Come volevasi dimostrare: ora vogliono la croce sulla bandiera.

Lo avevo già scritto qualche post fa, suscitando la preoccupazione di alcuni, che a breve gli ipocriti-idioti difensori del crocefisso come unico e univoco simbolo della tradizione italiana avrebbero chiesto l’inserimento di tale oggetto nella bandiera italiana. Bandiera, che è l’unica che rapresenti davvero la cultura e la tradizione italiana in ogni sua forma e in ogni sua espressione nei 5000 anni di storia di questa nostra penisola (dagli etruschi in poi).
Ieri, la notizia: sarà a breve presentato una proposta di legge per cambiare la costituzione italiana e inserire la croce nella bandiera nazionale… ( http://www.corriere.it/politica/09_novembre_29/castelli_croce_bandiera_italiana_e48bb956-dd17-11de-8223-00144f02aabc.shtml ) O meglio, la bandiera di una sola parte. Perchè, con tale simbolo imposto OGGI (e non mille anni fa), si dichiarerebbe ufficialmente che la nazione italiana non esiste, ma che l’Italia è solo ed esclusivamene appannaggio dei cattolici, che gli unici cittadini italiani sono i cattolici, che l’unica religione di stato è quella cattolica, che l’unica storia italiana è quella cattolica, che l’unica tradizione italiana accettabile è quella cattolica.
 
E ormai, questa mentalità sta dilagado: sindaci che chiedono di togliere la CITTADINANZA ITALIANA A ITALIANI ATEI, politici che inenggiano che “italiani si nasce, non si diventa”, uomini di spettacolo che urlano “l’Italia agli italiani”, dove “italiani” è da intendersi come “uomini BIANCHI e CATTOLICI e ETEROSESSUALI”, gruppi politici e religiosi che imbrattano i muri e i blog con scritte xenofobe e reazziste… ma la xenofobia non è più la discriminazione dello straniero, ma è stata ampliata anche contro coloro che non la pensano come loro, che siano italiani o meno.
 
E io?
Io che sono italiana dal 1400, quando la mia famiglia si trasferì in Italia dalla cattolicissima Spagna?
Non sono forse nata italiana?
O forse 600 anni non valgono un cazzo?
Vogliono il patentino di nascita dall’anno 313, quando Costantino rese lecito il cristianesimo?
Dovrò dimostrare per non essere esiliata che la mia famiglia è italiana e QUINDI cattolica dall’anno 0?
Io non sono più italiana?!?!?!?!?
Non dovrei essere italiana? Rappresentata dalla bandiera italiana, dall’inno italiano, dalla politica italiana?!
 
Sono schifata, allibita, triste…. ontologicamente triste, perchè davvero qui si rasenta l’abominio civile.
Annunci