Sacro Prepuzio Divino

Girando per uno dei miei siti preferiti (quello dei Tradizionalisti Cattolici) mi imbatto in un post contro il Capodanno (http://www.tradizione.biz/forum/viewtopic.php?t=11792) perché, a loro dire, è una mossa (di satana, del sionismo, dei massoni?) per oscurare l’importantissima festa cattolica che cade il primo gennaio: quella della Circoncisione di Gesù o del Santo Prepuzio.

 Secondo il Vangelo di Luca 2,21, dopo 8 giorni dalla nascita Gesù venne circonciso: “E quando furono trascorsi gli otto giorni dopo i quali egli doveva essere circonciso, gli fu posto nome Gesù, il nome dato dall’angelo prima che fosse concepito nel grembo.” Calcolando che per la Tradizione Cattolica (non supportata da niente se non da riti Pagani al Dio Sole), la nascita è del 25 Dicembre, il buon vecchio Gesù deve aver salutato il suo prepuzio il 2 Gennaio, ma, evidentemente, la matematica è un’opinione e si è deciso di conteggiare il 25 stesso come uno dei “giorni dopo la nascita”… mistero di fede o tattica per sottrarre l’ennesima festa ai Pagani?!

Comunque sia, il Santo Prepuzio fu asportato e, come ogni cosa kitsch e macabra, divenne una reliquia. Per lo stesso miracolo attuato da Gesù moltiplicando i pani e i pesci, anche il Santo Gingillo fu miracolosamente moltiplicato e, ad oggi, se ne contano fino a 18 sparsi per il mondo ( http://www.slate.com/id/2155745/ ). La storia della santa reliquia, comunque, non è chiara: fu regalata intorno al 800 al Papa Leone III da Carlo Magno  oppure fu regalata a Carlo Magno da sua moglie per il loro matrimonio come simbolo ben-augurante per le prestazioni presso il talamo nuziale? Non si sa, ma ben presto in giro per l’Europa ci fu un’epidemia di Santi Prepuzi. Si contendono il Sacro Pezzetto città come Roma (Basilica di San Giovanni in Laterano), Santiago di Compostela, Gerusalemme, Coulombs in Francia, Chartres, Besancon, Hildesheim, Charroux, Conques, Langres, Anversa, Fecamp, Puy-en-Velay, Calcata e Auvergne.

 Ognuna di queste sante parrocchie si contente l’autenticità del Sacro Gingillo. Si chiese nel 1200 a Papa Innocenzo III di autenticare quello di Charroux, ma, ligio al suo nome, ne ebbe troppa vergogna e si tirò indietro. La disputa continuò per altri 7 secoli fino al 1900 quando la Chiesa proibì al mondo intero, pena la scomunica, di parlare, scrivere o accennare al Sacro Divin Prepuzio (decreto n. 37 del 3 Febbraio del 1900). Nel 1954 la festa in suo onore fu eliminata dai calendari per la troppa pudicizia  ecclesiastica (http://it.wikipedia.org/wiki/Santo_Prepuzio ).

Nel 1427 fu fondata la Confraternita del Santo Prepuzio, poi misteriosamente scomparsa in una precoce fine. Sulla base però di questi Sacerdoti del Prepuzio, venenro autenticati 8 dei 18 prepuzi in circolazione, anche se la Chiesa  ne riconosce tutti e 18(http://laici.forumcommunity.net/?t=4932964 ).

Inquietante un fatto di cronaca dei giorni nostri: nel 1970 la Parrocchia di Calcata, vicino a Viterbo, denunciò il furto del Santo Prepuzio (http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20081108060141AAteM2g). Diverse le ipotesi sulle motivazione del furto (oggetto fetish per un film porno, ingrediente per un bibitone afrodisiaco, riti satanici vari, ecc), ma, ad oggi, la polizia ancora barcolla nel buio (http://www.serenoeditore.com/milano/archeo/reliquie.htm ). Ne restano comunque altri 17 in circolo: lo preciso per rassicurare i devoti.

Annunci

Tradizionalisti e Razza

KKKEcco le nuove perle che il sito Tradizione e Chiesa  ci regala oggi.

In un nuovo post (http://www.tradizione.biz/forum/viewtopic.php?t=11600 ) viene riportato un lungo aticolo di don Curzio Nitoglia. Questo sacerdote, facendo una ricerca su internet, viene frequentemente inserito nelle liste di anti-semiti, fondamentalisti, negazionisti della Shoà e via dicendo (http://groups.google.com/group/it.cultura.ebraica/msg/0dc6948aa5cb8012 ). Tra i suoi testi più famosi, cito, uno su tutti, “Per padre il diavolo:
un’introduzione al problema ebraico secondo la tradizione cattolica”, dove nel titolo afferma che gli ebrei sono figli del Demonio (http://www.doncurzionitoglia.com/padrediavo.htm). Già segnalato nel 2000 dall’associazione internazionale contro l’antisemitismo Stephen Roth Institute al pari della Lega, di Fiamma Tricolore, Forza Nuova, Movimento Fascismo e Libertà, è ricordato nel paragrafo “Insulti e Propaganda” dello stesso documento (http://www.tau.ac.il/Anti-Semitism/asw99-2000/italy.htm)
.

Ora che ci siamo fatti un’idea di chi sia questo “don” Curzio, vi cito (tagliuzzato un po’ perché davvero lungo) l’articolo in questione e riporto sotto i commenti entusiasti dei nostri Tradizionalisti, rimandandovi, sempre sulla questione della Razza, all’altro testo dello stesso che trovate in forma completa qui: http://www.doncurzionitoglia.com/Razza&Razzismo.htm .

 

Don Curzio Nitoglia

(…) Il Popolo o la Stirpe

 

Analogamente all’individuo, la “razza” (da “radice”), il popolo o stirpe, risente delle condizioni del “suolo” in cui vive (un nordico veramente tale, ossia al di là delle Alpi, è caratterialmente diverso da un mediterraneo, il sole o la nebbia influiscono sul carattere e le attitudini mentali del popolo) e il “sangue” o le caratteristiche morfologiche che si ricevono dai padri (Patria = terra dei Padri) (…). Ora il corpo che ci trasmettono i nostri Padri risulta non solo dal loro Dna (“il sangue”), ma risentirà anche delle condizioni climatiche, geografiche, atmosferiche, culturali e spirituali (il “suolo” in senso largo del termine) in cui essi si trovano a vivere. (…) La cosa risulta più difficile se al posto di cambiare Nazione si cambia Continente, un asiatico in Europa o un africano in Asia.(…) Onde bisogna coltivare preservare l’ambiente, la cultura e la civiltà, affinché possano continuare a formare ed educare il carattere, le tendenze o inclinazioni, l’intelletto e la volontà dell’uomo europeo, diversissimo da quello asiatico, africano o nord-americano, i quali non hanno alla loro base la cultura mediterranea, greco-romana e cattolico-medievale, le quali sono le radici della vera Europa e non i rivoli inquinati di quella degenere, nata con l’umanesimo cabalistico e neo-pagano (Quattrocento), cresciuta con la riforma protestante (Cinquecento) e il soggettivismo filosofico cartesiano (Seicento), divenuta adulta con la rivoluzione francese (Settecento) e avviatasi verso la senescenza con quella comunista (Ottocento), per toccare il decadimento psico-fisico con la post-modernità nichilistica (Novecento) che stiamo subendo adesso, a partire soprattutto dagli anni Sessanta i quali ci hanno regalato quella che i neo-cons chiamano la “magna Europa” estendentesi, secondo loro, dal nord America sino agli Urali, ove – però – Urali e oltre Atlantico non hanno nulla in comune con l’Europa (…), se non l’interesse economico e imperialista del supercapitalismo“giudaico-bolscevico/demo-pluto-americanista” [Faccio notare che questo personaggio accetta come nostre radici le invasioni del pensiero giudaico nell’ambiente romano a cui erano completamente estranee e che lo distrussero, ma rinnega i debiti culturali che oggi la nostra società deve a culture diverse… la “distruzione” cristiana andava bene, il kebab oggi no!!!]. Tutto ciò deve farci riflettere ed evitare i due opposti errori, a) per eccesso (determinismo biologico …) o b) per difetto, il culto del miscuglio (che vuole unire per forza come optimum stirpi assai diverse tra loro, senza pensare all’integrazione necessaria nel Paese ospitante per vivere in pace con sé e gli altri). Ora quando vi sono migrazioni di massa di “genti” enormemente diverse tra di loro somaticamente, culturalmente, geograficamente e religiosamente, soprattutto se non sono disposte ad accettare lo stile di vita del Paese che “invadono” (come invece fecero i barbari nell’Europa medievale, dando vita al “Sacro Romano Impero Germanico”à questo è un falso storico. I barbari quando invasero portarono per forza nuove idee, culture ecc che soppiantarono alcuni ideali e conoscenze autoctone dando come risultato un nuovo stato) il risultato sarà catastrofico, conflittuale o addirittura da guerra [in]-“civile”. La “in-cultura” dell’accoglienza indiscriminata e assoluta (cui ci ha mal abituato la caritas o meglio imbecillitas, etimologicamente parlando, internationalis) o il “trionfo del meticciato” (che ha toccato l’apice in Usa, dopo la Condoleza Rice, con Barak Obama, volutamente catapultato al rango di “primo” cittadino del mondo, il quale unisce in sé oltre il meticciato afro-americano, anche quello religioso musulmano e giudaico, quest’ultimo particolare ci è stato rivelato solo recentemente dalla stampa anglofona) è un flagello da cui dobbiamo liberarci, prima che sia troppo tardi. Purtroppo anche (…) gli uomini di Chiesa (…), hanno sacrificato la verità al politicamente corretto e ci hanno riempito la Patria di masse che non vogliono assimilarsi, che sono e vogliono essere diverse culturalmente [com’è giusto che siano… i cristiani in Arabia si dovrebbero quindi convertire tutti alla religione islamica? Gli italiani in America dovrebbero mangiare hamburger invece che pasta?], igienicamente e religiosamente da noi. Ebbene di fronte ad un ingiusto aggressore vale l’adagio vim vi repellitur ossia la legittima difesa, ad ogni azione (invasione) corrisponde una reazione (espulsione) uguale e contraria, è una legge di natura e guai a violare la natura essa si rivolta e castiga l’uomo. Nel passato la pagana Roma antica con la sua saggezza, il diritto e la forza della disciplina, riusciva ad amalgamare genti diverse assimilandole e trasmettendo loro la civiltà [altra affermazione storicamente abominevole: Roma fu grande e fu tale perché assunse in se stessa, in un continuo mutamente, usi e costumi degli altri popoli. Si chiama “Costituzione Mista” infatti](…). Purtroppo il neo-“cristianesimo” degenerato dal modernismo (…) ha disfatto la civiltà europea, ha reso i cristiani dei “cretini” (ha inverato la favola di Machiavelli) e ha fatto entrare dentro sé un cavallo di Troia che sono una ventina di milioni di immigrati (quattro milioni solo in Italia), inassimilabili, più forti e motivati, i quali lungi dal voler accettare di essere civilizzati ci rendono incivili più di quanto non siamo già diventati(…). Anzi, alcune volte, in tram a Roma debbo constatare che le donne musulmane – purtroppo – sono molto più civili delle italiane, a partire non solo dal modo di vestirsi delle prime e di svestirsi delle seconde, ma anche dal contegno, modesto o sfacciato, delle une e delle altre (…).

 

La questione afro-camitica

La Rivelazione ci insegna (a dispetto della caritas internationalis) che Noè [mitico personaggio biblico mai esistito] ebbe tre figli (2510 a. C. circa), Sem, Cam e Jafet. Cam (dal quale discendono gli afro-camiti) mancò di rispetto a suo padre[come leggiamo in Gen 9,21, Noè si sbronzò e collassò nudo. Cam lo vide e avvisò i fratelli delle tristi condizioni del padre, che quindi lo coprirono con un mantello per nasconderne le vergogne] (…).  Noè maledisse Cam assieme alla sua posterità (suo figlio Canaan e i Cananei), predicendo che la “razza” o discendenza di Cam sarebbe stata soggetta e schiava dei discendenti di Sem (Semiti) e di Jafet (Indoeuropei). (…) Perciò sono i peccati, gli errori, la cattiva volontà che degradano gli uomini e i popoli, il loro “sangue” e il loro “suolo”. (…) In ciò dovremmo prendere esempio dai “fratelli” Ebrei che non ammettono matrimoni misti, dacché ne conoscono la pericolosità. (…)

 

Ecco i commenti che troverete sul sito dei Tradizionalisti:

 

MARCEL64

Il documento postato da pacelliano non fà una grinza, e non poteva essere altrimenti.

 

sursum corda

Ottimo!!!

 

Emanuelevero

Ma solo in senso spirituale va presa. Come la saggezza contadina del “moglie e buoi dei paesi tuoi”. Perchè l’intregazione è un percorso lungo e faticoso. Ma il rischio non è un peccato basta sapere che esiste e affrontarlo con consapevolezza.
Perchè a livello di corpo è scientifico che il mischiamento dei genotipi è assolutamente positivo
e migliora la specie umana.
La miscela dei geni è una strategia di natura dimostrata a tutti i livelli biologici.
Rende più forti, resistenti alle malattie e più intelligenti e persino più belli.
Infatti le bellezze femminili che provengono da incroci sono le più affascinanti e mediamente
sono le più gradite secondo gli studi scientifici. Quelle che rispondono a precise caratteristiche
razziali sono assai meno interessanti, più stereotipate.
E’ cosa ben nota il destino delle stirpi reali che a forza di incrociarsi tra consanguinei
sono diventati deficienti… quanto meno molli e inadatti a compiti di grande responsabilità
e i reali di Inghilterra o i nostrani Savoia mostrano ampiamente questa decadenza…
D
Ed è noto che certi paesi in cui gli abitanti si uniscono tra di loro fino a creare nel corso
di generazioni incroci tra conseguinei hanno forme di ritardi mentali ecc…
A livello fisico mischiare fa bene.
E se vale per il corpo deve valere anche per lo spirito.

 

Lorenzo dAgreda

resistenti alle malattie e più intelligenti e persino più belli.

No guarda…non credo proprio!
Noi europei, specialmente a nord, abbiamo le caratteristiche migliori: non abbiamo bisogno di mischiarci con nessuno!

Quelle che rispondono a precise caratteristiche
razziali sono assai meno interessanti, più stereotipate.

Fatti un viaggio in Scandinavia e poi riscrivici!! D

 

(…)Bernadette

Bello e interessante l’articolo di don Curzio Nitoglia,come al solito affronta con chiarezza e sapienza uno dei problemi che attanaglia la società odierna dando chiare delucidazioni sull’argomento relativo alla differenza delle razze.Ricordo infatti che quando ero a scuola l’insegnante di pedagogia mi ripeteva continuamente che la personalità di un individuo era la risultante tra fattori genetico ereditari e socio-culturali-ambientali.
@emanuelevero
Queste caratteristiche rendono l’individuo unico e irripetibile e quindi bello nella sua individualità.
In virtù di questo,la miscelanza delle razze non può produrre buoni risultati in quanto crea individui quasi manipolati.Dio ci ha creati diversi stabilendo le razze, anzi sulla torre di Babele Lui le razze le ha divise e sparse per il mondo (per nostra colpa) e solo noi riunendoci nell’unico vero credo che è la religione cattolica (universale) potremmo, solo in quel caso,divenire un unico popolo.
p.s. la bellezza esteriore è soggettiva è bello ciò che piace.

 

sursum corda

Razzismo significa non disprezzo delle altre razze ma fedeltà alla propria razza, riconosimento della specifica forma di vita che la segna, rispetto di tutti i nessi, interiori e esteriori, superiori e inferiori che la ordinano.

 

à dovrò aggiornare in seguito perché il post è tutt’ora in discussione, quindi pronti ad altre perle

L’Olocausto per i Tradizionalisti

Dal sito Tradizione e Chiesa, ecco un estratto abominevole di un post dedicato all’Olocausto:

http://www.tradizione.biz/forum/viewtopic.php?t=5882

 

revisionismoBernardini:

fino a oggi ho creduto a tutte la storia sull’olocausto come viene scritta dai communisti e dagli ebrei ma vorrei avere altri documenti per farmi un’idea migliore. potete darmi qualche link o testo grazie

 

Torquemada:

Beh… quanto alla tua domanda, dovresti tener presente che nei giorni scorsi l’ormai ex guardasigilli Celmente Mastella ha presentato una proposta di legge che introduce anche in Italia il reato di negazione dell’olocausto. Una proposta di legge che a prima vista può apparire giusta e corretta, mentre è in contrasto con l’articolo 21 della Costituzione Italiana, perché impedisce la libera espressione del pensiero con la parola e lo scritto, e porta a pensare che tale proposta di legge non sia il frutto di una libera scelta dell’estensore, ma proposta o imposta da qualche lobby nazionale o internazionale o religiosa, minando l’autonomia di un ministro italiano della Repubblica. Chi ha orecchi per intendere…. Tale proposta di legge è ancor di più inaccettabile perché potrebbe indurre a pensare ad un segno di debolezza e mancanza d’argomenti innanzi al tema trattato e che -a fronte di ciò- si preferisca punire e tarpare le ali alla ricerca e alla discussione anziché informare coloro che la pensano -a ragione o a torto- in modo diverso. La storia dell’olocausto del resto è ben nota a tutti nella sua spaventosa drammaticità, tuttavia deve rimanere il diritto di mettere in dubbio modalità e cifre, non perché non siano state elevate, ma perché la storia -anche attraverso quelli che con disprezzo sono chiamati revisionisti- abbia la possibilità di tener viva una memoria che non sia raccontata a senso  unico ma -al contrario- possa fruire della libertà d’essere messa in discussione, ridimensionata con la ricerca della verità su quelli che -secondo alcuni- sono numeri spaventosamente elevati e necessitano di ricerche più approfondite per arrivare ad un numero esatto di morti accertati. Impedire questa ricerca (additando come scusante politica l’antisemitismo) sarebbe controproducente, perché l’istituzione di una legge che nega anche la libertà di ricerca, pubblicazione e diffusione, se non sotto il dominio di un’unica parte, è un attacco alla storia stessa: questa proposta di legge, se per sventura venisse approvata, sarà una pietra miliare contro della libertà d’espressione degli italiani

 

bernardini:

cos’è la libertà di espressione degli italiani?????

 

Torquemada:

La tua domanda mi fa venire in mente un altro famoso interrogativo, pronunciato da un certo Ponzio Pilato: “la verità, cos’è la verità?”  [risata]

 

Crociato:

Io non capisco perché si ostinino a usare il termine Olocausto, con tanto di O maiuscola… Certo, è stata una brutta cosa da condannare, come lo furono tante altre, per esempio Hiroshima; ma solo per questo si usa questa parola che deve far tremare le genti solo a sentirla nominare: l’Olocausto! Olocausto secondo me significa un sacrificio fatto a Dio, come quelli di Abele o dell’Antico Testamento, e soprattutto come fu il Sacrificio di Gesù Cristo. Cosa abbia a che vedere lo sterminio di una popolazione con un sacrificio fatto a Dio non riesco proprio a capirlo. Forse che pensano che con il loro sterminio gli ebrei hanno redento l’umanità al posto di Gesù Cristo? Boh! [faccia confusa]

 

[Vista la disinformazione che esiste qui sul termine Olocausto, cito Wikipedia per fare un po’ di chiarezza: La parola olocausto, che in greco significa “tutto bruciato”, si riferiva ai sacrifici che venivano richiesti agli Ebrei dalla Torah: si trattava di sacrifici di animali uccisi e bruciati sull’altare del tempio. Solo in tempi recenti il termine olocausto è stato attribuito a massacri o catastrofi su larga scala. A causa del significato teologico che la parola porta, molti ebrei trovano inappropriato l’uso di tale termine: viene infatti considerato offensivo pensare che l’uccisione di milioni di ebrei sia stata una “offerta a Dio”; inoltre il popolo ebraico non è stato “tutto bruciato”, perché un suo resto è sopravvissuto al genocidio. http://it.wikipedia.org/wiki/Olocausto ]

Luceriflessa:

Olocausto non va più bene, adesso si usa solo “Shoà”.

[Intervendo di nuovo per spiegare il termine Shoà, sempre citando Wikipedia: Shoah (traslitterazione esatta da שואה, ma traslitterato anche Shoa o Sho’ah), che in lingua ebraica significa “distruzione” (o “desolazione”, o “calamità”, con il senso di una sciagura improvvisa, inaspettata), è un’altra parola utilizzata per riferirsi all’Olocausto. Questo termine viene usato da molti ebrei e da un numero crescente di non ebrei a causa del disagio legato al significato letterale della parola olocausto.]

 

Gemelli Neri:

Si usa solo “Shoa” e quando si dice questa parola bisogna genuflettersi o chinare il Capo

[E’ ovviamente falso]

 

Crociato:

Come quando suonavano gli strumenti musicali e tutti dovevano prostrarsi alla statua d’oro di Nabucodonosor.

 

Guardia Svizzera:

La “Shoà” è diventata una sorta di nuova religione mondiale, il cui culto è imposto con la forza a tutta l’umanità. Tutto ciò richiama in modo impressionante alcuni passi dell’Apocalisse di San Giovanni.

 

Kattoliko:

“La “Shoà” è diventata una sorta di nuova religione mondiale, il cui culto è imposto con la forza a tutta l’umanità. Tutto ciò richiama in modo impressionante alcuni passi dell’Apocalisse di San Giovanni.”

 

L´«Apostolo che Gesù amava» chiamò gli Ebrei «cani» («ai cani non è lecito entrare nel Regno di Dio) ed arrivò, ed è giusto che sia così, ad usare l´espressione «Sinagoga di Satana» (Apocalisse 3,9).

 

Gemelli Neri:

“L´«Apostolo che Gesù amava» ciamò gli Ebrei «cani» («ai cani non è lecito entrare nel Regno di Dio) ed arrivò, ed è giusto che sia così, ad usare l´espressione «Sinagoga di Satana» (Apocalisse 3,9).”

interessante. In Apocalisse 3,9 trovo solo “Sinagoga di Satana” o anche “ai cani non è lecito entrare nel regno di Dio”?

 

Kattoliko:

“interessante. In Apocalisse 3,9 trovo solo “Sinagoga di Satana” o anche “ai cani non è lecito entrare nel regno di Dio”?”

In 3,9 si parla solo della Sinagoga di Satana; a riguardo dei cani se ne parla in 22,15.

 

Gemelli Neri:

Grazie Kattoliko!!

 

Filius Mariae:

“Cosa abbia a che vedere lo sterminio di una popolazione con un sacrificio fatto a Dio non riesco proprio a capirlo. Forse che pensano che con il loro sterminio gli ebrei hanno redento l’umanità al postodi Gesù Cristo? Boh!”

L’interpretazione rabbinica dominante applica tutte le profezie sul Messia sofferente all’olocausto patito sotto Hitler dagli ebrei… [Falso]Gli ebrei considerano il loro popolo divino, pertanto dopo la sofferenza patita sotto il male – necessaria al Messia per entrare nella gloria –  è ora giunto il momento di giungere alla gloria, al dominio dell’Universo che spetta al Messia… [Falso]A loro non interessa la redenzione dell’umanità ma la signoria su di essa, spettandogli questa per diritto divino [Falso]. I noachici (noi) si possono salvare purchè rispettino la legge naturale e adorino Israel, di cui sono proprietà… [Falso]S’intende che nello Sheol [E’ il mondo degli Inferi nell’Antico TEstamento] il noachico salvato resta inferiore all’ebreo…[Falso] Il loro aldilà, inoltre, non ha nulla a che fare con il luogo di gloria e beatitudine in cui noi crediamo, è solo una sorta di limbo in cui l’anima troverà mero ristoro delle sue fatiche, va da se – allora – che la vera felicità va goduta e colta su questa terra, e questo spiega la visione prettamente materialistica dell’ebraismo [Falso]. Che piaccia o no questa è la religione predicata in Israele…

 

Enrico Pescatore:

“Forse che pensano che con il loro sterminio gli ebrei hanno redento l’umanità al posto di Gesù Cristo? Boh! :confused:”

Forse e per questo che straparlano sull’olocausto? Poi la sfrontatezza in criticare la messa tridentina come se fosse un rito barbarico e i loro di pregiudizzi … [La messa tridentina fu contestata perché includeva una preghiera che recitava:Preghiamo anche per i perfidi Giudei: affinché Dio e Nostro Signore tolga il velo dai loro cuori, affinché riconoscano Gesù Cristo nostro Signore”] dai meglio non continuare e una perdita di tempo con quelli la. Io credo che ci fosse l’olocausto [W l’Italiano!!!], ma con questo non e che giustifici o un autoflagellamento perenne verso i popoli d’Europa o come sta succedendo l’auto-OLOCAUSTO dei popoli Europei tramite politiche mirate contro la famiglia, l’introduzione dell’aborto e i cosi detti “liberta’ civili” che sono una finzione giuridica a categorie del popolo che non producono e che non si riproducono [Ammetto che qui sono esposti concetti assurdi che evidentemente per tale Enrico sono causati dai giudei che, con una sorta di ricatto morale, ci impongono aborti e diritti civili….].

 

Filius Mariae:

Ha i suoi dogmi per alimentare ad arte un rimorso collettivo e perenne verso l’ebreo. Il mero criticare Israele e la sua politica diviene socialmente riprovevole, antisemita. Per fare un esempio, un mio amico intelligente e brillante, che pure iniziò a parlare di 11 Settembre praticamente dal  12, nonostante sia stato messo di fronte alle palesi contraddittorietà, ai garvi abusi e violazioni del diritto internazionale di Israele, ha risposto scioccato e scandalizzato: Israele ha sempre ragione, prima ancora che io sappia cosa ha detto o fatto.  [faccia che tira una testata a un muro]

 

Dalila:

“L´«Apostolo che Gesù amava» ciamò gli Ebrei «cani» («ai cani non è lecito entrare nel Regno di Dio) ed arrivò, ed è giusto che sia così, ad usare l´espressione «Sinagoga di Satana» (Apocalisse 3,9).”

…e con l’affermazione di kattolico abbiamo preso due piccioni con una fava!…perchè abbiamo trovato una risposta a TRADIZIONE: I CANI NON VANNO IN PARADISO. . .quindi gli animali non hanno l’anima …. [Con un ovvio rimando all’idea che essendo gli ebrei dei “cani” non hanno un’anima] 😀  [grossa risata]:D

 

Crociato:

“Cosa abbia a che vedere lo sterminio di una popolazione con un sacrificio fatto a  Dio non riesco proprio a capirlo. Forse che pensano che con il loro sterminio gli ebrei hanno redento l’umanità al posto di Gesù Cristo? Boh! :confused:”

Peggio di quanto pensassi! E noi lì come deficienti a ripetere in continuazione Olocausto! Olocausto! senza sapere che  con questa parola i loro rabbini attribuiscono a sé invece che a Gesù Cristo le profezie dell’Antico Testamento.

(…)

 

Causidico:

“Io non capisco perché si ostinino a usare il termine Olocausto, con tanto di O maiuscola… Certo, è stata una brutta cosa da condannare, come lo furono tante altre, per esempio Hiroshima”

Non voglio entrare nel merito delle molte considerazioni, ma soltanto su Hiroshima che volerla paragonare ai campi nazisti  mi sembra semplicemente ridicolo. Dopo Hiroshima, e Nagasaki, la guerra finì. è accertato che i giapponesi l’avrebbero potuta continuare per ameno altri due anni tant’è che era pronto un piano dei militari per rapire l’Imperatore. Che siano morte 200 mila persone in un giorno e che ne sarebbero potute morire un altro milione in due anni…scegliete voi!

 

Oblomov:

“Non voglio entrare nel merito delle molte considerazioni, ma soltanto su Hiroshima

 che volerla paragonare ai campi nazisti mi sembra semplicemente ridicolo. Dopo Hiroshima, e Nagasaki, la guerra finì. “

Non sono affatto d’accordo. Usare armi così distruttive indiscriminatamente è proprio da vigliacchi e non può essere in alcun modo giustificato. E’ un atteggiamento tipico di chi le guerre le provoca per ineffabili scopi e poi le conduce con metodi terroristici e codardi seminando morte tra gli innocenti.

 

Kattoliko:

Non condivido in nulla quello che afferma Causidico: Hiroshima e Nagasaki furono molto più gravi della Shoah non per il numero di vittime, ma per la violenza e la velocità della strage: 200.000 in neanche un´ora, utilizzando armi illegali: è senza dubbio superiore di velocità rispetto 6.000.000 in 6 anni, e si ricordi che anche in guerra ci sono delle leggi da rispettare. [Come se si potesse fare una classifica delle atrocità umane… atrocità sono e atrocità rimangono… sono nauseata…]

 

Oblomov:

“Non condivido in nulla quello che afferma Causidico: Hiroshima e Nagasaki furono molto più gravi della Shoa”

Già, e senza contare tutte le vittime successive dovute agli effetti radiattivi.

 

Kattoliko:

“Già, e senza contare tutte le vittime successive dovute agli effetti radiattivi.”

Esatto, me lo ero dimenticato.

 

Crociato:

Comunque il discorso “velocità” non mi pare che abbia tanto senso… Furono un male i campi nazisti e lo furono le bombe atomiche mandate a far strage di civili e distruggere città. Non penso che sia lecito

 uccidere civili, distruggere città e contaminare con radiazioni perché si suppone che questo possa far cessare la guerra. In ogni caso il fine non giustifica i mezzi, e penso che in questo caso si possa applicare questa norma morale.

 

Christian:

credo che nessuno si sognerebbe di non condannare i campi nazisti…ciò che si rifiuta di fare è inchinarsi alle finte verità propinateci dai soliti noti….E’ tuttavia facile chiamare gli amanti della verità “antisemiti”.Si sa bene come alla gente piaccia poco ragionare….meglio inghiottire e ingurgitare indistintamente ogni cosa. Meno fatica.

 

Emanuelevero:

L’interpretazione rabbinica dominante applica tutte le profezie sul Messia sofferente all’olocausto patito sotto Hitler dagli ebrei…”

Ciao Filius,

su questo forum ho scritto post di fuoco in difesa della teoria olocaustica ufficiale pur non avendone una vera conoscenza scientifica, lo debbo ammettere, in questo ho peccato di presunzione ma come ritenevo non fosse necessario sapere tutto della Luna per affermare che la Luna esiste così per l’olocausto pensavo che fosse talmente certo nelle sue prove tanto da non poter essere discusso e poter essere difeso solo con argomenti logici.Ho accolto allora il tuo invito e mi sono documentato un po’. Dopo aver letto gli argomenti di Faurisson [Che afferma che non è mai esistito alcun campo di concentramento, ma che gli ebrei “spariti” sono stati deportati in Madagascar e in Uganda…] e altri mi sono reso conto che…la Luna potrebbe non esistere in effetti[Cioè che l’Olocausto non è mai esstito]. Debbo cioè riconoscere che scientificamente esistono molti validi argomenti a sostegno della tesi che l’olocausto non sia mai esistito. Alcuni argomenti non li posso discutere essendo privo di nozioni specifiche ma appaiono corposi e documentati ad es. l’assenza di quantità significative di acido cianidrico nelle presunte camere a gas (non sono un chimico che ne so?).

Altri argomenti appaiono lampanti, ad es:

A) che non si potesse entrare in una camera a gas che dopo almeno 24 h da cui consegue che non c’era il tempo materiale per eseguire lo sterminio. Invece a Norimberga hanno detto che i tedeschi entravano dopo pochi minuti roba da far morire tutti intossicati gli sterminatori. e persino fumando sigarette[Falso]… roba da far esplodere. Non devo essere un chimico per capire che è così.

B) Se tutti gli storici anche quelli olocaustici sostengono che non vi fossero camere in gas in germania [Falso] allora quei pochi campi avrebbero dovuto fare un lavoro impensabile..

C) I corpi a bruciare impiegano molte ore anche qui la tempistica è incompatibile con le cifre e poi i corpi umani non vengono mai inceneriti del tutto per cui si sarebbero dovuti trovare frammenti mai trovati [Falso: sono stati ritrovati nelle fosse comuni].

D) I forni per bruciare i corpi necessitano di molte ore per raggiungere la temperatura [Falso]e anche qui è incompatibile con la tempistica.

E) I forni necessitano di molta manutenzione anche qui incompatibile con la tempistica olocaustica.

F) La quantità di fumo che viene prodotta sarebbe stata enorme con 6 milioni di corpi bruciati per di più in pochi campi… invece non esistono foto aeree con il fumo. Auschwitz fotografata nel periodo

in cui si sostiene avesse sterminato al massimo regime (’44 se non erro) presenta solo un flebile fumo proveniente non dai forni. Invece avrebbe dovuto esserci una spessa coltre di fumo.

G) In questo quadro persino i discorsi di Hitler sugli ebrei mancano di cenni di una volontà di sterminio, persino Hitler diventa diverso alla luce di un olocausto inesistente.

Il fatto che i nazisti avessero pensato seriamente di deportare gli ebrei in Madagascar  è incompatibile con un repentino cambiamento di vedute sul loro destino e l’organizzazione di uno sterminio di quelle proporzioni impossibili. Di chi , si dice, bisognasse uccidere anche i bambini perchè non tornassero a vendicarsi come si può nel giro di un anno cambiare idea dal deportarli in un isola allo sterminarli? Deportarli in un isola non era mantenere viva una minaccia?

Questi sono solo alcuni degli argomenti che mi hanno fatto riflettere.Invece a sostegno della tesi ufficiale non ho trovato buoni o cattivi argomenti.Non ne ho trovati proprio!

A parte la retorica non ci sono gli argomenti se non debolissimi perchè il razzismo è sempre stato diffuso in molte società e di per sè non vuol dire niente., è un fenomeno endemico ovunque non c’è il cristianesimo, vero, cattolico. Concludendo  dopo aver letto un po’ di materiale comincio a pensare che sia persino un errore sostenere che vi sia stato un genocidio più ridotto ma sempre con le mitiche camere a gas e tutto il corredo olocaustico… no, ho la sensazione che non ci sia mai davvero stato!

Questo è semplicemente scioccante perchè quell’evento è il mito fondante della nostra attuale società, ti fa mancare la terra da sotto i piedi! Ringrazio il Forum e in particolare Filius per avermi aperto gli occhi

 

Gho5t:

vedi emanuelevero il fatto è che loro la passano come verità assoluta e ce la inculcano fin da bambini… [Come quella che esista un dio per esempio….]quindi non hanno bisogno di prove…come non avevano bisogno di prove per distruggere la memoria delle Foibe (nei libri di scuola almeno fino a 5 anni fa non esistevano)…oppure come non hanno bisogno di prove per affermare l’evoluzionismo di Darwin…tempo fa avevo letto le 12 domande ancora irrisolte che i revisionisti avevano fatto agli studiosi dell’olocausto…una faceva più o meno così:”datemi i piani per costruire una camera a gas perfettamente funzionante e che sia uguale a quelle descritte dagli ebrei deportati (quindi funzionamento, uso, velocità ecc)”ancora ad oggi (con l’incremento tecnologico che abbiamo avuto negli ultimi 60 anni) nessuno storico dell’olocausto ha saputo spiegare in maniera scientifica i piani per la ricostruzioni delle camere a gas…cmq ti segnalo un bel libro da leggere…”Il diario di Anna Frank: una frode”[Cito: “Fin dai primi anni cinquanta gli ambienti neonazisti hanno sostenuto che il Diario fosse un falso” da Wikipedia http://it.wikipedia.org/wiki/Diario_(Anna_Frank)#cite_ref-1 ]…che spiega tutte le incongruenze del libro “il diario di Anna Frank” che viene considerato come un libro sacro per gli studiosi dell’olocausto…allo scrittore gli è stata dapprima distrutta la vita (messo in manicomio insieme alla famiglia) e dopo ucciso all’interno del manicomio insieme a tutta la sua famiglia… [Allora esiste la Giustizia…]

 

Napolitano:

Consiglio la lettura del libro di Pietro Sella “PRIMA DI ISRAELE” edito da: edizioni dell’uomo libero. E’ molto documentato

 

Volontario:

Emanuelevero provo piacere delle tue deduzioni e convinzioni, io mi sono informato da molto tempo, ….comunque stiamo al limite della legalità! Credo sia meglio “evitare” di andare oltre! [L’unica cosa sensata detta in questo post indecente] 😦

REndiamoci conto di cosa può generare il Cristianesimo…

AGGIORNAMENTO——————————————————————–

I Tradizionalisti hanno “sgamato” il mio blog (senza sapere che è stato spostato il tutto su un altro server: www.deusnondatur.wordprss.com) e minacciano denuncia… senza OVVIAMENTE sapere che un topic pubblico pubblicato con la fontee senza dati privati di chi scrive può essere copiato come e dove mi pare senza chiedere a nessuno.

Per farvi ulteriori 4 risate ecco il link al post dove mi “sgamano”: http://www.tradizione.biz/forum/viewtopic.php?t=5882&postdays=0&postorder=asc&start=30