Povero Silvio: immolato per tutti noi, bastardi ingrati!

Povero Silvio… non può che venire in mente Cornacchione che piange sulle disgrazie dei questo umile, pio vecchietto che, per amore nostro, ha deciso di immolarsi sulla scena politica per salvarci tutti. Colpito vilmente da un pazzo mandato da Satana e dalla Sinistra, dichiara commosso al mondo esterrefatto che “’Io voglio bene a tutti, voglio il bene di tutti, non capisco perché mi odino a questo punto” per poi, ieri, ricalcare il suo amore universale per il genere umano, che tanto crudelmente lo flagella, agnello sacrificale per la nostra salvezza: «Grazie di cuore ai tantissimi che mi hanno mandato messaggi di vicinanza e di affetto. Ripeto a tutti di stare sereni e sicuri. L’amore vince sempre sull’invidia e sull’odio» (Berlusconi, 15/12/2009).

 

Visto che ne ho i coglioni laceri di questo schifoso vittimismo e degli attacchi che lui, Maroni e compagnia bella stanno lanciando contro chiunque non la pensi come loro, additandoli come mandanti effettivi del gesto di un uomo che è in cura psichiatrica da 10 anni (!!!), riporto un po’ delle frasi d’amore e affetto che il nano psicotico ha divulgato negli ultimi anni, dimostrando che il “clima d’odio” l’ha inventato lui, e che chi semina vento non può che ricevere una statuina del Duomo di Milano in faccia.

 

Rispetto per gli avversari politici, italiani e internazionali:

“Ma vaffanculo!” ( 27/9/02 urla accompagnate dal gesto, mentre Scalfaro parlava al Parlamento)

“Veltroni è un coglione(3/9/95)

“Veltroni è un miserabile” (4/4/2000)

“Giuliano Amato, l’utile idiota che siede a Palazzo Chigi” (21/4/2000)

“Prodi? Un leader d’accatto” (22/2/95)

“La Bindi e Prodi sono come i ladri di Pisa: litigano di giorno per rubare di notte” (29/9/96)

“Prodi è un gran bugiardo pericoloso per tutti noi” (21/10/06)

“Il centrosinistra? Mentecatti, miserabili alla canna del gas” (4/4/2000)

“Signor Schulz, so che in Italia c’è un produttore che sta montando un film sui campi di concentramento nazisti. La suggerirò per il ruolo di Kapò” (2/7/03 inaugurando la presidenza italiana dell’Unione Europea)

“Se la sinistra andasse al governo l’esito sarebbe questo: miseria, terrore, morte. Così come avviene ovunque governi il comunismo” (17/1/05)

“Le nostre tre I: inglese, Internet, imprese. Quelle dell’Ulivo: insulto, insulto, insulto” (27/5/04)

“Il presidente Scalfato è un serpente, un traditore, un golpista” (16/1/95)

Andatevi a leggere il libro nero del comunismo: potrete leggere che sotto la Cina di Mao i bambini non li mangiavano, ma li bollivano per concimare i campi”. (28/6/03)

 

Rispetto per il popolo e la dignità umana:

Dovremmo avere tanti soldati quante sono le belle ragazze italiane, credo che non ce la faremmo mai.. (…) Lo stupro è un reato indegno, incivile ed esecrabile. Punto e basta. E’ un punto fermo, il mio era un complimento alle ragazze italiane che sono alcuni milioni, io penso che in ogni occasione serva sempre il senso della leggerezza e dell’umorismo” (25/1/09 sul problema degli stupri contro le donne)

“Posso palpare un po’ la signora?” (5/5/09 all’assessore delle Pari Opportunità del Trentino, Lia Beltrami)

“Lei ha una bella faccia da stronza!” (24/7/03 alla signora Anna Galli, riminese, che lo contestava)

“Ho troppa stima dell’intelligenza degli italiani per pensare che ci siano in giro così tanti coglioni che possano votare facendo il proprio disinteresse” (parlando contro la sinistra, 4/4/06)

Contro la precarietà? Sposare mio figlio o un milionario” (14/3/08 a una ragazza con problemi economici legati al suo contratto da precaria)

Erano belle giornate, li facevano scendere dagli aerei…” (18/2/09 riferendosi ai voli della morte che portavano i desaparecidos argentini ai campi di sterminio)

Un malato di Aids va dal medico e gli chiede: “Dottore cosa posso fare per la mia malattia?” Il medico risponde: “Faccia delle sabbiature”. “Ma dottore, mi faranno veramente bene?”. “Bene no, ma sicuramente si abituerà a stare sotto terra”.” (4/4/2000 barzelletta raccontata parlando del problema dell’Aids in Italia)

 

Rispetto per gli organi giudiziari italiani:

“I giudici sono matti, antropologicamente diversi dal resto della razza umana… Se fai quel mestiere, devi essere affetto da turbe psichiche” (10/9/03)

“… ci sono toghe che operano per fini politici. Sono come la banda della Uno bianca” (14/5/96 accusando i magistrati che hanno fatto arrestare il giudice Squillante, impelagato nello scandalo SME)

“I giudici di Mani Pulite vanno arrestati, sono un’associazione a delinquere con licenza di uccidere che mira al sovvertimento dell’ordine democratico” (16/9/94)

 

Guardare la pagliuzza nell’occhio del vicino, ignorando la statuina del Duomo nel proprio:

“Si è messo mano all’arma dei processi politici per eliminare l’opposizione democratica. Non siamo più una democrazia, ma un regime. Da oggi la nostra opposizione cessa di essere opposizione a un governo e diventa opposizione a un regime” (8/8/98 dopo aver sentito la sentenza che lo condannava per tangenti)

“Altro che impeachment! Scalfaro andrebbe processato davanti all’Alta Corte per attentato alla costituzione! E di noi due chi ha maneggiato fondi neri, non sono di certo io. D’altra parte, Scalfaro da magistrato ha fatto fucilare una persona invocandone contemporaneamente il perdono cristiano. Bhè, l’uomo è questo! Ha instaurato un regime misto di monarchia e aristocrazia” (18/1/95)

 

Annunci