stella è stata identificata col male?

Perché non ha una luce costante come tutti gli altri astri celesti, ma si affievolisce ogni tre giorni, per tornare poi a brillare dopo altri tre. Una stella così incostante, diversa dalle altre, non poteva che essere di cattivo auspicio, anche perché la sua altezza massima in cielo è proprio verso mezzanotte, momento in cui si praticano, nelle ombre notturne, culti e riti segreti e cruenti, sotto la luce di tale malevola stella.

A riabilitare l’onore del povero astro, al pari di altre mille mila credenze popolari, tutt’oggi in voga, ci volle l’intervento della scienza, che scoprì che la stella Algol non era una stella singola, ma un sistema binario, con due stelle, una più luminosa e grande e l’altra più piccola e fioca, che si girano attorno.

Quando la più piccola e fioca passa davanti a quella più grande, crea, per noi che le osserviamo, un’eclissi, attenuando notevolmente la luminosità della prima.

Si è inoltre scoperto, che probabilmente Algol A e Algol B fanno parte di un sistema di 4 stelle, ma gli studi sono ancora in corso.

Nell’immaginario comune, il nome Ras Al Ghul è diventato familiare con l’uscita del film Batman Begins, dove il giovane Bruce Waine viene accolto in un monastero dal fortissimo Ras Al Ghul, che diventerà poi il suo acerrimo nemico.

Nel fumetto, è rappresentato con la pelle color rosso, proprio per tenere fede al suo nome demoniaco:

Questo per dimostrare che gran parte delle credenze sul “male”, sui suoi attributi, sulle sue influenze, sulla sua sede, sulla sua “potenza nel mondo” non derivano da altre cose che stupide credenze antichissime frutto di ignoranza. 4000 anni fa erano scusati se credevano che nella notte di Halloween la Stella del Diavolo splendesse alta nel cielo a santificare a Satana i riti in atto, oggi non lo siete!!!

Buona festa a tutti!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: